Cerca e trova immobili

LUGANOUn corteo per chiedere il cessate il fuoco immediato

30.11.23 - 14:54
Chi vuole partecipare dovrà limitarsi a portare bandiere, striscioni e cartelli inerenti alla Palestina.
Ti Press archivio
Fonte Coordinamento unitario a sostegno della Palestina
Un corteo per chiedere il cessate il fuoco immediato
Chi vuole partecipare dovrà limitarsi a portare bandiere, striscioni e cartelli inerenti alla Palestina.

LUGANO - Il Coordinamento unitario a sostegno della Palestina invita la cittadinanza a partecipare al corteo che si terrà sabato 2 dicembre 2023 a Lugano. Il ritrovo è per le 14:30 al prato dietro l’USI (in Via Madonnetta, lato fiume) da dove il corteo partirà poi alle 15 e terminando in Piazza Molino Nuovo.

L'evento vuole riversarsi nelle strade per esigere - ancora una volta - «un cessate il fuoco immediato e duraturo uno stop all’occupazione israeliana nei Territori palestinesi e al blocco su Gaza, nonché per rivendicare il diritto all’autodeterminazione del popolo palestinese. Invitiamo tutti i partecipanti al corteo a limitarsi a portare bandiere, striscioni e cartelli inerenti alla Palestina, senza simboli di partito», scrive il comitato organizzativo nel comunicato stampa.

«Non possiamo e non dobbiamo stare in silenzio di fronte a queste barbarie, non possiamo divenire complici di un’occupazione che da decenni semina solo morte e devastazione».

COMMENTI
 

Nolema 2 mesi fa su tio
A quando un corteo per aiutare i nostri che non ce la fanno a tirare fine mese ? 🤬🤬🤬🤬

Pippopeppo 2 mesi fa su tio
tutti pronti a puntare il dito contro Israele, ma le malefatte dei terroristi di Hamas, p.es. vedi l'attentato di oggi, passano in secondo piano, palestinesi tutti santi vero? e fanno anche gli offesi quando si fa notare che reggono la coda ai terroristi, p. es. i fatti di Milano. Ma non fatemi ridere

Sciguetto 2 mesi fa su tio
A quando un corteo per chiedere il rilascio immediato di tutti gli ostaggi?

tschädere 2 mesi fa su tio
provando a commentare mi sembra che non si possa usare la parola isr.....

Pippopeppo 2 mesi fa su tio
si potrà essere solidali veramente con i palestinesi solo ed unicamente quando questi dimostreranno al mondo intero di rifiutare e di distanziarsi da qualsiasi forma di terrorismo. Il popolo palestinese é l'unico al mondo che, con il suo modo di fare insensato e mescolandosi con i terroristi, é riuscito a passare dalla ragione al torto ed ora non gli crede più nessuno. a parte un qualche bonista che non ha ancora capito da che parte sorge il sole.

W.Bernasconi 2 mesi fa su tio
Risposta a Pippopeppo
Descrizione e generalizzazione del popolo palestinese al limite del comico.. complimenti!

W.Bernasconi 2 mesi fa su tio
Risposta a Pippopeppo
Mmmmhh mi faccia indovinare.. anche i civili nordcoreani appoggiano il loro d i t t a t o r e , vero? Anche i russi vero? Eh si certo perché seguendo il suo brillante pensiero neppure loro si sono distanziati dal regime che hanno.. lei ne parla come se fosse una cosa possibile per i civili.. oppure lo sta usando come pretesto per giustificare le azione dei r i n n e g a t i?

W.Bernasconi 2 mesi fa su tio
Giusta manifestazione per un giusto obiettivo!

W.Bernasconi 2 mesi fa su tio
G

Pippopeppo 2 mesi fa su tio
e l'odierno attentato di Hamas lo abbiamo già dimenticato? come si può essere solidali con chi sostiene il terrorismo?

W.Bernasconi 2 mesi fa su tio
Risposta a Pippopeppo
… ovviamente non si è solidali con Hamas! Ma con la popolazione palestinese martoriata ingiustamente dall’ex popolo prediletto di Dio

tschädere 2 mesi fa su tio
Risposta a Pippopeppo
e tutti i palestinesi caduti nessuno dice niente.

Pippopeppo 2 mesi fa su tio
Risposta a W.Bernasconi
che ha retto la coda ad Hamas fino ad oggi?
NOTIZIE PIÙ LETTE