Polizia di Stato - Questura di Torino
+ 9
CANTONE
15.07.2019 - 13:200
Aggiornamento : 17:03

Estremista di Bissone compra un missile dal Qatar

Un'indagine sull'ultradestra italiana ha portato alla luce collegamenti preoccupanti con il Ticino. Tre fermi, sequestrato un arsenale

CHIASSO - Blitz oltre confine contro l'estrema destra oltranzista. Tre persone, tra cui un cittadino svizzero residente a Bissone, sono state fermate dalla polizia di Torino in un'indagine su alcuni combattenti italiani che hanno partecipato alla guerra in Ucraina.  

L'Antiterrorismo italiano ha arrestato nelle scorse ore un ex militante di Forza Nuova - partito di estrema destra - e altre due persone. Tra questi un 42enne cittadino svizzero residente a Bissone, titolare - come emerge dal registro di Commercio - di una ditta attiva a Chiasso nel commercio di materiale aviatorio. L'uomo è stato fermato all'aeroporto di Forlì con l'accusa di avere acquistato niente meno che un missile aria aria dalle forze armate del Qatar. 

«Abbiamo diverse idee su cosa si potesse fare con il materiale sequestrato» ha dichiarato oggi il questore di Torino Giuseppe De Matteis. «Ad oggi però non c’è alcun riscontro che ci consenta di fare ipotesi» . Nel corso dell'operazione è stato sequestrato un vero e proprio arsenale: carabine d'assalto, pistole e munizioni, oltre naturalmente al missile. 

A quanto risulta, il 42enne svizzero avrebbe aperto nel 2016 un'azienda a Bissone dopo esservisi trasferito da oltre Gottardo. Fallito nel 2016, ha riaperto bottega due anni dopo a Chiasso. L'azienda - da registro di commercio - si occupa di «compravendita, noleggio, gestione e intermediazione nel settore aereo meccanico».  

Aggiornamento: gli arresti domiciliari - Lo svizzero di 42 anni e l'italiano di 51 anni fermati sono stati messi ai domiciliari. Lo ha stabilito il tribunale di Forlì dopo avere convalidato il provvedimento di fermo. Gli investigatori ritengono che il deposito in cui si trovava il missile aria-aria - custodito in un hangar nel Pavese vicino all'aeroporto di Rivanazzano Terme - fosse nella disponibilità dei due indagati.

In allegato la lista completa delle armi sequestrate dalla DIGOS della Questura di Torino.

Questura di Torino
Guarda tutte le 11 immagini
Allegati
Potrebbe interessarti anche
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-09-23 11:58:38 | 91.208.130.89