Tipress
L'MPS ha presentato decine di atti parlamentari negli scorsi anni.
ULTIME NOTIZIE Ticino
GAMBAROGNO
25 min
Eroe per un giorno: salva un 70enne dalle acque
LUGANO
54 min
«Che fine hanno fatto le panchine?»
LUGANO
1 ora
Helsinn, Giorgio Calderari entra nel Consiglio d'Amministrazione
ITALIA / CANTONE
3 ore
Scomparso in Italia, è ricoverato in un ospedale di Berna
LUGANO
3 ore
Advanced Studies Supsi, ecco i diplomati
CANTONE
4 ore
Borse di studio più generose, ma resta il prestito per il master
CAMORINO
4 ore
La torrida giornata degli asilanti: «Non ne possiamo più»
CANTONE
5 ore
Tram-Treno, sì al credito e all'emendamento socialista
CANTONE
5 ore
Chiusure dei negozi, la trattativa s'inceppa
LUGANO
5 ore
Ex Macello: il Molino è pronto a scendere in piazza
CANTONE
5 ore
Conquista il podio "estremo": «Il mio team ha commesso errori, altrimenti...»
MURALTO
6 ore
Morte della 22enne inglese: la polizia torna in hotel
CAMORINO
7 ore
Asilanti in sciopero, il DSS: «Lo facciamo per loro»
CANTONE
7 ore
Ricercato in assistenza in Ticino: «Non ha ricevuto qua il permesso»
ITALIA / CANTONE
7 ore
Scomparso dalla Provincia di Asti, potrebbe essere in Ticino
CANTONE
22.05.2019 - 09:160
Aggiornamento : 10:19

Gruppo Kering, «il gioco è finito e a noi rimangono i cocci»

L'MPS punta il dito contro «il comportamento più che ambiguo delle autorità» e richiede nuovamente l'istituzione di una commissione parlamentare d'inchiesta sulle residenze fittizie dei manager

BELLINZONA - Dopo l'annuncio della partenza dal Ticino di Kering di ieri, Matteo Pronzini torna a puntare il dito contro il gruppo. «È l'ulteriore conferma - inveisce il granconsigliere - che questo gruppo ha utilizzato e sfruttato il Canton Ticino, contribuendo a deturpare il territorio, precarizzare le condizioni di lavoro e creare inquinamento. Il gioco ora è finito e a noi rimangono solo i cocci».

«L'avevamo detto» - Il deputato, poi, ricorda come questa decisione confermi quello che l'MPS va dicendo da anni. «Per Kering  la presenza sul nostro territorio serviva unicamente quale tassello per miliardarie frodi fiscali. Nulla di più».

«Comportamento ambiguo» - Pronzini in seguito si toglie qualche sassolino dalle scarpe e attacca il «comportamento più che ambiguo» delle autorità. «Consiglio di Stato e buona parte dei partiti di governo hanno sempre elogiato il settore della moda/logistica come modello ed ambito dove investire per lo sviluppo economico di questo cantone» concedendo «permessi di residenza a manager che non risiedevano sul territorio  ed agevolazioni fiscali. Tutto questo è gravissimo».

Decine di atti parlamentari -  L'MPS infine ricorda «le decine di atti parlamentari» presentati in questi anni ed in particolare la richiesta di istituire una commissione parlamentare d’inchiesta sulle residenze fittizie dei manager. «Dovrà essere messa all’ordine del giorno della seduta del Gran Consiglio del prossimo 3 giugno».

Dossier: La Fashion Valley è arrivata alla fine?

1 mese fa Kering è pronta ad andarsene. Via 300 posti di lavoro
1 mese fa Kering pronta ad abbandonare il Ticino? Forse sì
1 mese fa Dopo aver pagato, Kering delocalizzerà?
1 mese fa La moda “una solida realtà”? «È arrivato il momento di fare chiarezza»
1 mese fa Kering: contenzioso chiuso. Pagherà 1,25 miliardi
2 mesi fa Kering, oltre un miliardo per chiudere il caso
4 mesi fa Una ventina di manager con falsa residenza: «Come vi sono sfuggiti?»
8 mesi fa Kering conferma: «Tagliamo 150 posti in Ticino»
8 mesi fa Luxury Goods: «Un fallimento programmato che pagheremo tutti»
8 mesi fa Luxury Goods: il PS chiede risposte al DFE
Commenti
 
