Cerca e trova immobili

LEGGE TRIBUTARIA«Un messaggio inammissibile», «una proposta incosciente»

13.07.23 - 13:13
Il Centro, I Verdi e il PS si scagliano contro la proposta del Governo ticinese.
TiPress
«Un messaggio inammissibile», «una proposta incosciente»
Il Centro, I Verdi e il PS si scagliano contro la proposta del Governo ticinese.

BELLINZONA - «Un messaggio inammissibile e al limite della provocazione». Non usa mezzi termini il Centro ticinese per descrivere il pacchetto di misure presentato oggi dal Consiglio di Stato per aggiornare la Legge tributaria. Anzi, in un comunicato stampa di reazione ammette la perplessità di un messaggio che «propone di aumentare il coefficiente cantonale d’imposta dal 97% al 100% - ciò che corrisponde a un aumento generalizzato delle imposte di circa 46.7 milioni di franchi l’anno – per finanziare delle misure fiscali che in misura preponderante andranno unicamente a beneficio delle persone più facoltose».

Il partito considera inaccettabile che «la riduzione delle imposte alle persone più facoltose venga finanziata aumentando del 3% le imposte a tutta la popolazione; con un simile approccio è impensabile costruire un consenso popolare e la proposta del Consiglio di Stato sembra fatta apposta per seppellire per molti anni qualsiasi riforma fiscale».

In altre parole, per il partito, il progetto oltre a contraddire sia il Gran Consiglio che il popolo non contiene praticamente «alcuna misura che possa concretamente migliorare la situazione finanziaria del ceto medio». Con un tempismo che poi non tiene conto della manovra di rientro che «conterrà probabilmente misure che potrebbero toccare le fasce più fragili della popolazione».

In conclusione, il Centro ribadisce che si oppone fin da subito a questo «iniquo aumento proposto dall'Esecutivo», e che continuerà a «impegnarsi per un Ticino accogliente e attrattivo anche dal punto di vista fiscale in cui siano coniugate liberà, responsabilità e solidarietà».

Il PS: «Una proposta incosciente»
Anche il Partito Socialista Ticino disapprova la nuova riforma fiscale presentata oggi dal Consiglio di Stato: «La nuova riforma beneficia ancora una volta le persone più benestanti a scapito del ceto medio e delle famiglie ticinesi - e questo in momento caratterizzato da una situazione finanziaria fragile e da costi crescenti per la popolazione», scrivono i socialisti in una nota.

Per il partito, «con questa misura ci saranno minori entrate per il Cantone e i Comuni per 40 milioni annui. Così facendo si perderà un’importante entrata che andrà a beneficio unicamente delle persone più benestanti». Continuare a «rincorrere sgravi fiscali a favore delle persone benestanti, una strategia insostenibile e ingiusta. Oggi di fronte alle difficoltà reali della popolazione, come ad esempio, i costi dei premi di cassa malati, l’inflazione, la perdita del potere d’acquisto o ancora la precarizzazione del mercato del lavoro proporre una politica fiscale basata sugli sgravi ai redditi più elevati è a dir poco incosciente».

In caso di approvazione del Parlamento, il PS promette referendum: «La politica deve lavorare per una redistribuzione equa delle risorse, garantendo sostegno a chi ne ha più bisogno e imponendo una maggiore tassazione a chi può permetterselo. In questo modo, si costruisce una società più giusta e solidale».

I Verdi: «Modifica iniqua. Si aiuti il ceto medio-basso»
Pure i Verdi si dichiarano «molto scettici» riguardo alla revisione della legge tributaria che vuole «rendere neutrale» per le casse dello Stato l'aumento del coefficiente d'imposta cantonale già previsto per legge. «In un contesto difficile in cui a causa del decreto Morisoli bisognerà risanare le finanze quasi esclusivamente riducendo le spese e quindi tagliando servizi alla popolazione - scrivono in una nota gli ecologisti - siamo molto scettici e critici sull’opportunità di fare ulteriori sgravi fiscali, in particolare se la motivazione è legata alla concorrenza fiscale intercantonale».

Per i Verdi il ritorno al 100% del coefficiente d'imposta cantonale (che genererebbe un gettito aggiuntivo di 46.7 milioni di franchi) andrebbe usato in altro modo. «Va utilizzato - precisano - per ridurre l’impatto e la portata della manovra finanziaria ed eventualmente per introdurre uno sgravio fiscale esclusivamente sui redditi medio-bassi, in particolare sul ceto medio o per degli aiuti mirati. In questa difficile situazione congiunturale è soprattutto il ceto medio che non riceve sussidi e il ceto basso dipendente dagli aiuti (messi in pericolo dalla manovra finanziaria) ad avere delle difficoltà. Le persone ad alto reddito non hanno invece particolari difficoltà economiche e per questo non possono essere ulteriormente favorite».

Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
COMMENTI
 

Lello 11 mesi fa su tio
avete voluto votare per fare risparmiare il governo,un po' come con le targhe e quando ai tempi si pensava di risparmiare con la cassa malati unica,continuate ad accettare queste iniziative e questi sono i risultati

vulpus 11 mesi fa su tio
Che i legaioli del buon Bignasca siano d'accordo ne dubito fortemente. Forse i 2 che siedono in consiglio di stato. Politici allo sbaraglio annebbiati dal caldo. Bisogna andare verso la danza dei dipartimenti, poi si che ne vedremmo delle belle. I risparmi salterebbero fuori come le mosche

Nmemo 11 mesi fa su tio
Se PS e CENTRO non hanno approvato significa che il CdS ha deciso, forzando e a maggioranza con e a favore: LEGA e PLRT. Ogni altro commento sarebbe inutile!

