ZURIGO Un gruppo di giovani ha dato fuoco a un uomo in seguito a un litigio

05.09.22 - 22:44
Un 32enne, salendo sul bus pieno di gente, ha per sbaglio urtato un ragazzo scatenando l'ira degli amici presenti
20 Minuten Agency
Un gruppo di giovani ha dato fuoco a un uomo in seguito a un litigio
Un 32enne, salendo sul bus pieno di gente, ha per sbaglio urtato un ragazzo scatenando l'ira degli amici presenti

WINTERTHUR - Un viaggio in bus con un finale raccapricciante. Nella serata di ieri verso le undici, un uomo di 32 anni è salito sulla linea 2 alla fermata dell’autobus “Deposito”.L'interno del veicolo era sovraffollato a causa della presenza di molti utenti, tra cui un gruppo di giovani ragazzi. A causa dello spazio piuttosto ristretto, l'uomo che è salito sul bus ha involontariamente urtato un uomo del gruppo, provocando un diverbio.

I membri del gruppo hanno spinto l’uomo a scendere a una fermata dell’autobus assieme a loro. Dopo che il mezzo è partito, i ragazzi hanno iniziato a colpirlo prendendolo a calci e pugni. Dopo averlo picchiato, uno dei giovani ha spruzzato un liquido infiammabile sul corpo del 32enne e gli ha dato fuoco, procurando alla vittima, oltre ai lividi, anche delle ustioni.

L'uomo è stato salvato da un passante e un automobilista che si sono fermati per prestare soccorso alla vittima e mettere così in fuga il gruppo di ragazzi, che sono fuggiti verso il centro di Seen, distretto del comune zurighese.

Una squadra di ambulanze si è immediatamente precipitata sul posto per occuparsi del ferito che è stato successivamente trasportato in ospedale. Nonostante il repentino intervento della polizia municipale di Winterthur e della polizia cantonale di Zurigo i colpevoli non sono ancora stati identificati. È stata avviata un'indagine.

COMMENTI
 
Sara788 5 mesi fa su tio
complimenti alla multiculturalità! saranno i soliti slavi o turchi...
emibr 5 mesi fa su tio
Il tipo di commento violento e razzista farebbe quasi pensare che @Sara788 sia uno pseudonimo della famosa Lor.. ina
Elisa_S 5 mesi fa su tio
Il silenzio vale più di mille parole.
Equalizer 5 mesi fa su tio
No, qui il silenzio non va bene, questa gente capisce una sola legge, ed è quella che bisogna usare per essere sicuri di essere capiti. Poi i genitori magari si passeranno il messaggio fra di loro per evitare che succeda ancora.
Mattiatr 5 mesi fa su tio
@Equalizer la storia un po' mi puzza, mi ricorda un po la classica storia in cui al giornale passi per vittima e poi in tribunale salta fuori che hai omesso un paio d'informazioni. Direi che bisogna aspettare che la polizia e poi la procura facciano il loro dovere. In ogni caso se la storia dovesse esser veritiera una condanna per aggressione se non addirittura tentato omicidio potrebbe starci, il ché vuol dire levarseli dalle ba11e per un buon decennio.
Elisa_S 5 mesi fa su tio
E inteso che non ci sono parole per quello che hanno fatto. Il livello di schifo e troppo elevato
NOTIZIE PIÙ LETTE