Immobili
Veicoli
Trenta azioni ticinesi per il clima

CANTONETrenta azioni ticinesi per il clima

22.05.21 - 11:36
Dal cimitero delle vittime al rogo medievale: ieri anche nel nostro cantone è andato in scena lo Sciopero per il Futuro
Sciopero per il Clima
Trenta azioni ticinesi per il clima
Dal cimitero delle vittime al rogo medievale: ieri anche nel nostro cantone è andato in scena lo Sciopero per il Futuro

BELLINZONA - Duecento azioni decentralizzate hanno avuto luogo, ieri, su tutto il territorio nazionale per sensibilizzare sulla crisi ambientale. Si trattava della mobilitazione dello Sciopero per il Futuro. Uno “sciopero” che ha avuto luogo anche in Ticino, con oltre trenta azioni da Intragna a Morbio Inferiore, da Locarno a Lugano.

A Locarno gli attivisti hanno installato un rogo medievale sul quale è stato posto il pianeta Terra. Sette “incendiari” minacciosi e con vestiti eleganti erano disposti interno al rogo con fiaccole fiammanti. Lo scopo era di denunciare la responsabilità che grava «su banche come UBS e Credit Suisse e su multinazionali come Glencore, Syngenta e Nestlé dal punto di vista ambientale».

Uno striscione gigante è invece stato appeso alla Torre Bianca del Castelgrande di Bellinzona. Presentava la scritta “Agire”. In Piazza del Sole è invece stato messo in scena un teatro in cui da una parte veniva rappresentata una situazione del nostro quotidiano e dall'altra le implicazioni ambientali.

In Piazza Manzoni a Lugano è stato allestito un cimitero delle vittime della crisi climatica, con lo scopo di sottolineare che ogni anno si contano più di 250'000 morti.

Tutte le azioni, con tanto di collegamenti e interviste, sono state proposte e trasmesse anche online nella prima diretta di Telefuturo.

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE TICINO