Getty
ULTIME NOTIZIE Dal Mondo
UNIONE EUROPEA
1 ora
Ema, presto una decisione su Sputnik e Sinovac
L'agenzia ha completate le ispezioni cliniche riguardanti il siero russo. Ora tocca alle pratiche di produzione
SAN MARINO
1 ora
San Marino apre ai turisti del vaccino
La campagna prenderà il via lunedì 17 maggio. La prenotazione sarà gestita attraverso gli hotel
ITALIA
2 ore
Ergastolo per i boss stragisti, ecco perché «è incostituzionale»
La Consulta ha depositato l'ordinanza con cui ha affermato l'incompatibilità della misura ideata da Giovanni Falcone
FOTO
ISRAELE
2 ore
La denuncia di Rivlin: «un pogrom» a Lod
Il presidente israeliano attacca: «Scene imperdonabili»
MONDO
3 ore
«La pandemia poteva essere evitata»
Lo si legge in un rapporto che analizza la risposta iniziale al contagio.
STATI UNITI
4 ore
Inseguito e ucciso per odio, si dichiarano «non colpevoli»
Gli imputati per l'omicidio di Ahmaud Arbery sostengono di non aver commesso alcun reato
VIDEO
ISRAELE
5 ore
43 morti a Gaza negli ultimi due giorni
Hamas ha rivendicato l'uccisione dell'occupante di un veicolo in territorio d'Israele
STATI UNITI
5 ore
Elon Musk: la sregolata vita di un genio eccentrico
Dal dottorato lampo alle gaffe, ai mille progetti, ritratto di un imprenditore tanto ammirato quanto criticato.
PERÙ
7 ore
Siringhe vuote e vaccinazioni falsate, aperta l'inchiesta
Sono due i casi finora confermati in Perù. E il Presidente non esclude un possibile atto criminale.
MONDO
7 ore
Vaccino Covid: record mondiale per Nauru
Il 108% degli adulti residenti ha ricevuto la prima dose del preparato. L'isola è inoltre da sempre Covid-free.
ISRAELE
8 ore
«Stiamo andando verso una guerra su vasta scala»
Continuano gli scontri tra Israele e il movimento palestinese Hamas. Fuoco su Gaza, Tel Aviv e Beersheba.
STATI UNITI
10 ore
Strage di Atlanta, l'accusa vuole la pena di morte
La procuratrice distrettuale, Fani Willis, intende perseguire Robert Aaron Long anche per crimini d'odio
CITTÀ DEL VATICANO
10 ore
«Qualcuno ha sparato al Papa». I retroscena quarant'anni dopo
Il 13 maggio 1981 il tiratore scelto Ali Agca colpiva con due proiettili il pontefice Giovanni Paolo II
FOTO
REGNO UNITO
16 ore
Arresti alla manifestazione contro il brevetto del vaccino AstraZeneca
L'azienda si difende: «Siamo orgogliosi che il nostro vaccino rappresenti il ​​98% di tutte le forniture a Covax»
ISRAELE
17 ore
Razzi su Tel Aviv, raid israeliani su Gaza
All'orizzonte nessuna tregua. Il generale Kochavi: «Prepararsi a un conflitto senza limiti di tempo»
GERMANIA
18 ore
Centri vaccinali tedeschi alle prese con quanti saltano la "fila": «Sono sempre più aggressivi»
Danno informazioni false per rientrare in un gruppo prioritario: «Purtroppo continua a non essere un'infrazione».
ITALIA
05.01.2021 - 10:580
Aggiornamento : 13:57

Nuovo decreto: fino al 15 gennaio niente spostamenti tra regioni

Il Governo Conte ha annunciato le misure valide fino al 15, quando verrà deciso e applicato un nuovo Dpcm

Per i ticinesi che vogliono recarsi in Italia, dal 6 gennaio non sarà piu necessario il periodo d'isolamento, ma un tampone negativo

ROMA - In Italia sarà vietato spostarsi da una regione all'altra, se non per comprovate esigenze di lavoro o di salute, fino al 15 gennaio.

È una delle misure annunciate oggi durante la presentazione di un decreto provvisorio - per ciò che concerne le misure anti-coronavirus - che sarà in vigore fino al 15 gennaio, data in cui verrà deciso e applicato un nuovo Dpcm.

Per ciò che concerne i ticinesi che vogliono entrare in Italia, dal 6 gennaio non sarà più richiesto effettuare un periodo d'isolamento. Invece, sarà possibile entrare presentando un tampone negativo. Chiaramente, sempre considerando che gli spostamenti verso le zone rosse potranno essere effettuati solo per motivi di lavoro o comprovata necessità.

Le nuove misure, discusse in riunione e presentate in mattinata dal Governo, confermano inoltre la possibilità per gli italiani di spostarsi per fare visita a parenti o amici, ma «verso una sola abitazione privata, una volta al giorno, in un arco temporale compreso fra le 5 e le 22, e nei limiti di due persone» viene spiegato nel decreto. 

