Tipress
BELLINZONA
18.10.2018 - 16:150
Aggiornamento : 17:45

Castelli: buco da 579mila franchi e ora spunta la proposta

Il Municipio ha comunicato l'esito dell'audit escludendo qualsiasi azione illecita

BELLINZONA - Un disavanzo accumulato confermato di 579’761 franchi - di pertinenza dell’Organizzazione turistica regionale Bellinzonese e Alto Ticino (OTR-BAT) - determinato da fattori legati alla gestione e non da azioni illecite. Sono questi i principali fattori emersi dall’esito dell’audit sulla gestione dei Castelli di Bellinzona, effettuato in seguito alle problematiche finanziarie emerse la scorsa primavera.

Preso atto della valutazione, l’Esecutivo della capitale - pur sottolineando di non avere responsabilità dirette - ha proposto al Consiglio di Stato e all’OTR la suddivisione della copertura del disavanzo tra i tre partner.

La futura gestione - Per quanto concerne la gestione, andrebbe conferita a titolo transitorio all’Ente sotto la superivisione della città ancora per un anno, per poi definire (a metà 2019) una nuova governance, a partire dal 2020, sulla base del progetto di valorizzazione dei Castelli attualmente in fase di conclusione. Una strada, sostiene l’Esecutivo, che garantirebbe «la necessaria continuità operativa dei Castelli per il 2019, con gli adeguati strumenti di controllo» conferendo «il tempo sufficiente per implementare le nuove modalità di gestione».

Qualora, per questioni di tempistica, la proposta non dovesse concretizzarsi, l’opzione sarebbe la costituzione - d’intesa tra città e partner - di un ente con il solo scopo di gestione dei Castelli operativo a partire dal mese di gennaio del prossimo anno.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
volabas 1 anno fa su tio
ma se c'è un disavanzo cosi importante, vuol dire che qualcuno ha lavorato parecchio male,perchè non si è accumulato dal giorno alla notte, quindi chi era preposto al controllo non ha fatto un tubo per intervenire prima, di conseguenza tutti i responsabili a casa subito, e gli va bene cosi, visto che forse poteva finire nel penale la faccenda
Um999 1 anno fa su tio
I luminari che si sono accorti della situazione, chissà forse sono solo voci come sullo stato di dormitorio della città la sera e fine settimana, boh forse solo voci degli adolescenti
Liberopensiero 1 anno fa su tio
Mi è capitato di trascorrere una domenica estiva a Bellinzona come turista....deserto assoluto! Ristoranti e bar chiusi e nessuna attività. Bellinzona non è una città votata al turismo e i castelli, senza una adeguata valorizzazione di tutto il comprensorio sono fini a se stessi. SPOSTIAMOLI DA LI!
gabola 1 anno fa su tio
Si potrebbe prendere spunto da(un architetto se no sbaglio) che diceva x i rustici da riattare,che ormai avevano fatto la loro vita e si doveva lasciarli a se stessi
lügan81 1 anno fa su tio
Da anni dico che i nostri castelli in confronto di quelli del resto della Svizzera sono tenuti male spogli é senza attività... Finalmente forse qualcuno si sveglia!
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-07-09 14:24:32 | 91.208.130.86