Tipress
CANTONE
27.01.2019 - 11:330

Una ventina di manager con falsa residenza: «Come vi sono sfuggiti?»

Matteo Pronzini interpella il Consiglio di Stato alla luce dell'inchiesta sul gruppo Kering

BELLINZONA - Non si placa la bufera attorno al colosso del lusso Kering. Come emerso negli scorsi giorni, il gruppo è finito al centro di un’inchiesta per aver evaso 1,4 miliardi di euro di imposte attraverso la Luxury Goods, non dichiarando ricavi per 14,5 miliardi.

Al centro della vicenda spicca la figura di Patrizio di Marco, ex amministratore delegato di Gucci - una delle controllate del gruppo - che in Ticino godeva di un forfait fiscale, avendo disposto di una residenza fittizia a Paradiso dal 2010 al 2014, quando in realtà risiedeva a Milano. Una situazione che non corrisponde alla definizione di residenza e domicilio fiscale, a cui si aggiunge inoltre il fatto che l’interessato svolgeva un’attività professionale sul suolo elvetico in qualità di membro e presidente del cda di Luxury Timepieces International SA Gucci orologi, con sede nel canton Neuchâtel.

Quello dell’ex patron di Gucci non era però un caso unico, come sottolinea oggi Matteo Pronzini interpellando il Consiglio di Stato per chiedere chiarezza sulle verifiche effettuate. «Come è potuto sfuggire il fatto che una ventina di manager della Kering avessero false residenze?», chiede il deputato MPS che pone poi la sua lente sulla figura di Patrizio di Marco.

In particolare «come è potuto sfuggire il fatto che l’ex CEO di Gucci esercitava un’attività lucrativa in Svizzera?», prosegue Pronzini, che chiedendo lumi sui criteri presi in considerazione nell’accordare la residenza ai cosiddetti globalisti riserva infine una stoccata al direttore del Dipartimento delle istituzioni Norman Gobbi: «Da questa vicenda emerge chiaramente che “ogni volta che l'Ufficio della migrazione viene a conoscenza di un sospetto caso di abuso procede con gli accertamenti necessari” si applica solo alle “persone comuni”, non a chi ha contatti altolocati e dispone di copiose risorse finanziarie».

Le domande dell'interpellanza

  1. Le autorità effettuano verifiche nel caso in cui il manager di una società chiede il domicilio fiscale in Ticino? Se sì, come è potuto sfuggire il fatto che una ventina di manager della Kering avessero false residenze?
  2. Le autorità preposte effettuano controlli sul luogo di lavoro e al domicilio dei manager? Li hanno effettuati nel caso dei manager della Kering?
  3. Le autorità effettuano verifiche nel caso in cui una persona facoltosa chieda la tassazione in base al dispendio? Se sì come è potuto sfuggire il fatto che l’ex CEO di Gucci esercitava un’attività lucrativa in Svizzera?
  4. Secondo 24 Heures fino al 2010 Patrizio Di Marco era pagato dalla Luxury Goods International (LGI), poi la sua retribuzione come «consulente  è stata versata dalla società lussemburghese Castera. Questo “cambiamento” è avvenuto proprio quando ha ottenuto la tassazione a forfait, le autorità non si sono insospettite? (Au même moment, son contrat de consultant change: ce n’est plus la filiale suisse de Kering, Luxury Goods International (LGI), qui le paie, mais Castera.)
  5. Nel fissare la tassazione in base al dispendio si tiene conto anche dello standing del domicilio del richiedente? Quali altri criteri vengono presi in considerazione?
  6. Come è possibile che una persona che abita in un appartamento di standing normale ottenga la tassazione a forfait?
  7. La situazione lavorativa dei globalisti viene riesaminata regolarmente?
  8. Come valuta la “pubblicità” scatenata da questa vicenda per il Ticino in generale e per la piazza finanziaria ed economica ticinese?
Commenti
 
Evry 7 mesi fa su tio
Ma per favore, quanti residenti clandestini, fatti entrare "in carrozza" abbiamo in ticino, la deputata PS, se ricorda, ne ha fatti entrare solo una manciata ????? ..... Alla RSI poi si fanno PR gratuitamente sulle spalle dei contribuenti.
lm 7 mesi fa su tio
Scusate, ma il meccanismo ticinese non fa una grinza: versiamo i ristorni dei frontalieri con una mano e con l'altra ce li riprendiamo grazie alle residenze fittizie dei Manager milanesi. Chi non ha capito il meccanismo, o è troppo ingenuo o troppo stupido!
dan007 7 mesi fa su tio
À svitto e così da 50 anni perché non dovrebbe essere così in Ticino il solo problema è che queste persone fanno aumentare il costo della vita in un Ticino che non ha delle immense risorse sono sicuro che a Paradiso e proprietario del suo alloggio
Liberopensiero 7 mesi fa su tio
Pecunia non olet
seo56 7 mesi fa su tio
Pronzini = rompi palle! Ecco come fare una campagna elettorale a spese dei contribuenti. Gente non votatelo più in aprile altrimenti ci aumentano le tasse per finanziare le sue inutili interrogazioni!
ugobos 7 mesi fa su tio
@seo56 guarda se volete furbetti che si fanno gl affari loro continuate a votare i soliti ma non lamentatevi che non arrivate alle seconda settimana del mese. bravo pronzini avanti cosi.
Frankeat 7 mesi fa su tio
@seo56 Però mi sa che ha ragione lui
Mattiatr 7 mesi fa su tio
@ugobos Va che per ora non ha aggiunto settimane al mio stipendio, anzi.
Bandito976 7 mesi fa su tio
Sfuggiti fintanto che gira il vil denaro
ctu67 7 mesi fa su tio
e num ... a pagum !!!
lo spiaggiato 7 mesi fa su tio
Ma guarda... ancora una volta il dipartimento del ParaNormann è coinvolto in un giro di residenze fittizzie... mah...
ciapp 7 mesi fa su tio
bravo Matteo li conto su una mano i voti che darò e tu sarai tra questi
ugobos 7 mesi fa su tio
non condivido tutte le idee di Pronzini. ma votero per lui e diversi gli daranno il voto. con i rimborsi veramente avete toccato il fondo. a ridere mentre dovevate decidere ma fate schifo.
miba 7 mesi fa su tio
Ho letto le domande di Pronzino, nuovo Torquemada del Ticino, e sono giunto ad una conclusione. Se nell'articolo vengono sostituite Ticino con URSS e ticinese con repubblica comunista questo articolo sarebbe calzato a pennello nel contesto di Krusov o Breznev, tanto caro a Pronzini.... Purtroppo per lui viviamo sempre ancora in un contesto capitalista in cui certe opportunità, meccanismi, regole, vantaggi, svantaggi ecc sono propri di tale sistema. Se vuole il metodo comunista per ora Pronzini dovrà accontentarsi di andare in Venezuela, a Cuba oppure Pyongyang.....
SuperGigio 7 mesi fa su tio
@miba Pronzini a parte, sarei estremamente curioso di sapere come si può definire il sistema attuale se non capitalista. Grazie
frameofmind 7 mesi fa su tio
Già, "sfuggiti"...
Um999 7 mesi fa su tio
@frameofmind Infatti, fin che conviene non si vede nulla quindi sfuggiti, termine appropriato per le convivenze cantonali di convenienza
gmogi 7 mesi fa su tio
Sarà forse perché “lei non sa chi sono io?”
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-09-22 15:16:30 | 91.208.130.87