Cerca e trova immobili

CANTONE«Stop a strutture come quella di Chiasso e limitare gli arrivi»

13.10.23 - 15:40
L’UDC presenta una mozione e un’interpellanza sull'emergenza migranti
Ti-Press
Fonte UDC
«Stop a strutture come quella di Chiasso e limitare gli arrivi»
L’UDC presenta una mozione e un’interpellanza sull'emergenza migranti

BELLINZONA - Udc all’attacco sulla questione migranti: fermare il numero incontrollato degli arrivi e non autorizzare l’apertura di altri centri come quello di Chiasso. Puntualizzazione, quest’ultima, che arriva dopo le parole del «responsabile dell’Ufficio cantonale dei richiedenti asilo e dei rifugiati che ha detto in modo chiaro, come la struttura de La Perfetta ad Arzo verrà aperta per ospitare i migranti», ha specificato l'Udc.  

Il ragionamento, alla base di un’interrogazione e di una mozione appena depositate, è chiaro. «La situazione attuale è la logica conseguenza alla disastrosa gestione del settore dell’asilo della capo del Dipartimento federale di Giustizia e Polizia, signora Baume – Schneider, che continua a sostenere pubblicamente che tutto va bene e che la Svizzera sta gestendo correttamente la situazione. Un caos che costerà ai contribuenti più di 4 miliardi di franchi quest’anno, solo a livello federale».

E per rafforzare il concetto ricorda come «i cittadini di Chiasso, ancora recentemente hanno lanciato l’ennesimo grido di allarme dopo l’esplosione dei crimini perpetrati dai richiedenti l’asilo. Gli interventi di polizia nella cittadina di confine legati ai richiedenti l’asilo sono oltre 400 (dato settembre 2023) e sono aumentati del 42% rispetto al 2022 e del 278% rispetto al 2021», dice il Segretario. 

Per centrare gli obiettivi ecco dunque i due documenti. «L’UDC chiede al Consiglio di Stato, tramite una mozione, di farsi promotore verso il Consiglio federale, in particolare verso la titolare del Dipartimento, Consigliera federale Baume-Schneider, affinché la problematica di Chiasso venga risolta e non venga replicata in modo ingenuo in altre regioni e Comuni del Ticino. Parallelamente, chiede al Consiglio di Stato di sospendere qualsiasi apertura di nuove strutture sul territorio cantonale, perché questo significherebbe sostenere la politica lassista promossa da Diipartimento federale di Giustizia e Polizia», si legge nella mozione.

Allo stesso tempo il gruppo Udc in Gran Consiglio ha inoltrato un’interpellanza con la quale intende «far luce sui motivi per i quali la sicurezza della cittadinanza a Chiasso risulta essere compromessa allo stato attuale. Una situazione che, senza un intervento incisivo da parte delle Autorità e un maggior supporto alle forze di polizia già enormemente sollecitate, rischia di peggiorare e degenerare molto in fretta. Il numero di migranti che sbarca ogni giorno sulle coste italiane è impressionante e, memori della prassi che vige nel Bel Paese quando la penisola è vittima di una crisi migratoria, dobbiamo aspettarci che la pressione sui nostri confini aumenterà nelle prossime settimane. Sono necessarie contromisure immediate», si chiude l'interpellanza.

NOTIZIE PIÙ LETTE