BISSONEIl sindaco: «Con la ferrovia lì accanto al campanile si è sfiorato il dramma»

12.03.19 - 17:01
La chiesa di San Carpoforo è stata chiusa per una valutazione dei danni: sul tetto tre grossi fori provocati dalla cuspide in rame del peso di 25-30 chili. L'incidente di volo poco prima delle 8
Il sindaco: «Con la ferrovia lì accanto al campanile si è sfiorato il dramma»
La chiesa di San Carpoforo è stata chiusa per una valutazione dei danni: sul tetto tre grossi fori provocati dalla cuspide in rame del peso di 25-30 chili. L'incidente di volo poco prima delle 8

BISSONE - È stato un piccolo martirio quello vissuto stamattina, poco prima delle 8, da San Carpoforo. Decollato della sua croce che è finita a terra dopo essere stata urtata dal carico trasportato da un elicottero. Poteva finire in tragedia... Una frase di prassi in casi simili, ma che il sindaco di Bissone, Andrea Incerti, usa senza esagerazioni: «Per fortuna non è caduta sulla ferrovia che passa lì accanto, a pochi metri. Nella disgrazia non abbiamo avuto vittime ma solo danni materiali».

Confermata la dinamica, anche se le cause sono oggetto dell’inchiesta di polizia, con l’elicottero che ha urtato la cuspide del campanile mentre trasportava materiale di carpenteria: «Una cuspide in rame del peso di 25-30 kg, alta circa un metro, che è caduta provocando dei danni non indifferenti alla chiesa» precisa il sindaco. E da qui in avanti Incerti, parla anche da presidente del Consiglio parrocchiale: «I danni? Tre buchi di 30 cm per 30. Uno sul campanile stesso, il secondo sul tetto della navata centrale e il terzo su quello della navata esterna, sopra la sagrestia. Ora dobbiamo chiudere le falle al più presto perché se entra acqua sarà un macello». La chiesa ospita infatti preziosi affreschi ed è un edificio di valore assoluto (i primi documenti risalgono al 1148): «Un patrimonio di livello nazionale… abbiamo chiuso l’edificio fino a che i buchi non saranno riparati. Abbiamo osservato qualche crepa, ma non gridiamo al lupo. Sono danni tutti da valutare». A farsene carico, gli chiediamo, ci sarà l’assicurazione delle ditte? «Speriamo» si limita a dire Incerti.

L’incidente è accaduto poco prima delle 8. Protagonista una ditta di elicotteri che stava trasportando il materiale di un'impresa di carpenteria della vicina Melide sul cantiere di una casa nelle contrade di Bissone. Stradine strette dove i camion non possono passare e quindi l’uso del velivolo si imponeva. Con un po’ più di perizia alla cloche, probabilmente.

COMMENTI
 
falcodellarupe 3 anni fa su tio
EHH, quante storie, cosa centra lo stato della chiesa? E' una grossa imprudenza del pilota dell'elicottero che doveva prendere tutte le precauzioni, che sono la norma, per un lavoro cosi delicato. Punto.
Maxy70 3 anni fa su tio
Una bella ripassatina al pilota su come calcolare la quota del volo in considerazione degli ostacoli! Ovviamente i costi pagati dalla ditta di elitrasporto in questione. Soprattutto un Grazie al Signore che nessuno si sia fatto male.
Oli 3 anni fa su tio
Cosa facciamo Frap? Diamo la colpa anche stavolta a quegli incapaci dei militari?
centauro 3 anni fa su tio
Nooooo..........ai frontalieri, senza dubbio il pilota abita a Cuveglio!
ArAcNo_J 3 anni fa su tio
Il sindaco è in cerca di voti...
zip 3 anni fa su tio
VeroArAcNo sei in mitoooo!!! In cerca di voti perché non Sto arrivando! Dove prenderli haha uregiat
curzio 3 anni fa su tio
Volevo scrivere un commentino... ma poi i vari giesatt si metterebbero a strillare...
zip 3 anni fa su tio
Una chiesa che da tempo va restaurata vedere per credere !!! Entrate e poi guardate le crepe ecc non dico di più ma guardale il tetto e la facciata in che condizione sono non parliamo del campanile è una chiesa del valore storico ma il sindaco non che presidente della parrocchia non fa niente speriamo che non dia la colpa all ‘ elicottero per restaurare tutta la chiesa
lecchino 3 anni fa su tio
il solito catrastrofismo ticinese, è caduto un pezzo di rame, nessuno si è fatto male e l'assicurazione pagherà qualche tegola e i ponteggi. Fosse caduta sul treno? qualche danno in più. Perché urlare sempre al catastrofismo per qualche riga di "notorietà" su TIO? Che esternamente, caro sindaco me lo lasci dire, la chiesa fa proprio schifo....
hcap76 3 anni fa su tio
Punti di vista..facile parlare proprio perchè non è successo niente e minimizzare..fino a quando ci tocca personalmente (si spera mai di no) poi vorrei vedere..
lecchino 3 anni fa su tio
??
lecchino 3 anni fa su tio
Allora è giusto drammatizzare, hai ragione!
hcap76 3 anni fa su tio
Credo sia meglio drammatizzare anche se non è successo niente,potrebbe servire da lezione e non entro in altri ambiti (politica ecc) che magari minimizzare non parlarne e aspettare che una volta o l altra succeda il peggio..tutti commentiamo facciamo ipotesi bla bla bla fino a quando non siamo toccati direttamente da un problema poi come detto,quella volta che succede tutti a guardare i peli nell uovo e cercare di dare colpe (se ce ne fossero) a tutti..vuoi anche un esempio?
Mattiatr 3 anni fa su tio
Serve a niente discutere su ste cose, perdiamo fiato e tempo. Capita che un elicottero perda o urti qualcosa, però star qua a legiferare su un incidente solo perché sarebbe potuto andare peggio. Finiremmo per creare paranoie alla popolazione e a infierire da ignoranti in un tema che non conosciamo (guidiamo tutti elicotteri?). Abbiamo già fatto abbastanza danni con le leggi stradali punendo persone per le persone che avrebbero potuto uccidere. Gli incidenti capitano sui cantieri, spesso non veniamo a saperlo perché sono roba di poco conto (pure a me è capitato di ribaltare una carretta a motore ma non sono partiti scandali). Sono carichi appesi a un filo, non avrai mai il pieno controllo, stava facendo manovra a bassa quota e ha preso in edificio senza fare danni, si paga e basta. Perché ogni volta che succede una minima cosa dobbiamo trovare qualcuno da incarcerare? Va che mica si prendono campanili tutti i giorni ...¶ Completamente d'accordo con te.
NOTIZIE PIÙ LETTE