Cerca e trova immobili

ALTO MALCANTONEFavonio e poca pioggia: «Ecco la stagione degli incendi»

03.02.24 - 20:39
Il rogo esploso (e domato) in Malcantone è purtroppo tipico di questo periodo. Ne hanno parlato i meteorologi di MeteoSvizzera.
Meteo Svizzera / fondazionemalcantone
Favonio e poca pioggia: «Ecco la stagione degli incendi»
Il rogo esploso (e domato) in Malcantone è purtroppo tipico di questo periodo. Ne hanno parlato i meteorologi di MeteoSvizzera.

VEZIO - La stagione degli incendi. Lo potremmo chiamare così il periodo situato tra il tardo inverno e l'inizio della primavera in Ticino. Un periodo che due anni fa ha visto, ad esempio, deflagrare il colossale rogo sul Monte Gambarogno (era il 30 gennaio 2022). E che ieri ha visto divampare il primo incendio boschivo del 2024 nei pressi del Monte Ferraro, nell'Alto Malcantone.

Le fiamme, che sono state poi domate dall'intervento di una trentina di pompieri, sono infatti state favorite - come precisato da MeteoSvizzera sul proprio blog - da «una corrente favonica piuttosto sostenuta. I mesi invernali - continuano i meteorologi di MeteoSvizzera - sono climatologicamente avari di precipitazioni a Sud delle Alpi. Per questo motivo nel tardo inverno e inizio primavera, in concomitanza con la massima frequenza delle giornate favoniche, troviamo anche il massimo di frequenza degli incendi di bosco».

MeteoSvizzeraValori climatologici per Lugano, temperatura e precipitazioni mensili (norma 1991-2020). Come si può notare i mesi invernali sono i più avari di precipitazioni.

Insomma per superare questa "stagione degli incendi" bisogna sperare in precipitazioni consistenti. Una speranza che però non si concretizzerà a breve termine. Nei prossimi giorni è infatti previsto ancora tempo bello e mite. Per la pioggia, invece, bisognerà attendere fino al prossimo weekend. E chissà se basterà...

Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
COMMENTI
 

Peter Parker 4 mesi fa su tio
Ma sarà per il grandissimo caldo…..i nostri laghi in ebollizione….. E‘ tutta l’estate che hanno scritto che gli incendi erano causati dal grandissimo caldo… Ah no…ora è inverno…..ma è questa la stagione degli incendi… Me ne ricorderò questa estate quando i bravissimi giornalisti ricominceranno a dare esclusivamente la colpa al caldo…

Bad 4 mesi fa su tio
Risposta a Peter Parker
Cavoli hai beccato il complotto…

prophet 4 mesi fa su tio
Oltre alla pioggia bisognerebbe sperare anche in mozziconi non più buttati a terra, nessun fuoco all’aperto e camini delle cascine puliti regolarmente.

Nolema 4 mesi fa su tio
Risposta a prophet
Giusto che non si buttino i mozziconi per terra ma non ho mai visto un mozzicone causare un incendio

Discomostro81 4 mesi fa su tio
Risposta a prophet
Spesso sono le ceneri del camino buttate nel bosco che causano gli incendi

Hannoveraner 4 mesi fa su tio
Meglio così

Lukas82 4 mesi fa su tio
Risposta a Hannoveraner
Che brutto avere la testa solo per separare le orecchie
NOTIZIE PIÙ LETTE