0704 11 mesi fa su tio
Non sen può più di pagare, in Svizzera si paga e basta, ok abbiamo i servizi ma a che prezzo. Devono darsi una ridimensionata se no tra 10 o 20 anni rimangono solo loro, altri cambiano Cantone o Nazione.

marlow 11 mesi fa su tio
Ma sono appena stati eletti !! Suvvia, una "scivolata" sulla buccia di banana ci puo`stare.....

Mattiatr 11 mesi fa su tio
Scusate una domandina svelto svelto, la proposta sul sito del cantone è datata giovedì 13 luglio 2023. Ciò implica che è uscita oggi e che nell'arco di nemmeno mezza giornata due partiti sono stati in grado di leggerla, analizzarla, capirla, discuterne fra di loro, redarre un comunicato decente e pubblicarlo. Le possibilità sono essenzialmente due, 1) sono una manega di grata borsa che in settimana non ha nulla da fare, 2) non hanno letto niente, si sono limitati a fare dei commenti ideologici a caso speculando sul contenuto. Quando qualcuno propone una riforma di qualcosa, che sia lo statuto di un'associazione o una legge, è buona pratica prenderla punto per punto e criticarla nel concreto senza pubblicare baggianate di questo livello. Gli esponenti e le dirigenze di PS e Centro devono vergognarsi di loro stessi, incapaci di lavorare decentemente, praticanti di polemica futile, vuota e dannosa giusto per fare un po' di rumore prima delle federali. Non siete stati eletti per questo, vergognatevi di ciò che siete.

Net21 11 mesi fa su tio
Risposta a Mattiatr
avranno letto la parola sgravi...

Net21 11 mesi fa su tio
Risposta a Mattiatr
avranno letto la parola sgravi

Tirasass 11 mesi fa su tio
Risposta a Mattiatr
Il governo lavora anche con le commissioni preposte, i cui partiti partecipanti restano informati in itinere, quindi anche i gruppi parlamentari. Nel senso che questi comunicati sono l esito di mesi di lavoro sui quali ad un certo punto qualcuno si smarca

Mattiatr 11 mesi fa su tio
Risposta a Tirasass
Tirasass possibile (mai stato in commissioni quindi immagino sia vero). Il mio quesito è, c'è una proposta governativa alla quale (forse) solo una porzione dirigenziale del parito ha potuto accedere anticipatamente. Perché min..chia bisogna fare un comunicato un'ora dopo? Non dovrebbero esserci dibattiti interni? Non andrebbe discusso? Non ci si dovrebbe porre dei quesiti sui punti singolari?¶ Io non ritengo solo vergognoso questo modo di fare, ma pure dannoso. La risposta basata su dei documenti sulla quale non sei sicuro, visto che la versione ufficiale è quella pubblicata, non quella discussa in commissione il mese prima e comunque vuota, in cui non si dice nulla, giusto per farsi vedere, per piazzare la bandierina, è inutile, costoso e dannoso. Inutile perché non porta nulla al dibattito. Costoso perché implica probabilmente lo stesso grado d'approfondimento nei temi trattati in parlamento, quindi spreco di soldi pubblici per aver gruppi che sparano minch..iate ideologiche a mitraglia. Dannoso per i precedenti motivi e perché la dirigenza piazza una bandierina alla quale la base del partito, o si adegua, oppure non è allineato con la linea del parito, senza aver permesso a nessuno di leggere, capire e approfondire le proposte. Io non è che ci capisca molto di materia fiscale, però forse non è perfetta, forse non è tutto da buttare, però i capi hanno preso posizione e noi tutti dietro al capitano che ci piace di più, per il finto moralismo, per la maglietta verde, perché una volta ogni 4 anni ci fa il risotto, .... Bah, se a te piace prego, a me no.

Voilà 11 mesi fa su tio
Risposta a Net21
Net21 Non è la parola sgravi che ha creato la reazione ma è l'aumento del coefficiente cantonale d’imposta dal 97% al 100%. Mattiatr, come sopra... Non servono settimane di analisi per notare l'essenziale, vale a dire aumentare le tasse a tutti per compensare gli sgravi ai facoltosi.

Keope1963 11 mesi fa su tio
Risposta a Voilà
😂👍 esattamente così

nyxness 11 mesi fa su tio
Finchè non ti prendono l’anima non saranno mai contenti! Questi si chiedono come arrivano le famiglie a fine mese, e non dire ci sono gli aiuti..una volta c’erano ora invece no!

Keope1963 11 mesi fa su tio
I ter ro risti da noi non si nascondono, ma sono al governo

adri57 11 mesi fa su tio
CdS debolissimo….. Mai una proposta veramente innovativa. Proporrei un Erasmus senza ritorno!

TheOsage 11 mesi fa su tio
Se non ricordo male, ma potrei sbagliarmi, il coefficente cantonale che negli anni si sarebbe dovuto abbassare fino al 95%, era stato dato come contentino alla plebe per far passare sgravi per i soliti noti. Siccome questo non avverrà, cadranno tutti i privilegi che erano legati a quella votazione? Chiedo per un amico, ma come detto magari ricordo male io che fosse tutto a seguito di una votazione.

sWiSs_PiRaTe 11 mesi fa su tio
sempre a fare i BEEP con il BEEP degli altri...

Johnnybravo 11 mesi fa su tio
Dal partito liberale ci si può aspettare ancora di peggio... il partito degli scioroni, avvocati & Co, sai cosa gliene frega dei poveracci... mi raccomando votate PLR le prossime elezioni, questo è il risultato.
NOTIZIE PIÙ LETTE