tipress
LOCARNO
08.06.2021 - 21:180

Decesso in via Pioda, decreto d'accusa per il 63enne

Per il procuratore generale avrebbe dovuto dare prima l’allarme, quando la donna era ancora viva.

L'avvocato difensore, intanto, ha già impugnato la decisione.

LOCARNO - Decreto d'accusa con una proposta, quella del procuratore generale Nicola Respini, di 150 giorni di carcere (sospesi per due anni) e una multa di 300 franchi.

È il nuovo capitolo dell’inchiesta sul decesso di una 52enne, avvenuto a Locarno il 31 dicembre 2019.

Il 63enne che era con lei – secondo Respini – avrebbe dovuto dare prima l’allarme, quando la donna era ancora viva.

L’uomo - riferisce la Rsi - respinge ogni addebito sostenendo che era capitato più volte che la 52enne stesse male e di principio era contraria al chiamare l’ambulanza.

Il difensore, intanto, ha già impugnato la decisione.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-06-13 16:35:44 | 91.208.130.87