Immobili
Veicoli

IRLANDARiconosciuto innocente 140 anni dopo essere stato impiccato

05.04.18 - 19:02
Myles Joyce ha ricevuto ieri il perdono ufficiale delle autorità: «Una vergogna», anche i suoi presunti complici d'allora sostenevano la sua innocenza
National Library of Ireland
Riconosciuto innocente 140 anni dopo essere stato impiccato
Myles Joyce ha ricevuto ieri il perdono ufficiale delle autorità: «Una vergogna», anche i suoi presunti complici d'allora sostenevano la sua innocenza

DUBLINO - Era stato giustiziato nel 1882 assieme a quelli che erano ritenuti i suoi complici per l'assassinio di un'intera famiglia avvenuto non lontano dalla città irlandese di Galway ma, a quanto pare, era innocente.

Così Myles Joyce ha ricevuto ieri il perdono ufficiale dal presidente irlandese Micheal D Higgins che ha dichiarato: «In questo modo vogliamo correggere un episodio vergognoso della storia irlandese e britannica».

Nel delitto - conosciuto come il massacro di Màm Trasna dal nome del piccolo villaggio in cui avvenne - avevano perso la vita cinque membri (su sei) di una famiglia aggredita in casa propria da una banda di lestofanti.

Otto i presunti responsabili, tra i quali anche Joyce, sul coinvolgimento del quale però vi sono sempre stati diversi dubbi. Addirittura i suoi supposti complici avevano sostenuto la sua innocenza davanti alle autorità. 

Il processo, riporta Sky News, si tenne in inglese lingua che l'uomo - nome gaelico Maolra Seoighe - non comprendeva. Alla fine del procedimento le sentenze a morte furono tre.

NOTIZIE PIÙ LETTE