LOCARNO
26.05.2013 - 16:200

15mila persone, successo per la Notte Bianca

Tanti ospiti d’eccezione, musica e festa prolungata

LOCARNO - Sono state circa 15mila le persone che hanno partecipato ieri alla Notte Bianca a Locarno, nonostante tante incognite, soprattutto quella legata alla meteorologia. La notte più lunga dell’anno si è rivelata molto positiva sotto numerosi punti di vista. A Locarno da Largo Zorzi, a Via Ramogna, a Piazza Grande, fino alla Città Vecchia a piovere solamente tanta ottima musica dal vivo e tante proposte per tutti i gusti e le età. Si è riconfermata vincente quindi la formula definita anche “L’evento degli eventi”, organizzata dall’Associazione Notte Bianca che raggruppa diversi Enti tra cui la Città di Locarno Locarno, l’Ente per le Iniziative del Locarnese, l’Ente Turistico Lago Maggiore, la Società Commercianti, Hotellerie Suisse, Gastro Ticino.

Ad attivarsi per l’occasione, infatti, sono stati il Verzasca Country Festival, il ValleMaggia Magic Blues, andati in scena con un antipasto di quello che sarà presentato nel corso della prossima estate, Risonanza Rec, etichetta ticinese che anche sabato sera è riuscita a mettere in vetrina alcuni dei talenti emergenti di casa nostra e Radio Fiume Ticino, a cui è stata affidata l’animazione del palco di Piazza Grande. Qui si sono esibiti i “big” della Notte Bianca 2013. A partire dai primi tre classificati al concorso radiofonico “Music Club”, ovvero “Nico (N & P)”, “SuMisura” e “Royal Frenz” (vincitore premiato sul palco), tutti a precedere gli ospiti più attesi: “The Bastard Sons of Dioniso”, gruppo del Trentino noto grazie alla seconda edizione di X-Factor Italia ed Enrico Ruggeri che, in 40 minuti, ha messo sul palco tutta l’esperienza e la bravura offerti durante la sua carriera (sono ben 31 gli album realizzati dal cantautore italiano). Si è trattato di un concerto molto particolare, quasi “gucciniano” con canzoni alternate a momenti di riflessione e di espressione dell’artista milanese.

 

L’Accademia Ticinese di Musica, dal canto suo, ha messo in gioco tutta la qualità e il talento dei musicisti sul palco di Piazzetta Remo Rossi, a pochi passi dal maxi-schermo allestito per la finale di Champion’s League da Heineken, tutta in salsa tedesca per la gioia di numerosi turisti presenti. All’evento hanno preso parte persone di tutte le categorie ed età e anche molti turisti, dando un po’ d’ossigeno agli operatori del settore. Tanta musica dal vivo e clima festoso anche nei bar e nei ristoranti all’interno del perimetro della manifestazione, oltre a musica classica, gospel e cori ospitati tra Chiese e piazzette della Città Vecchia. Apprezzati ancora una volta anche gli spazi dedicati al cinema e alla cultura, con l’apertura gratuita dei musei e il concorso di grafica per il manifesto Notte Bianca 2014. La locandina della prossima edizione, premiata alle 19 al Museo Casorella, è stata realizzata da Cheyenne Martocchi, con il motto “l’onda blu”. Si è aggiudicata il primo premio davanti ad altri due ottimi lavori realizzati da Karen Carlin e Lisa Bettini. Una giuria di qualità, coordinata dal direttore dei servizi culturali di Locarno, Riccardo Carazzetti, ha scelto di premiare questi lavori. I manifesti che hanno partecipato al concorso sono stati ben 46 e saranno esposti a Casorella per tutta la prossima settimana.

 

Pure il Castello Visconteo si è animato all’inizio della lunga notte locarnese, proponendo attività creative, giochi e racconti. Famiglie, bambini, giovani, adulti, gente di tutte le età che si è incontrata fino a notte fonda senza particolari problemi di ordine pubblico.

Potrebbe interessarti anche
Tags
bianca
notte
locarno
notte bianca
musica
palco
15mila persone
città
concorso
Copyright © 1997-2019 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2019-01-19 20:24:49 | 91.208.130.87