TiPress
CANTONE
23.03.2020 - 08:300
Aggiornamento : 11:47

I Verdi stanno con il Consiglio di Stato

Il partito ecologista loda la scelta del Governo di anteporre la salute dei cittadini all’economia.

E critica l’atteggiamento di Eonomiesuisse e Swissmem.

BELLINZONA - I Verdi del Ticino esortano il Consiglio di Stato ticinese a non cedere alle pressioni e a mantenere le misure relative alla limitazione dell’attività economica, considerando il valore della vita umana prioritaria rispetto al mero guadagno economico.

In una presa di posizione il partito ecologista si schiera apertamente dalla parte del Governo ticinese, nonostante gli attacchi da parte di Swissmem - l’associazione di categoria dell’industria metalmeccanica ed elettrica -, che ha bacchettato il Ticino per lo stop di tutte le attività commerciali e produttive private non indispensabili, accusandolo di «mancato riconoscimento» della volontà del Consiglio federale.

Per i Verdi le scelte del Consiglio di Stato, difese dal suo presidente Christian Vitta, sono state responsabili e adeguate alla situazione. «È inaccettabile e criminale mantenere in funzione attività produttive che potrebbero pregiudicare la salute della collettività».

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-10-20 02:45:20 | 91.208.130.85