Cerca e trova immobili
«Non è vero che odio la Svizzera, volevo solo scherzare»

IL CASO SOCIAL«Non è vero che odio la Svizzera, volevo solo scherzare»

08.11.22 - 06:30
Sui social un'imitazione dei ticinesi che fa discutere. A realizzarla la 20enne studentessa Giorgia Bevilacqua.
Giorgia Bevilacqua
«Non è vero che odio la Svizzera, volevo solo scherzare»
Sui social un'imitazione dei ticinesi che fa discutere. A realizzarla la 20enne studentessa Giorgia Bevilacqua.

MINUSIO/MILANO -  La scritta che campeggia a tutto schermo è: "Odio la Svizzera italiana". Poi scatta un'imitazione. Con il confronto tra un abitante di Bellinzona e uno di Locarno. E qualche battuta sul Rabadan e sul costume da contadino. Su TikTok da qualche giorno circola un video che sta facendo discutere. E che secondo alcuni sarebbe anche offensivo. In immagine appare il volto di una bella ragazza.

«Ho esagerato» – Tio/20Minuti ha provato a rintracciarla. Lei è Giorgia Bevilacqua, ha 20 anni, è nata a Pordenone, nel Friuli, ma è cresciuta a Locarno. E oggi studia moda a Milano. «Non è vero che odio la Svizzera italiana. Ho esagerato. Non avrei dovuto scrivere quella parola. È normale che poi la gente mi fraintenda».

«Il Ticino lo adoro» – E allora? Qual era lo scopo di questo video che nel frattempo sta viaggiando di chat in chat? «Io sono una tipa molto autoironica. Mi piace prendere in giro me stessa e anche gli altri. Non era mia intenzione mettere i ticinesi in cattiva luce. Chi mi conosce sa che io in realtà il Ticino lo adoro. Anche per la sua natura. Certo, non c'è la movida presente a Milano. Ma il Ticino è casa mia». 

«Sogno di lavorare nel mondo dello spettacolo» – Intanto però il video si apre con una frase che dice "Una persona che nasce, cresce e muore in Ticino può incontrare un'unica razza di essere umano". Da lì parte una cantilena discutibile. «Io ho anche un lato comico. Un giorno mi piacerebbe lavorare nel mondo dello spettacolo oltre che come modella. Nessuno si offenda, per carità. Ci sono anche personaggi famosi che imitano i ticinesi. Io l'ho fatto davvero solo per ridere e mi scuso se qualcuno potrebbe essersela presa».
 

NOTIZIE PIÙ LETTE