SVIZZERAIl PLR a Dübendorf, sul tavolo c'è l'economia

21.01.23 - 08:55
L'assemblea dei delegati si riunisce oggi per l'adozione del testo "Tre pilastri per la prosperità e l'imprenditorialità in Svizzera"
KEYSTONE/ALESSANDRO DELLA VALLE / STF (ALESSANDRO DELLA VALLE)
Fonte ats
Il PLR a Dübendorf, sul tavolo c'è l'economia
L'assemblea dei delegati si riunisce oggi per l'adozione del testo "Tre pilastri per la prosperità e l'imprenditorialità in Svizzera"

DÜBENDORF - I delegati del PLR svizzero si riuniscono oggi a Dübendorf (ZH) per preparare le elezioni federali del 22 ottobre. L'assemblea è chiamata ad adottare un testo programmatico sull'economia.

Il documento, intitolato "Tre pilastri per la prosperità e l'imprenditorialità in Svizzera", intende affrontare la carenza di specialisti nel mercato del lavoro riducendo la burocrazia e aumentando la digitalizzazione.

Il documento chiede anche un allentamento delle norme sul lavoro serale e nei fine settimana, la rapida introduzione dell'identità elettronica per l'amministrazione digitale e un'aliquota IVA unificata. L'introduzione della tassazione individuale e il miglioramento delle strutture di assistenza all'infanzia dovrebbero peraltro rendere più facile la conciliazione tra lavoro e famiglia.

In politica estera, il PLR vuole garantire l'indipendenza della Svizzera, come pure migliorare le relazioni con l'Unione europea garantendo e ampliando la via bilaterale. Il testo liberale-radicale esclude l'adesione all'UE o al SEE. Su questi tempi è previsto un discorso del capo del Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE) Ignazio Cassis.

I delegati del PLR sono anche chiamati a decidere sull'attuazione dell'imposizione minima per le grandi imprese che l'OCSE chiede di fissare al 15%. La "ministra" delle finanze, la liberale-radicale Karin Keller-Sutter, presenterà il parere del Consiglio federale sull'argomento. Il voto popolare è previsto per il 18 giugno.

L'assemblea si concluderà con un discorso del presidente del partito Thierry Burkart.

COMMENTI
 
NOTIZIE PIÙ LETTE