Immobili
Veicoli
Keystone
SVIZZERA
31.12.2021 - 11:290

L'UDC ha scelto il suo stratega per le federali del 2023

Il consigliere nazionale Marcel Dettling guiderà la campagna elettorale democentrista.

I temi su cui punterà? «Richiedenti asilo dall'Africa e assistenza sociale».

BERNA - Il consigliere nazionale svittese Marcel Dettling (40) guiderà la campagna elettorale dell'UDC per le elezioni federali del 2023. L'arrivo dei richiedenti asilo dall'Africa e l'assistenza sociale dovrebbero essere i temi su cui punterà il 40enne.

Il presidente dell'Unione Democratica di Centro, Marco Chiesa, il capogruppo parlamentare, Thomas Aeschi, e la direzione del partito gli hanno chiesto di guidare la campagna elettorale, ha spiegato lo stesso Marcel Dettling in un'intervista pubblicata oggi sui giornali di CH-Media.

Egli sottolinea di aver accettato tale incarico temporaneo poiché è in grado di conciliarlo con la sua famiglia e i suoi affari. Inoltre è stata soddisfatta la sua richiesta di avere una squadra efficace. L'UDC ha nominato quali rappresentanti regionali il consigliere nazionale Manuel Strupler (TG) per la Svizzera orientale, la consigliera nazionale Sandra Sollberger (BL) per le regioni di Basilea, Berna, Argovia e Soletta, e Marco Chiesa per la Svizzera occidentale e il Ticino. Dettling è responsabile delle regioni della Svizzera centrale e di Zurigo.

È ancora troppo presto per menzionare i temi principali della campagna elettorale. Tuttavia - aggiunge - i migranti e l'aiuto sociale probabilmente sono questioni che occuperanno molto la Svizzera nei prossimi anni.

Ci sono gruppi di stranieri con una quota di assistenza sociale superiore all'80%, precisa Dettling. Soprattutto il numero di beneficiari africani è aumentato enormemente negli ultimi dieci anni: ossia del 130%. Si tratta - afferma - di un numero incredibilmente alto e i costi si aggirano sui miliardi di franchi. I comuni stanno affrontando sfide enormi; e - continua - c'è il pericolo che i servizi sociali siano completamente erosi.

La questione - si chiede Dettling - è se il sistema corrisponde ancora all'idea originale di asilo umanitario o se si tratta d'immigrazione nella struttura di assistenza sociale. A suo dire, la Svizzera non rimpatria quasi mai i richiedenti asilo, anche se non hanno il diritto di rimanere. E l'attuale sistema di asilo non è sostenibile in futuro.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Dalu 4 mesi fa su tio
Ma come si fa a votare ancora un partito del genere? Non che gli altri siano meglio, anzi, di poco ma gli altri sono sempre meglio
Tato50 4 mesi fa su tio
@Dalu Allora vota chi ha voluto "Via Sicura" o quelli che vogliono raddoppiare il contributo all'UE. Gli svizzeri ? Che si arrangino ;-((
Tato50 4 mesi fa su tio
@Dalu Già che ci sono i $ocialisti vogliono aumentare al 100% il moltiplicatore dell'imposta cantonale. Dicono che è per far pagare di più ai ricchi. Ma i "poveri" li esentano ? Mamma mia e critichi l'UDC ?
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2022 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2022-05-17 17:17:09 | 91.208.130.89