ULTIME NOTIZIE Ticino
PURA
1 ora
PuraMenteCivica con il 50% di candidature rosa
Nella lista per il Municipio si ripresenta anche il sindaco Matteo Patriarca
MONTECENERI
2 ore
Il PLR di Monteceneri presenta i suoi candidati
L'Assemblea ha approvato all'unanimità i nominativi. In 7 correranno per l'Esecutivo (tra cui il sindaco Celio Cattaneo), in 31 per il Legislativo
CANTONE
2 ore
Salvataggio, cambio al timone
Dopo 24 anni di presidenza Boris Donda passa il testimone a Daniele Bisang. Due annegamenti nei laghi e fiumi ticinesi nel 2018
FOTO E VIDEO
LUGANO
2 ore
I pescatori potevano averlo sulla coscienza
Salvato per un pelo dai soccorritori della Spab. L'associazione: «Troppi casi, occorre sensibilizzazione»
PONTE TRESA
14 ore
Scontro al passaggio a livello: traffico in tilt
Un tamponamento è avvenuto questa sera sulla cantonale verso Ponte Tresa, presso i binari dell'FLP
CANTONE
14 ore
Cambio al vertice dopo 34 anni
Astrid Marazzi lascia la presidenza dei Sindacati indipendenti. Un passo storico per il Sit. Le succede Mario Milojevic
ISONE
17 ore
«Tutto liscio» al carnevale, per ora
Dal "Carnevaa di Locc" un bilancio positivo. «Le regole di sicurezza hanno funzionato»
CASTEL SAN PIETRO
19 ore
“Per Castello” cala il suo sestetto
La lista civica autonoma ha presentato i nomi dei candidati per le elezioni di aprile. Eccoli
CANTONE
19 ore
Doppie dimissioni tra le fila dell'Associazione Donne del PPD
Lasciano la co-presidente Cinzia Marini e l'esponente dell'Ufficio presidenziale Sara Beretta Piccoli
CANTONE
05.02.2018 - 09:330

Anche la REC dice No a "No Billag"

L'Associazione con sede a Lugano che produce documentari: «L'iniziativa mette profondamente in discussione la sopravvivenza di tutta la filiera dell'audiovisivo elvetica»

LUGANO - Anche la REC, che produce e coproduce documentari, cortometraggi e lungometraggi, si schiera contro "No Billag".

Secondo l'associazione con sede a Lugano, l'iniziativa «mette profondamente in discussione la sopravvivenza delle radio, delle televisioni e anche di tutta la filiera dell’audiovisivo elvetica».

Un iniziativa che come spiegano i membri di REC costringerebbe la loro associazione (così come molte altre) alla chiusura. «Con la REC abbiamo cercato di creare un progetto socioculturale con una sostenibilità imprenditoriale. Abbiamo dei soci che ci sostengono, clienti commerciali, ma indirettamente, la gran parte delle nostre entrate, arriva dal servizio pubblico. Passasse "No Billag" dovremmo chiudere».

Commenti
 
Minchius Maximus 1 anno fa su tio
Pure l'U.U.A. Acronimo di "unione urologi associati" raccomanda di respingere l'iniziativa.
Lucadue 1 anno fa su tio
Scusate la mia disattenzione: Ma il Parroco di Castagnola cos'è che ha predicato?
Lokal1 1 anno fa su tio
Passasse "No Billag" dovremmo chiudere».....Ma allora non avete capito il senso dell' iniziativa...mon è che dovete chiudere per forza, ma sarebbe bello che trovaste il modo di mantenervi senza soldi pubbluci!
francox 1 anno fa su tio
@Lokal1 Unmöglich. A meno di strapazzarci l'anima di pubblicità.
pontsort 1 anno fa su tio
@Lokal1 Possono mettersi a stampare soldi
Trasp 1 anno fa su tio
Ah ah ah ah, articolo molto sensato. Complimenti al Giornalista! E quelli della BILLAG sono a favore o contro?
occhiaperti 1 anno fa su tio
E già che meraviglia, mica vanno votre contro che le paga!
Ctg 1 anno fa su tio
Pure l’associazione Caccia alle mosche viola del luganese , é contro la no billag. Evviva!!
Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-01-26 10:58:12 | 91.208.130.85