BREAKING NEWS
In Ticino altri 110 casi e 6 decessi
Tio/20minuti
LOSONE
18.02.2020 - 18:080
Aggiornamento : 21.02.2020 - 17:29

Reporter maltese uccisa: materiale scottante in Ticino?

Il cronista Orlando Guidetti sta trattando il tema con un importante giornalista italiano. Avrebbe documenti esclusivi sulla morte di Daphne Galizia

di Redazione

LOSONE – La verità sul caso della morte della reporter maltese Daphne Caruana Galizia passa dal Ticino? Il giornalista losonese Orlando Guidetti sarebbe, infatti, entrato in possesso di materiale scottante relativo alla morte della donna, vittima di un’autobomba il 16 ottobre del 2017, dopo ripetute minacce di morte, per le inchieste da lei condotte sull’isola di Malta. «Ho messo a disposizione di un team importante di giornalisti italiani il materiale che mi è stato consegnato da una mia fonte – sostiene Guidetti –. Ho incontrato di recente a Milano un giornalista italiano molto noto per le sue inchieste».

Diffusione ad ampio raggio – Il noto conduttore televisivo italiano sarebbe parecchio interessato al materiale fornitogli da Guidetti. «Nel frattempo un altro noto giornalista ticinese, con il quale spesso mi trovo a collaborare, ha trasmesso personalmente il materiale anche a testate giornalistiche internazionali americane e inglesi».

Riciclaggio e corruzione – Daphne Caruana Galizia era una giornalista che svolgeva inchieste nell’ambito del riciclaggio di denaro sporco e della corruzione del Governo. Quelle stesse inchieste le sarebbero costate la vita. «Finora sono state arrestate tre persone – ricorda Guidetti –. Gli esecutori materiali del crimine. Nessuno ha mai fatto luce veramente sul mandante. Ed è quello che ora si potrà fare grazie al materiale a mia disposizione».

Il nome di Alexander Azzopardi – Guidetti sul secondo numero del periodico Ticino Oggi, da lui stesso fondato, fa riferimento a filmati inediti. E azzarda un nome, quello dell’uomo d’affari Alexander Azzopardi. Sarebbe lui, stando a Guidetti, il principale mandante dell’omicidio. Sul bimestrale emerge che Azzopardi avrebbe attività di riciclaggio e avrebbe pure legami con Lugano.

Si parla di possibili arresti illustri – «Sono in possesso di immagini relative proprio ai mandanti – ribadisce Guidetti –. Quello che posso dirvi è che scoppierà un polverone. Ci saranno degli arresti illustri». Guidetti sembra convinto. «Ho avuto questo materiale tramite miei contatti internazionali. Fonti valide e credibili. Le segnalazioni sono state meticolosamente verificate. Certo, lo ammetto, ho avuto un gran colpo di fortuna, giornalisticamente parlando».

Scintille – Orlando Guidetti, che cita un fatidico incontro avvenuto in un bistrot maltese tra Azzopardi e altre persone coinvolte nella morte della reporter maltese, promette scintille. «Abbiamo anche parlato con Matthew, il figlio di Daphne Caruana Galizia. Stiamo comunque parlando di un caso di assassinio».

Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-03-29 11:36:07 | 91.208.130.87