F/A-18 1 mese fa su tio
Siamo un po' come dei papponi, facciamo i soldi sulle sofferenze altrui e quando c'è lo fanno notare giriamo volentieri la faccia dall'altra parte, tutto ciò denota ipocrisia, opportunismo e morale sotto ai piedi. Oramai la ricca Svizzera è così da secoli.
marco17 1 mese fa su tio
@F/A-18 Non confondere il Ticino (che è così da alcuni decenni) con la Svizzera.
F/A-18 1 mese fa su tio
@marco17 Infatti non confondo, dico solo che le banche hanno incamerato in passato proprio i soldi frutto di evasioni per non parlare del resto quindi a buon intenditore.....
chiodone50 1 mese fa su tio
forse é il caso di cambiare il manifesto
seo56 1 mese fa su tio
Pronzini vergognati!!
patrick28 1 mese fa su tio
Pronzini basta, hai rotto ! Bella legnata domenica ?
jena 1 mese fa su tio
il cantone ha incassato x mio per x anni (da quello che si legge 50 mio ) sputaci sopra....
spit 1 mese fa su tio
@jena Un tuo conoscente grazie a te risparmia più di 1000 franchi e per un paio d’anni te ne gira 50 l’anno poi si trasferisce. Chi ha fatto l’affare migliore?
curzio 1 mese fa su tio
@jena .... ne ha spesi altrettanti per mantenere gente disoccupata e in assistenza grazie al mercato rovinato dalle aziende-bidone che il cantone ha accolto a braccia aperte. Grande affare!
fonta 1 mese fa su tio
Pronzini smettila che hai stufato!
Gio 1 mese fa su tio
Ma non c'è nessuno in questo cantone che abbia il coraggio di dire che Pronzini è la rovina del Ticino ???? Adesso la colpa è delle autorità ? Ma per favore..... andate avanti a fare interpellanze sulle tutine delle allieve di ginnastica o sulla pericolosità delle sbarre nei giardini pubblici vah....Ufélée fa ul tò meschtée...... Vergognati.
marco17 1 mese fa su tio
@Gio La rovina del Ticino sono quelli come te.
F.Netri 1 mese fa su tio
I socialisti, vogliono che i ticinesi siano tutti poveri in egual misura. A parte i gerarchi del partito, ovviamente.
nordico 1 mese fa su tio
@F.Netri Azzeccato !
pulp 1 mese fa su tio
@F.Netri Un giorno un professore russo chiese ad un suo allievo: Andrej, cos'è il capitalismo? Andrej rispose: Professore è lo sfruttamento dell'uomo sull'uomo! Bravo Andrej rispose il professore... e il comunismo? Andrej rispose: Esattamente il contrario!
F.Netri 1 mese fa su tio
@pulp :-)))) Uno che, all'alba dell'anno 2019 d.C., appende ancora nel suo ufficio l'effige del Che, non deve essere tutto a posto.
nordico 1 mese fa su tio
In una pproprietà c'erano un gatto e un cane che vivevano tranquilli. Finchè un giorno il cane si mise a lamentarsi che il gatto veniva trattato meglio e perfino che gli rubava il cibo. Quando il gatto non ne potè più se ne andò. Da quel momento i topi (che prima erano tenuti sono controllo dal gatto che se li mangiava) iniziarono a proliferare e resero più grama la vita al cane. Ma questo, invece di capire che era stato lui a far partire il gatto, diede la colpa ai topi. Meditate ....
matteo2006 1 mese fa su tio
@nordico Tutto torna, ecco da dove arrivano i ratti che girano per Bellinzona.
marco17 1 mese fa su tio
Per una volta almeno, Pronzini ha mille volte ragione. Soltanto con complicità istituzionali i signori della moda hanno potuto mettere in atto il loro piano truffaldino per pagare meno imposte e ottenere falsi permessi di domicilio. Altro che scandalo Argo!
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-06-25 22:51:59 | 91.208.130.86