Rescue Media (immagine illustrativa)
LOCARNO
08.10.2020 - 16:130

Idrocarburi a Solduno: «L'acqua è sempre stata potabile»

L'incidente avvenuto a maggio è stato riferito alle autorità con un mese di ritardo e ha avuto strascichi fino a oggi.

Il Municipio rassicura la popolazione sulla potabilità dell'acqua e inoltra denuncia penale al Ministero Pubblico per l'infrazione alla Legge federale sulla protezione delle acque.

SOLDUNO - L'incidente è avvenuto lo scorso mese di maggio. Ma cinque mesi dopo è ancora fonte di strascichi. Stiamo parlando dell'accidentale dispersione di olio combustibile avvenuta a Solduno durante dei lavori di manutenzione a una cisterna di una casa privata. Una dispersione che, però, non è stata immediatamente comunicata alle autorità. «Questo - precisa il Municipio in una nota - ha permesso un ulteriore progressivo avanzamento dell’inquinamento nel sottosuolo della zona interessata, che si trova a qualche centinaio di metri dall’area di protezione della captazione dell’acqua potabile della Morettina».

Fortunatamente, però, gli idrocarburi non hanno raggiunto la falda: «L'acqua dei pozzi - sottolinea il capodicastero Sicurezza, Genio civile e Acqua potabile Niccolò Salvioni - è rimasta ed è costantemente potabile e priva di tracce d’idrocarburi. È fondamentale proseguire l’attività di controllo e di contenimento dei rischi, cosicché, oltre a garantire un costante ineccepibile approvvigionamento idrico della Città, si possano evitare danni maggiori».

Ma gli strascichi di questo affare, non si sono limitati alle misure sul campo e all'osservazione. Il Municipio di Locarno, infatti, ha deciso d'inoltrare al Ministero pubblico una denuncia penale per l'infrazione alla Legge federale sulla protezione delle acque, costituendosi inoltre quale accusatore privato in tale ambito. 

I diversi attori interessati dall’inquinamento e le rispettive compagnie assicurative, stanno discutendo in modo costruttivo anche allo scopo di ridurre per quanto possibile i danni passati (ed eventualmente anche quelli futuri) alla cosa pubblica. 

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
pardo54 8 mesi fa su tio
Urca che prontezza d’informazione! Successo in maggio, comunicato in ottobre!
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-06-20 12:24:58 | 91.208.130.89