Immobili
Veicoli

CAPRIASCAStatua accusata di «ispirare al suicidio», il Municipio la difende

25.03.21 - 11:29
Osteggiato il monumento commemorativo dedicato ad Alfonsina Storni
Archivio
Statua accusata di «ispirare al suicidio», il Municipio la difende
Osteggiato il monumento commemorativo dedicato ad Alfonsina Storni
La posa è stata ostacolata con un ricorso al Governo. Ma il Comune non ha intenzione di rinunciarvi

CAPRIASCA - Può una statua commemorativa urtare la sensibilità dei cittadini e istigare al suicidio? Se lo chiede il Municipio di Capriasca. E la risposta che si dà pare essere affermativa.

Da alcuni mesi, infatti, dopo che nel contesto dei lavori di riqualifica del nucleo di Sala Capriasca il Comune ha deciso di commemorare Alfonsina Storni (poetessa argentina nata a Sala Capriasca nel 1892), con la posa di una statua a lei dedicata nell’omonima piazza, è sorta una «campagna politica e mediatica avversa a questa iniziativa».

Stando all'Esecutivo cittadino, sarebbe stata criticata prima la scelta dell’artista, poi «insinuato che la statua possa rappresentare un pericolo per i bambini che giocano in Piazza». Fino a «ostacolarne la posa» con un ricorso al Consiglio di Stato, nel quale oltre a sollevare alcuni degli aspetti appena esposti, si è «cavalcata la tesi secondo cui una statua sarebbe equiparabile a una costruzione edile, o meglio ad un edificio, e quindi dovrebbe rispettare le normative ad esso correlate».

È stato infine contestato l’inserimento paesaggistico dell’opera, «misconoscendo la natura intrinsecamente estetica di un’opera d’arte e tentando per l’appunto di relegarla al rango di mero oggetto inespressivo e privo di significato».

Il Municipio si rammarica per quanto accaduto: «Ciò - sottolinea - avrà la conseguenza di ritardare la posa di una scultura commissionata ed eseguita oltre un anno orsono e che, al pari della poetessa che raffigura, rischia di venir sopraffatta da un oceano, in questo caso di infamie, prima d’esser ammirata per la sua pregevolezza».

COMMENTI
 
don lurio 1 anno fa su tio
Speriamo che venga posata come monumento sulla diga della verzasca o lungo la errovia e nelle stazioni , ecc... questo per evitare a suicidarsi.
pillola rossa 1 anno fa su tio
Le distanze sociali create ad arte ispirano al suicidio, ma nessuno dice niente. Anzi, guai a chi si abbraccia e si scambia calore umano. Meditiamo.
volabas56 1 anno fa su tio
Se qualcuno vede in questa statua, una possibile istigazione al suicidio, penso sarebbe buona cosa che si facesse visitare da uno bravo..ma molto bravo. Bigottoni.
Frankeat 1 anno fa su tio
Non so chi ci sia dietro a queste proteste, ma sarebbe bello che avessero il coraggio di metterci nome, cognome e faccia e spiegassero quale è il vero o quali sono i veri motivi di questa battaglia contro la statua. Perché tutte le scuse che ho letto, sono chiaramente dei motivi che nessuno con un QI più alto di 0 potrebbe mai pensare veramente. E' evidente che qui stanno inventando le scuse più assurde, senza dire il vero motivo. Poi magari scopriamo che possono anche avere ragione, ma non certo con queste minchiate.
vulpus 1 anno fa su tio
Fastidi grass in Capriasca
pontsort 1 anno fa su tio
Allora facciano sparire i crocefissi perche glorificano il martirio...
Viperus 1 anno fa su tio
Pazzesco...la gente non sa più cosa inventarsi...
Gus 1 anno fa su tio
In questo mondo di supponenti ignoranti non si è capaci di dare il giusto senso e valore alle opere d'arte (come ai tempi dell'Inquisizione). E non è difficile immaginare da che parte politica arrivino gli oppositori.
NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE TICINO