Immobili
Veicoli

MENDRISIOL’osservatorio non c’è più: «La montagna ora è un po' più povera»

07.05.21 - 06:00
La smantellamento del telescopio aperto al pubblico più grande del Ticino è terminato. Verrà trasferito nel Canton Berna.
Francesco Fumagalli
L’osservatorio non c’è più: «La montagna ora è un po' più povera»
La smantellamento del telescopio aperto al pubblico più grande del Ticino è terminato. Verrà trasferito nel Canton Berna.
Sul Monte Generoso, di fianco al Fiore di Pietra, non ci sarà più il fiore (all’occhiello) dell’astronomia ticinese

MENDRISIO - Sono terminati in questi giorni i lavori di smontaggio e smantellamento dell’osservatorio astronomico che si trovava sul Monte Generoso, poco distante dal Fiore di Pietra. Dopo 25 anni in cui ha accolto turisti e scolaresche, la strumentazione verrà trasferita sul Gurten, montagna bernese gestita anch’essa da una società appartenente al Gruppo Migros.

Operazioni che non sono state prive di nostalgia per chi durante questo quarto di secolo ha visto l'installazione nascere, svilupparsi fino ad accogliere 3’000 visitatori all’anno e infine, appunto morire. Come Francesco Fumagalli, responsabile dell’Osservatorio Calina e dell’Osservatorio Capanna di Gorda, che ha preso parte ai lavori: «Siamo tutti molto tristi per la scomparsa dal nostro territorio di un osservatorio astronomico di eccellente qualità, sia strumentale sia ambientale. La montagna ora è un po' più povera», commenta con un mix fra delusione e stizza.

Che l’interesse verso il telescopio all’aperto più grande del Cantone fosse negli ultimi anni diminuito è probabilmente vero. Ma questo calo, secondo Fumagalli, è dovuto principalmente all’impossibilità di pernottare sul posto (cosa che in passato era possibile fare) e quindi al vincolo del rientro prima di mezzanotte: «È stato un crescendo di problematiche dopo la costruzione del Fiore di Pietra. All’inizio una parte alberghiera era prevista, ma in un secondo momento non è più stata contemplata», ricorda Fumagalli. E durante la stagione estiva, di sera, c’è ancora troppa luce per poter osservare il cielo.

Insomma, a livello di promozione si è preferito concentrarsi su tutto ciò che ruota attorno all’opera progettata da Mario Botta e alla ferrovia, accantonando la scienza. Che ora si trasferisce in terre bernesi: «Seguirò anche le operazioni di rimontaggio - assicura Fumagalli - che sono delicate tanto quanto quelle di smontaggio». L’esperto prova comunque a guardare alla metà piena del bicchiere - «meglio altrove che da nessuna parte» - ma non cela il suo di disappunto: «Chi l’aveva creato (l’allora direttore delle Ferrovie Monte Generoso Sergio Barenco) ce l’aveva a cuore e faceva in modo che tutto funzionasse. E così era. Chi è venuto dopo si è trovato l’oggetto fatto e forse non ne ha capito le potenzialità».

COMMENTI
 
Lore61 1 anno fa su tio
Al suo posto una bella casa anziani, così forse anche il trenino non dovrà chiudere....XD
vulpus 1 anno fa su tio
Ma è la Migros che non lo ha più voluto. Dovevano portare su e giù di notte gli appassionati, e probabilmente era un costo. Quando hanno rifatto il ristorante è stata fatta la scelta di non più avere albergo, e questo è stato sicuramente un motivo.
Don Quijote 1 anno fa su tio
Sono tremendamente deluso da questo scambio, prendiamo una Botta e perdiamo il telescopio, la cultura e la possibilità di pernottamento in questa magnifica montagna. Il tramonto, la notte, l'alba e il contrasto della Lombardia che si accende come un bracciere quando cala l'oscurità, osservando verso nord si vede l'arco alpino di un colore viola-blu notte in contrasto con la vista a sud. Il fiore di pietra è una ciofeca architettonica in un luogo dove la vista a 360 gradi andava privilegiata, invece, i petali del fiore in cemento armato ostacolano in modo impietoso la vista.
B.P.66 1 anno fa su tio
Fa’ e desfà l’è tüt laurà! E nüm a pagum
Tato50 1 anno fa su tio
Ma non potevano lasciarlo e se proprio volevano sul Gurten ne mettevano magari uno più moderno. Forse non era più un'attrazione ma che disturbo dava e magari per alcuni mancherà! Se gli lasciavano mettere un autoadesivo con scritto MIGROS lo lasciavano ? ;-((
cle72 1 anno fa su tio
Mi chiedo ma I vari enti e ufficio del turismo non ha aperto bocca in merito? Si parla di turismo ecc ecc e poi assistiamo a queste cose? Ticino terra guidata da incompetenti!
NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE TICINO