Cerca e trova immobili

SVIZZERA Lanciato il referendum sulla riforma del secondo pilastro

31.03.23 - 10:10
Per la sinistra la riforma del secondo pilastro sarà solo un danno per i lavoratori: «Pagheranno di più, e avranno meno rendite»
Tipress
Fonte ATS
Lanciato il referendum sulla riforma del secondo pilastro
Per la sinistra la riforma del secondo pilastro sarà solo un danno per i lavoratori: «Pagheranno di più, e avranno meno rendite»

BERNA - La sinistra e i sindacati hanno lanciato oggi il referendum contro la riforma del secondo pilastro. Secondo loro con questo progetto i lavoratori dovranno pagare di più per avere meno rendite.

Approvata dal Parlamento nella sessione di primavera, la riforma della previdenza professionale (LPP21) comporta riduzioni di rendite fino a 3240 franchi all'anno, denunciano i promotori del referendum in un comunicato.

La riforma prevede una diminuzione del tasso di conversione, dal 6,8% al 6%, che, secondo i sostenitori, è necessaria con l'aumento dell'aspettativa di vita. Il capitale accumulato da un pensionato durante la sua attività professionale si tradurrà in una pensione più esigua. La metà delle persone assicurate beneficerà di una compensazione durante un periodo transitorio di 15 anni. La soglia di accesso al secondo pilastro sarà abbassata, consentendo a un maggior numero di persone di essere assicurate di nuovo o meglio.

Il presidente dell'Unione sindacale svizzera (USS) Pierre-Yves Maillard ha sottolineato che le rendite sono in calo da anni. Ha aggiunto che questa riforma è obsoleta. "L'abbassamento del tasso di conversione è un'idea dell'epoca dei tassi di interesse negativi: a causa dell'inversione dei tassi di interesse e dell'inflazione, le rendite devono ormai essere aumentate, non più ridotte".

Dopo l'aumento dell'età pensionabile, le donne saranno ancora una volta penalizzate. La maggior parte di loro subirà riduzioni di rendite, sostengono i promotori del referendum.

I sindacati e la sinistra hanno tempo fino al 6 luglio per raccogliere le 50'000 firme necessarie.
 
 

COMMENTI
 

bic66 11 mesi fa su tio
Non simpatizzo per la $inistra ma questa la firmo e la voto. Lavoro e pago LPP d una vita. Quando gli interessi erano alti si remunerava sempre al minimo legale, bassi non ti danno nulla e ora abbassano il tasso di conversione a livelli scandalosi. Le casse pensioni sono per gran parte private e GUADAGANO fior di milioni sulle nostre spalle. Swiss life, AXA, Zurigo e compagnia bella distribuiscono dividendi e bonus ma poi chiedono di abbassare le rendite perché affermano di non riuscire a far rendere io capitale. Fandonie sacrosante. Per questo dobbiamo metterle con le spalle al muro.

Mattiatr 11 mesi fa su tio
La speranza di vita a 65 anni è passata per gli uomini da 17.3 del 2001, a 19.0 del 2011 agli 19.9 nel 2021. Rispettivamente per le donne 20.1, 22.2 e 22.7. In sintesi malgrado il covid viviamo sempre più a lungo. Questo implica delle ovvie riflessioni su come si possa sostenere il 2° pilastro essendo contributivo. Le possibilità essenzialmente sono 2, o si abbassa il tasso di conversione o si va in pensione dopo. L'alternativa è una situazione alla cassa pensione dei dipendenti pubblici ticinesi, dove i pensionati si mangiano il capitale accumulato e chi arriva dopo la prende allegramente in quel posto.

Adegheiz 11 mesi fa su tio
Dove si firma?
NOTIZIE PIÙ LETTE