Immobili
Veicoli
Imago/MediaPunch
ULTIME NOTIZIE Dal Mondo
LIVE CORONAVIRUS
LIVE
Obbligo vaccinale, domani il Parlamento tedesco inizia a discuterne
Bimbo di 10 anni morto di Covid in Piemonte, non aveva gravi patologie pregresse.
STATI UNITI
36 min
Attacchi di squalo: i surfisti sono le vittime predilette
Nel 2021 si sono verificati 112 incidenti. Più della metà non sono stati provocati dall'uomo
GERMANIA
1 ora
Il 18enne che ha sparato ai compagni «avrebbe potuto fare una strage»
«Le persone devono essere punite» aveva scritto al padre via Whatsapp, pochi minuti prima
PERÙ
3 ore
Perù, il verde cristallino cancellato dalla marea nera
Le immagini del disastro petrolifero della Mare Doricum catturate dai satelliti
REGNO UNITO
4 ore
Partygate, ora indaga anche la polizia
Cresce la pressione attorno al premier Boris Johnson, che rimane trincerato dietro all'attesa del rapporto Gray
UNIVERSO
5 ore
Il telescopio James Webb è in posizione
In giugno arriveranno le prime immagini. Gli astronomi sperano di riuscire a scrutare l'alba dell'universo
REGNO UNITO
6 ore
Violento schianto per un bus londinese: 19 feriti
Tre bambini e due adulti sono stati trasportati in ospedale dopo l'impatto
LE FOTO
OCEANO PACIFICO
7 ore
Tra gli aiuti diretti a Tonga, un focolaio di Covid
Sulla "HMAS Adelaide" della marina australiana ci sono 23 membri dell'equipaggio positivi al coronavirus
RUSSIA
8 ore
Navalny è ufficialmente «un terrorista», per la Russia
L'oppositore è stato inserito nella lista federale dei "terroristi ed estremisti", accanto a gruppi come l'Isis
STATI UNITI
9 ore
«Che stupido figlio di...», l'insulto (e poi le scuse) di Biden a un giornalista di Fox News
Un commento del presidente, finito nel microfono aperto, ha generato una gaffe che si è risolta in meno di un'ora
REGNO UNITO
9 ore
Quante feste Boris Johnson, una anche per i suoi 56 anni
In trenta avrebbero cantato "Happy Birthday" al premier, quando gli incontri erano limitati a sei persone all'esterno
ITALIA
10 ore
Da Amadeus, a Vasco e Siffredi: i non "quirinabili" votati
Pioggia di schede bianche ieri a Montecitorio, ma non senza qualche nome curioso. E no, non è la prima volta.
MONDO
23.03.2021 - 06:000
Aggiornamento : 09:04

Chiusa la porta, le violenze. Da Marilyn Manson a tutti gli altri orchi

Personaggi pubblici che in privato si trasformano in aguzzini e il famoso rocker è solo l'ultimo di una lunga serie

di Redazione

LOS ANGELES - La faccia cattiva del personaggio che diventa realtà nella vita di tutti i giorni. Marilyn Manson è sospettato di abusi sessuali e violenze fisiche nell'ambito di un'indagine a suo carico per violenza domestica.

Ma il cantante è solo l’ultimo di una lunghissima lista di abusi e molestie da parte del vip di turno. E se il caso Weinstein ha scoperchiato il vaso di pandora delle molestie sessuali sul set, c’è un altro versante altrettanto grave, a metà tra gossip e cronaca nera, le violenze all’interno del proprio rapporto di coppia.

Manson, l'aguzzino - «Sono stata sottoposta a lavaggio del cervello e manipolata per sottomettermi – ha affermato – Vivevo nella paura di rappresaglie, calunnie e ricatti», queste le accuse di Evan Rachel Wood, attrice resa celebre dalla serie “Westworld”, nei confronti di Manson. I due hanno iniziato una relazione nel 2007 quando lei aveva 19 anni e lui 37. Accuse che Brian Warner, vero nome del cantante Marilyn Manson, ha rispedito al mittente: «Naturalmente la mia arte e la mia vita sono state a lungo oggetto di controversia, ma queste recenti affermazioni su di me sono orribili distorsioni della realtà».

