Cerca e trova immobili

LOCARNOWinterland chiude con numeri da capogiro

07.01.24 - 13:30
Trecentomila le presenze nell'arco di 45 giorni
Foto Winterland Locarno
Fonte Winterland Locarno
Winterland chiude con numeri da capogiro
Trecentomila le presenze nell'arco di 45 giorni

LOCARNO - Trecentomila presenze nell'arco di 45 giorni e 494 ore di apertura: con questi numeri cala il sipario sulla manifestazione di Piazza Grande. «Una scommessa vinta» è il primo commento di chi Winterland l'ha ideata e fortemente voluta, Michael Lämmler.

Un progetto all'insegna dell'inclusione - «Un progetto così ambizioso, organizzato in così poco tempo, è stato possibile solo grazie a una solida base e alla collaborazione delle diverse professionalità - spiega - tutto è iniziato con la voglia di credere in questa visione e il rischio imprenditoriale intrapreso con i miei partner di enjoyARENA SA, Alessandro e Claudio Fuchs e Eduard Stöckli. Da qui siamo partiti seguendo il principio a noi caro ‘includere e non dividere’. Winterland è stato un esempio concreto di come solo rispettando le sensibilità dei singoli si possono raggiungere grandi risultati comuni. Se si vuole, si può e si fa».

L'indotto - Da considerare anche l'indotto che una manifestazione come Winterland ha generato. «Le differenti realtà del tessuto economico hanno quindi avuto l’occasione di contribuire attivamente, incassando a loro volta un ottimo riscontro - afferma Lämmler. - complici le giornate di bel tempo, le terrazze dei ristoranti sono state piene come nel mese di agosto. Hanno inoltre partecipato 10 Food stand, 60 espositori a rotazione e sono stati impiegati 120 collaboratori par-time». 

La formula vincente che ha messo insieme giovani e meno giovani - La formula messa in campo ha saputo coniugare le esigenze di divertimento di giovani e meno giovani, i cui gusti musicali si sono a volte uniti. «Abbiamo visto i ragazzi cantare le canzoni dei Nomadi e i meno giovani ballare le musiche di DJ come Prezioso». 63 sono state le ore di musica live, con ben 45 concerti gratuiti. Sul palco del Pavilion sono passati 40 fra dischi di platino e d'oro, oltre a 21 band ticinesi.

E sempre il Pavilion - anche in questo caso gremito - è stato la suggestiva location dei pranzi per gli anziani proposti per due giornate dalla Città di Locarno. «Anche questo - dice Lämmler - un grande successo». 

Quarantamila pattinatori e quindicimila discese sull'Ice Toboga - 40’000 i pattinatori scesi sulla pista di ghiaccio gratuita e 15’000 le discese sull’Ice Toboga. «I più piccoli si sono divertiti con 14 attività offerte e pensate appositamente per loro. La piazza ha ritrovato la sua valenza storica e sociale quale luogo d’incontro, grazie a un ambiente sano, con intrattenimento gratuito e diversificato. Questo è uno degli apprezzamenti che ci sono stati fatti più spesso: il ritrovato piacere di incontrarsi in modo spontaneo», continua Lämmler. 

Non solo numeri: la fiaba dei Pescatori di stelle del CISA - Ma Winterland non è solo numeri. La fiaba de I Pescatori di Stelle - creata da CISA, Conservatorio Internazionale di Scienze Audiovisive, sotto la direzione artistica di Davide Grampa - ha saputo emozionare grandi e piccini. Le proiezioni immersive sui palazzi di Piazza Grande hanno fatto da cornice e sfondo all’evento, «creando quell’atmosfera magica che ha saputo scaldare i cuori».

Tutti con il naso all’insù nel seguire la storia di Irene, e con i telefoni in mano. I social si sono addobbati a festa con i colori e le immagini di Winterland. «I locarnesi, ma non solo, hanno condiviso con orgoglio questa favola di cui tutti si sono sentiti parte, facendola diventare ben presto virale».

Piazza Grande: la culla naturale dei grandi eventi - Se Locarno si è confermata una città di eccellenza nel campo dell’audiovisivo, «Piazza Grande si è dimostrata una volta di più il luogo ideale per essere culla di grandi eventi, dal richiamo e respiro internazionale. L’interesse e l’attenzione ricevuta anche dalla Svizzera tedesca e dalla Regione insubrica sono stati un ulteriore segnale positivo, ma l’ottimo riscontro vuole essere solo un buon punto di partenza. L'obiettivo futuro è proiettare Winterland in un evento di portata nazionale, coinvolgendo tutta la regione».