La settimana coperta dal decreto-ponte provvisorio sarà inoltre utile per testare il nuovo sistema di valutazione che dividerà il paese in diversi colori, sulla base del rischio epidemiologico.

Oggi e domani - Martedì e mercoledì l'intero Paese è ancora considerato zona rossa, sulla base del decreto programmato per le festività natalizie.

Si potrà uscire di casa soltanto per comprovate esigenze come motivi di lavoro, salute e emergenze. Negozi, bar e ristoranti saranno chiusi.

Il 7 e l'8 gennaio - Giovedì e venerdì, sulla base del nuovo decreto odierno, saranno invece gialli per tutto il paese: spostamenti liberi fino alle 22 quindi, ma solo all’interno della propria regione.

I bar e i ristoranti saranno inoltre aperti fino alle 18, e si potrà accedere anche ai negozi e ai centri commerciali. 

Il 9 e il 10 gennaio - Nel weekend il colore cambierà ancora: arancione per tutta l'Italia.

I ristoranti e i bar dovranno perciò essere chiusi. I negozi, tuttavia, potranno rimanere aperti, così come i parrucchieri e i centri estetici. Ci si potrà muovere dalle 5 alle 22, ma solo con l'autocertificazione. 

Dall'11 al 15 gennaio - A partire da lunedì prossimo le regioni saranno nuovamente suddivise in diverse zone colorate. Per chi si ri troverà colorato di rosso continueranno ad essere applicate restrizioni rigide, con la gente che potrà uscire di casa solo una volta al giorno, e non più di due persone alla volta.

In Italia, le autorità sanitarie hanno finora registrato in totale più di 75'500 decessi e più di 2'166 milioni di infezioni di coronavirus. Per ciò che concerne la campagna di vaccinazione, l'Italia ha somministrato finora circa 179'000 dosi, secondo i dati diffusi questa mattina.

Nuovi criteri per le fasce - Il comitato tecnico scientifico (Cts) ha confermato la revisione dei criteri che indicano l'appartenenza a una fascia specifica. In futuro, saranno nella zona arancione le Regioni che hanno un Rt pari a 1 (al momento è 1,25) e nella zona rossa quelle che sono a 1,25 (mentre ora è 1,50)

Questo a causa dell'evolversi della campagna di vaccinazioni, che necessita di avere delle strutture sanitarie il meno appesantite possibile per potersi svolgere al meglio.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Thomseb 4 mesi fa su tio
La storia del tampone negativo c’è da un mese ma nessuno lo fa perché è a pagamento 200 chf a Zurigo a meno che non abbia sintomi
Thomseb 4 mesi fa su tio
Zero controlli in dogana sia italiana che svizzera
Veveve 4 mesi fa su tio
🏀🏐🎾🏐🏀🏐🎾🏐🏀🏐🏐🎾
MrBlack 4 mesi fa su tio
Ancora solo 3 colori? Ero convinto che con l’anno nuovo avrebbero partorito tutto l’arcobaleno, con mille deroghe ed eccezioni. Comunque se qui siamo già stufi con le mezze misure...in Italia hanno pazienza da vendere...
pillola rossa 4 mesi fa su tio
@MrBlack È la "patria" del Vaticano...
demon631 4 mesi fa su tio
Noi Ticinesi non possiamo fare la spesa in Italia, allora mi domando perché gli Italiani possono venire al FOXTown a fare acquisti ? con quale comprovata necessità ? sveglia GdF Svizzere fermateli.....
MrBlack 4 mesi fa su tio
@demon631 E ti lamenti che lasciano qui qualche soldo? Lamentiamoci di chi come te i soldi li porta fuori dalla nostra economia impoverendo il mercato interno.
Bibo 4 mesi fa su tio
@demon631 Forse non ti rendi conto che in Ticino abitano migliaia di italiani pur non essendo domiciliati qui e questi hanno targhe italiane...
Booble63 4 mesi fa su tio
@demon631 Il solito anti taglian.. guarda prima in casa nostra che in fatto di regole e di autonomia cantonale e soprattutto di tassi di contagio siamo messi ben peggio di loro. Però sei il primo che se vi fosse la possibilità varcheresti il confine per fare la spesa e andare in vacanza. w la coerenza. E poi perché c’è l’hai con chi viene a spendere da noi?? Se la nostra economia può trarne vantaggio non vedo problemi visto che potenzialmente infetta molto di più un ticinese che un comasco.
Heinz 4 mesi fa su tio
@Booble63 Dubito che ci siano tanti masochisti che vanno al foxtown a comprare le stesse cose a prezzi piu cari che negli outlet italiani .
Diablo 4 mesi fa su tio
Strega comanda colori.........
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-05-12 16:09:59 | 91.208.130.87