Immobili
Veicoli

MENDRISIOAl Serpiano un percorso specifico per le... tre ruote

30.04.21 - 14:53
È stato sviluppato in collaborazione con l'atleta paralimpico di Stabio Murat Pelit.
Mendrisiotto Turismo, Jacques Perler
Al Serpiano un percorso specifico per le... tre ruote
È stato sviluppato in collaborazione con l'atleta paralimpico di Stabio Murat Pelit.
Il tracciato, lungo 3,7 km, è dedicato in particolare alle persone con disabilità motorie e potrà essere percorso da tutti grazie a delle bike speciali.

MENDRISIO - È stato inaugurato oggi un nuovo percorso circolare che, con partenza dall’Hotel Serpiano, propone un itinerario che introduce alla splendida natura e ai paesaggi della zona. Un percorso che già era tracciato e non ha dovuto essere costruito ex novo, ma che l’Organizzazione Turistica Regionale (OTR) ha deciso di segnalare come un’offerta particolare e di dedicare a Murat Pelit, l’atleta paraolimpico di Stabio e fondatore dell’associazione Ti-Rex Sport.

L’associazione Ti-Rex Sport è nata con l’obiettivo di stimolare il maggior numero di persone con disabilità motoria alla pratica di sport impensabili e, per tramite del suo presidente, ha condiviso l’idea ed anche l’obiettivo di realizzare un percorso al Serpiano che sarà proposto anche a persone disabili e percorribili con delle bike speciali, che possono essere utilizzate anche da persone normo dotate.

La storia di Murat, che da diversi anni fa parte dello Swiss Paralympic Ski Team ed è un atleta di Coppa del Mondo, racconta il coraggio e la passione per la vita e per lo sport, ma anche i numerosi traguardi raggiunti e gli obiettivi che ancora l’atleta ambisce a raggiungere. È il racconto di una persona particolarmente atletica che usa da alcuni anni queste speciali bike con tre ruote per effettuare delle spericolate imprese in giro per il mondo, ma che sa dare valore alle emozioni più semplici ed apprezza particolarmente la regione in cui è cresciuto, come anche la possibilità di introdurre altre persone disabili a questo sport.

Murat, che si sta preparando per le prossime paraolimpiadi e che al suo attivo ha numerose esperienze in ambito sportivo, si è così espresso in merito a questo nuovo progetto: «Sono molto felice della nascita di questo percorso, che si trova proprio qui sul Monte San Giorgio, dove ho potuto sperimentare per la prima volta l’emozione di salire sulla montagna e di percorrerne i tracciati con la mia mountainbike a tre ruote. Questo percorso, lungo 3.7 km che si trova prioritariamente nel bosco ed è percorribile in 45 minuti, mi auguro potrà essere per altri ciò che è stato per me. Il mio auspicio è che le persone che sceglieranno di venire qui per provare l’esperienza della guida di una bici a tre ruote possano provare le mie stesse emozioni, che sento forti oggi qui su questa montagna e su questo sentiero dove mi sento a casa e dove sento di condividere molto con le persone care, amici e parenti».

Altri progetti in vista - Nell’ambito dei progetti prioritari che la OTR intende sviluppare in collaborazione con i partner presenti nell’area del Monte San Giorgio, si sta inoltre progettando un grande itinerario circolare per biker che, con partenza da Capolago, raggiunta Rancate prosegue fino a Serpiano per poi raggiungere l’Alpe di Brusino ed infine scendere lungo un nuovo tracciato in direzione di Riva San Vitale.

L’obiettivo della OTR è di realizzare questo itinerario nel corso del 2021 ed i lavori sono già avviati. Ed è proprio nell’ambito dello sviluppo di questo importante progetto che sono stati sviluppati i primi scambi d’opinione con Murat Pelit sul tema della percorribilità dei tracciati biker per le bike a tre ruote che lui abitualmente guida e che intende promuovere attraverso l’associazione TI-Rex Sport. Oltre ad essere già stato “Testimonial” per la regione con l’edizione della GUIDA turistica, Murat affiancherà quindi l’OTR per una consulenza che mira a valutare possibili sviluppi del percorso inaugurato oggi.

Questo percorso al Serpiano, oltre ad essere una prima a livello svizzero se si considera la specificità del target al quale si rivolge, rappresenta anche un’anticipazione per quanto concerne il tema Bike sul Monte San Giorgio, dove sono molti i partner pronti ad accogliere i futuri potenziali fruitori. 

COMMENTI
 
NOTIZIE PIÙ LETTE