CANTONEIl ballottaggio per il Consiglio degli Stati è valido

04.06.20 - 12:31
Lo ha stabilito il TRAM, che ha respinto il ricorso presentato lo scorso novembre dall'avvocato Gianluca Padlina
Archivio Tipress
Il ballottaggio per il Consiglio degli Stati è valido
Lo ha stabilito il TRAM, che ha respinto il ricorso presentato lo scorso novembre dall'avvocato Gianluca Padlina

BELLINZONA - Filippo Lombardi scalzato da Marina Carobbio Guscetti a causa d'irregolarità nell'invio del materiale di voto agli elettori residenti all'estero? È quanto chiedeva di verificare l'avvocato Gianluca Padlina, presentando un ricorso al Tribunale amministrativo cantonale (TRAM). Un ricorso che è stato respinto, come fa sapere oggi il Consiglio di Stato. E che conferma quindi la validità del ballottaggio per il Consiglio degli Stati dello scorso 17 novembre.

Il ricorrente, lo ricordiamo, aveva contestato l'operato delle cancellerie dei comuni ticinesi per quanto riguarda la tempestività dell'invio del materiale di voto. Diversi cittadini residenti all'estero non avrebbero infatti potuto esercitare il diritto di voto, perché hanno ricevuto troppo tardi la documentazione necessaria.

Con la sua decisione, contro la quale può essere presentato un ricorso al Tribunale federale, il TRAM conferma la correttezza dell’esito dell’elezione. Il Consiglio di Stato prende atto con soddisfazione di questa decisione, ma rimane in attesa di un pronunciamento da parte del Tribunale federale, che dovrà esprimersi su un secondo ricorso.

Soddisfazione socialista - «Dopo mesi di attesa, la decisione comunicata in data odierna dal Tribunale cantonale amministrativo porta finalmente chiarezza - commenta il PS -. Notizia positiva per i 36'469 ticinesi che hanno eletto Marina Carobbio quale prima donna e prima rappresentante del Partito socialista, a rappresentare il nostro Cantone agli Stati».

NOTIZIE PIÙ LETTE