Cerca e trova immobili

CANTONEOperai travolti dal cassero: archiviata l'inchiesta

21.01.24 - 19:26
I familiari delle vittime hanno però deciso di impugnare l'abbandono alla Corte dei reclami penali.
FVR / M. Franjo
Fonte Rsi
Operai travolti dal cassero: archiviata l'inchiesta
I familiari delle vittime hanno però deciso di impugnare l'abbandono alla Corte dei reclami penali.

CAMORINO - Si è conclusa con un decreto d'abbandono l'inchiesta sul decesso dei due operai italiani di 25 e 36 anni travolti a Camorino, il 2 luglio 2018, da un cassero in legno di oltre due tonnellate. I due sono stati travolti durante la posa di ripari fonici lungo la A2.

Secondo quanto scrive la Rsi, il procedimento penale avviato contro ignoti per omicidio colposo e violazione dell'arte edilizia, non ha ravvisato la responsabilità da parte di terzi. L'inchiesta ha mostrato che formazione delle maestranze e controlli sul cantiere furono adeguati e che nonostante le carenze riscontrate nell'allestimento della relativa documentazione, la direzione del Consorzio agì correttamente.

Stando a quanto riportato dal procuratore pubblico Pablo Fäh, quanto successo è da ricondurre alla negligenza individuale e al mancato rispetto delle norme di sicurezza.

La indagini hanno permesso infatti di appurare che una delle vittime sganciò il cassero dal sollevatore prima di aver avvitato le cosiddette "farfalle" sulle aste di ancoraggio superiori. Oltre a questo, anziché usare la scala per togliere le catene, si arrampicò direttamente sulla struttura, facendola ribaltare.

Alla luce dei fatti, dunque, è stato deciso di archiviare le indagini, dopo aver respinto le richieste di complemento istruttorio avanzate dagli accusatori privati. Nonostante gli sviluppi, le famiglie dei due operai hanno deciso di impugnare l'abbandono. La vicenda quindi non è ancora chiusa. Ora il tutto passa alla Corte dei reclami penali.

Sostieni anche tu la Vallemaggia e la Mesolcina.
Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
COMMENTI
 
NOTIZIE PIÙ LETTE