Keystone
CINA
03.12.2020 - 08:490

Hong Kong: dopo Wong, arrestato anche il magnate pro-democrazia Jimmy Lai

È accusato di frode. Sarà giudicato da un magistrato nominato in base alla legge sulla sicurezza imposta da Pechino.

HONG KONG - Il magnate dei media Jimmy Lai è comparso in tribunale a Hong Kong per l'accusa di frode, ultimo dei procedimenti penali contro attivisti critici verso Pechino.

Lai, 73 anni, proprietario del tabloid Apple Daily, schierato a favore delle riforme democratiche, è stato arrestato essendogli stata negata la libertà su cauzione per il «rischio di fuga». Il processo partirà ad aprile con un giudice tra quelli nominati in base alla legge sulla sicurezza nazionale imposta da Pechino.

Ieri Joshua Wong, tra i più noti attivisti pro democrazia, è stato condannato a 13 mesi e mezzo di reclusione.
 
 

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-09-27 02:01:42 | 91.208.130.87