Tio.ch/20minuti/Davide Giordano
+3
ULTIME NOTIZIE Ticino
SAVOSA
58 min
E ora il fisioterapista ti entra in casa
Sempre più persone hanno bisogno di servizi fisioterapici 7 giorni su 7. Come fare?
BELLINZONA
1 ora
«Ho il Covid», e sparisce con i soldi
Ci eravamo occupati di lui in passato. Ora un insolvente seriale è finito in manette, con l'accusa di truffa
FOTO E VIDEO
BELLINZONA
11 ore
Denso fumo dalla cantina, pompieri in azione
L'incendio è divampato questa sera in una casa in via el Camp di Nav a Monte Carasso.
CANTONE
13 ore
«Apertura ritardata? Colpa della pandemia»
La crisi degli scorsi mesi ha influito sui cantieri, sulla formazione dei macchinisti, nonché sulla consegna dei treni.
CANTONE
14 ore
Su Piazzaticino.ch è tempo di Poestate
Parte proprio ora, con la sua prima di tre serate, l'edizione 100% virtuale del festival letterario luganese
BALERNA
14 ore
45enne scomparso: è l'ex infermiere dell'OBV accusato di omicidio
S.V. è scomparso la mattina del 30 maggio da Balerna.
ARBEDO-CASTIONE
15 ore
Camion bloccato in un sottopasso
È successo attorno alle 16 in territorio di Arbedo
CANTONE / CONFINE
15 ore
Turismo degli acquisti, primi furbetti pizzicati in dogana
Registrato un aumento del 20% del traffico transfrontaliero
CANTONE
16 ore
«Dopo 93 giorni mia figlia ha riabbracciato il papà e i nonni»
Il racconto di una mamma: «Il bene di mia figlia è più forte delle incomprensioni fra genitori». E anche del coronavirus
LUGANO
17 ore
Ticinesi innamorati di Venezia: il Rotary Club a sostegno della Laguna
L’associazione darà 10.000 franchi alla Fondazione Svizzera Pro Venezia
CANTONE
17 ore
Salario minimo, niente effetto sospensivo per i ricorsi
Il Partito socialista esprime soddisfazione. «Probabilmente volevano continuare a sottopagare il personale»
FOTO
LUGANO
17 ore
Oltre 55 milioni per la nuova sede della Divisione spazi urbani
Il cantiere partirà sul Piano della Stampa alla fine del 2021 e durerà circa tre anni e mezzo
LUGANO
12.07.2019 - 15:480

Scende in acqua il nemico delle microplastiche

Il dispositivo Seabin - presentato questa mattina - sarà impiegato per liberare il lago Ceresio da questo tipo d’inquinamento. Il primo test sembra confermarne l'efficacia: «Raccolti 25 kg di rifiuti»

LUGANO - Quello delle plastiche e delle microplastiche è un argomento di estrema attualità quando si parla di acque inquinate. Il problema esiste, ma anche le soluzioni stanno prendendo forma. Una di esse si chiama Seabin, un dispositivo che è stato presentato ufficialmente stamattina alla Foce di Lugano: si tratta di un cestino galleggiante in grado di rimuovere plastiche e microplastiche dalle acque del lago.

Al battesimo del dispositivo erano presenti Tiziano Putelli (Dipartimento del Territorio), la municipale di Lugano Cristina Zanini Barzaghi e Fabio Schnellmann per il Consorzio Pulizia delle Rive e dello Specchio d’Acqua del Lago Ceresio.

Seabin è un cestino galleggiante che, immerso nell’acqua e collegato a una pompa elettrica, crea un flusso in grado d’inviare al collettore tutti i rifiuti galleggianti, plastiche e microplastiche. I rifiuti vengono così raccolti in un sacchetto, mentre un separatore pulisce e filtra l’acqua che verrà riversata nel lago.

Grazie alla sua semplicità di funzionamento e alla sua efficacia, il brevetto viene utilizzato nei principali specchi d’acqua del mondo. A Lugano è approdato  grazie alla collaborazione tra I Lake Nautic Services Sagl di Lugano e Poralu Marine, produttore dei Seabin.

«Seabin - spiega Simone Germano, di Poralu Marine - cattura i piccoli detriti galleggianti, come imballaggi di olio, carburanti e detergenti, lavorando 7 giorni su 7, 24 ore su 24. È uno strumento tanto semplice quanto geniale». Dal canto suo Diana Battelli, titolare di I Lake Nautic Services Sagl, ne conferma l'efficacia: «Abbiamo voluto fare una prova installando Seabin nelle acque del lago di Lugano. In soli 20 giorni, un solo Seabin è stato in grado di raccogliere circa 25 kg di materiale plastico».

 

 

Tio.ch/20minuti/Davide Giordano
Guarda tutte le 6 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
87 10 mesi fa su tio
Sul modello del 2.- fr di deposito per le bottiglie in vetro, propongo il deposito sulle bottiglie in PET e tutte le altre confezioni di plastica. P.es per gli imballaggi più o meno rigidi che sono utilizzati da tutti i produttori alimentari: compri la confezione di fragole, 6.- fr + 1.-fr di deposito. Gli scenari saranno due: file di svizzeri alla cassa con sacchi di rifiuti per riavere il loro denaro; gente che scappa nei negozi oltre frontiera.
anndo76 10 mesi fa su tio
@87 io proprio abolirei la plastica o metterei una tassa per scoraggarne l'acquisto
Lore62 10 mesi fa su tio
@87 Peccato che da noi con le menti ottuse e poca fantasia, sono capaci solo di inventare nuove tasse o multe per incentivare il riciclaggio, invece in alcuni paesi nordici ci sono i centri di raccolta con macchinette che ti pagano il deposito di bottiglie ecc...di materiale diverso! Il sistema (premiare invece che tassare e multare) FUNZIONA alla grande! In quel modo vengono perfino a suonare a casa tua per raccogliere questi "rifiuti", e di sicuro per le strade non ne trovi in giro...XD
Mattiatr 10 mesi fa su tio
@Lore62 Facendo una bottiglia = 1 franco basterebbe raccoglierne 25 all'ora per guadagnarsi uno stipendio decente. Forse per i comuni mortali sarebbe pura fantasia mettersi dietro a ritirare casa per casa le bottiglie, ma magari associazioni tipo gli scout potrebbero sfruttare questo tipo di possibilità. Nel mio paese per esempio ritirano la carta dal deposito e la trasportano nei centri di raccolta.
Ronny Beltrami 10 mesi fa su fb
👏👏👏👍
Richard Penka 10 mesi fa su fb
👏🏻👏🏻👏🏻🤞🤞
Carolina Steidel 10 mesi fa su fb
@ Veli Vidic
Nmemo 10 mesi fa su tio
Sono scettico sull'efficacia. Sembra più una pubblicità.
Nmemo 10 mesi fa su tio
Sono scettico sull'efficacia. Sembra più una forma di pubblicità.
Andrea Fenyö 10 mesi fa su fb
Bravi!
GI 10 mesi fa su tio
bene, ottima idea (forse un tantino piccolo il cestino.... Per finire dopo aver eliminato i fosfati, altri agenti inquinanti (fogne...almeno da noi) ecco che anche le plastiche dovrebbero sparire......ma poi, non è che spariranno anche i pesci ??
Debby Roby Meggy 10 mesi fa su fb
Forse sarò ignorante io, ma le microplastiche si chiamano micro per qualcosa, quindi quel cestello raccoglitore di plastica presente nell video trattiene anche le microplastiche? Ma.....
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-06-05 07:57:06 | 91.208.130.85