Pure Richard Berry - Altro caso parallelo, di questo 2021, riguarda Richard Berry, attore francese (“Il suonatore di violino”, “Il rompiballe”). La figlia maggiore Coline Hiegel Berry, ora 45enne, ha infatti presentato una denuncia per «atti di stupro incestuoso o violenza sessuale e corruzione minorile», quando lei ne aveva una decina, coinvolgendo nei “giochi sessuali” anche la sua compagna di allora la cantante americana Jeane Manson.

L'affaire Allen - Accuse che hanno travolto anche Woody Allen: Dylan Farrow, figlia adottiva di Mia e del regista pluripremiato, ha ribadito le accuse sessuali contro il padre, l’ultima nel 2014 in una lettera al New York Times, in cui la giovane sosteneva che il regista abusò di lei quando aveva 7 anni, subito dopo l'adozione. «Affermazioni false e vergognose», si è sempre difeso Allen.

Ike, Chris e Johnny - Andando indietro nel tempo ci sono le violenze subite da Tina Turner, icona rock anni ‘80, dal marito Ike. Lei, alla fine di tanti episodi che denuncerà dopo in un libro e in varie interviste, nel 1976, trova la forza di dire basta. Lo lascia, ottenendo il divorzio due anni dopo. E ancora Chris Brown, cantante, accusato di aggressione sessuale nel 2019 ai danni della sua fidanzata di allora, la famosissima Rihanna. Storie a volte torbide come il rapporto morboso tra Johnny Depp e Amber Heard che si sono accusati reciprocamente di violenze sotto il tetto coniugale.

Se finisce in tragedia - A volte ci scappa perfino il morto. Potrebbe essere stato il caso di Natalie Wood, attrice, annegata il 29 novembre 1981, al largo dell'Isola di Santa Catalina dopo che era scesa dal suo panfilo nell'Oceano Pacifico con un gommone nel cuore della notte.

Col passare del tempo, tra indagini, processi e misteri, si fece strada anche l’ipotesi di una forte lite col marito Robert Wagner, forse una scenata di gelosia, e delle grida d’aiuto non ben definite, forse della donna. 

Per un mistero irrisolto, un reo confesso. Nella notte tra il 26 e il 27 luglio del 2003 Bertrand Cantat picchiò a morte la sua compagna Marie Trintignant, che morì pochi giorni dopo nonostante due operazioni alla testa. Bertrand Cantat venne condannato a otto anni di carcere.

Lo spartiacque, il caso Weinstein e il #MeToo

Lo scandalo che ha investito Harvey Weinstein con una pioggia di accuse a sfondo sessuale ha segnato una linea di non ritorno nel mondo dello spettacolo. Tantissime sono state le donne, attrici, che hanno denunciato le molestie del potentissimo produttore cinematografico americano da Ashley Judd ad Asia Argento passando per Angelina Jolie e Gwyneth Paltrow. Un fiume in piena che ha travolto e stravolto Hollywood e non solo. Ogni paese ha avuto i suoi Weinstein venuti a galla Tante le denunce, anche pregresse, da parte di chi ha trovato il coraggio sull’onda mediatica, di denunciare. Da Kevin Spacey a Sylvester Stallone passando per Dustin Hoffman, in tanti sono finiti nell’occhio del ciclone. Il movimento #MeeToo una diretta conseguenza attraverso il quale centinaia di migliaia di donne hanno scosso la rete. Ma c’è anche chi va controcorrente come Catherine Deneuve che ha chiesto a gran voce la «libertà dell’uomo di provarci…».

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2022 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2022-01-25 19:19:43 | 91.208.130.86