Cerca e trova immobili

LUGANOL'insostenibile fascino della stupidità

12.03.23 - 17:00
È al centro della "Orazione semiseria" che Emanuele Santoro porterà in scena lunedì sera al Teatro Foce di Lugano
DEPOSITPHOTOS
L'insostenibile fascino della stupidità
È al centro della "Orazione semiseria" che Emanuele Santoro porterà in scena lunedì sera al Teatro Foce di Lugano

LUGANO - «La stupidità umana mi ha sempre incuriosito e affascinato, ma anche afflitto, in particolare la mia». Lo afferma Emanuele Santoro, che lunedì sera porterà in scena al Teatro Foce di Lugano, alle 19, "La stupidità. Orazione semiseria", un testo da lui scritto e interpretato e con le musiche dal vivo di Claudia Klinzing.

La stupidità che può essere sia affascinante che spaventosa. «Quella degli altri può farci sorridere, a volte ci inquieta, quasi sempre ci complica la vita perché, come fosse la cosa più naturale del mondo, lo stupido appare improvvisamente per rovinare i tuoi progetti, distruggere la tua pace, complicarti il lavoro, farti perdere denaro, tempo, buonumore, produttività, e tutto questo senza malizia, senza rimorsi e senza ragione. Così, stupidamente».

Il recital fa parte della rassegna SOLOinscena e rappresenta, per dirla con il Prof. Cipolla, «uno sforzo costruttivo per investigare, conoscere e quindi possibilmente neutralizzare una delle più potenti e oscure forze che impediscono la crescita del benessere e della felicità umana».

 

COMMENTI
 
NOTIZIE PIÙ LETTE