Calato il sipario si pensa già al futuro - Neanche il tempo di godersi il successo, che già si pensa al futuro. «Nelle prossime settimane vi sarà il debriefing di questa edizione coinvolgendo la Città e i principali partner - rivela Lämmler - abbiamo tante idee e proposte per migliorare e far crescere Winterland».

E poi i ringraziamenti finali «a tutti i partner e sponsor, fondamentali per la riuscita dell’evento. In particolare alla Città di Locarno, che ha reso possibile tutto questo, Le tre banche Raiffeisen del Locarnese e Valli, Ascona-Locarno Turismo e la SES».

COMMENTI
 

Delfi 1 mese fa su tio
Bravi complimenti e un grazie di cuore agli organizzatori Winterland e alla città di Locarno...grazie per averci fatto sognare questi 45 giorni

eldo74 1 mese fa su tio
Bravi! Bellissima manifestazione e molto bella l’idea degli spettacoli gratuiti!

Se7en 1 mese fa su tio
… chissà se il Sindaco e Vice e qualche municipale di Lugano, che a mio modo di vedere sono degli incapaci su tutta la linea, traggono insegnamento da quanto fatto a Locarno! Persone antiquate e povere di idee ….!

gigipippa 1 mese fa su tio
Risposta a Se7en
Non è che tutte le città del Ticino debbano fare la stessa cosa. Locarno oltre ad essere ben servita dai TILO, è la città più bella per eventi di questo tipo e li sanno fanno bene.

Diablo 1 mese fa su tio
Risposta a Se7en
Io invece penso che ogni città/paese ha i suoi diciamo eventi di punta . Se Locarno lavora bene con questo evento , Bellinzona con il Rabadan , Lugano con la festa d autunno … perché dover per forza cambiare qualcosa per emergere ? Giusto anche che gli eventi siano sparsi sul territorio

Se7en 1 mese fa su tio
Risposta a Diablo
… per rendere anche a Lugano un Natale un po’ diverso dal solito, più attrattivo e spumeggiante..! Se tanta gente si lamenta, ci sarà beh un motivo…! Credo!

Diablo 1 mese fa su tio
Risposta a Se7en
Se7en capisco ma non sono nemmeno cosi convinto...sono sceso diverse sere e la piazza era bella piena...fosse stata vuota....ma rispetto il tuo pensiero e penso che cmq si possa sempre migliorare

Se7en 1 mese fa su tio
Risposta a gigipippa
Non ho mai scritto che devono fare “copia incolla” ma prendere degli spunti per fare qualcosa di diverso anche a Lugano. Ogni anno è sempre la stessa menata …! Mi dispiace, ma nel Municipio di Lugano e non solo, pullulano gli incapaci e spesso raccomandati e poveri di idee e inventiva …!

gigipippa 1 mese fa su tio
Risposta a Se7en
Sono convinto che se qualcuno porta e motiva una buona idea, riceve le autorizzazioni anche a Lugano.

Se7en 1 mese fa su tio
Risposta a gigipippa
… convinto te! Personalmente non la vedo così…!

Roger1980 1 mese fa su tio
Bravi! Avete trovato una ricetta magica quanto semplice ("dare per avere") e la popolazione ha gradito! Ci vediamo l'anno prossimo 👍

John Wayne 1 mese fa su tio
Complimenti, veramente bello! Specialmente perché il tutto è stato fatto in fretta visti i tempi di chi ha pensato (per fortuna) di mollare 5 minuti prima di mezzanotte perché senza idee innovative. Peccato per la pioggia in alcuni concerti.

Balù 1 mese fa su tio
Con i soldi degli altri si può fare tutto

Raptus 1 mese fa su tio
Peccato nn vengano accettati i contanti

dipi 1 mese fa su tio
Risposta a Raptus
Quello ormai è soggettivo, per me che non ne ho mai qua l'ho trovato top...

Rigel 1 mese fa su tio
Grazie per aver fatto vivere la Piazza

Pianeta Terra 1 mese fa su tio
Grandi!! Un applauso a Locarno e a chi ci ha lavorato intensamente!!

Gemello 1 mese fa su tio
Bravi bravi e ancora bravi per il grande coraggio!!
NOTIZIE PIÙ LETTE