keystone
ULTIME NOTIZIE Svizzera
TURGOVIA
4 ore
In oltre 500 a festeggiare sulla barca e senza mascherina
È accaduto sul lago di Costanza. La festa era autorizzata, ma non sono state rispettate le norme anti covid.
SCIAFFUSA
7 ore
A Siblingen cercano un ladro di uva
Il criminale avrebbe tagliato dai filari acini pregiati di Pinot per diverse centinaia di franchi
BERNA
8 ore
Covid: il 20% dei positivi non presenta sintomi
È la conclusione a cui è giunto uno studio effettuato all'Università di Berna.
BERNA
9 ore
Gas lacrimogeni e getti d'acqua, la polizia interviene a Berna
Una manifestazione in Piazza federale, e un'altra che vi si è aggiunta: la polizia ha avuto un pomeriggio di fuoco
BELLINZONA
10 ore
Processo FIFA: l'accusa chiede 36 mesi per Valcke
Con la possibilità di sospenderne una parte con la condizionale, con lui alla sbarra Nasser Al-Khelaifi e Joel Pahud
SVIZZERA
11 ore
Pil romando mai così giù dalla Seconda Guerra Mondiale
Per il 2021 ci si attende un rimbalzo del 4,5%
GRIGIONI
11 ore
Cacciatore precipita in un dirupo e muore
La vittima è un 68enne che in compagnia di un amico stava raggiungendo la propria cascina sui monti sopra Coira
VAUD
12 ore
Il coronavirus affossa i conti vodesi
Le finanze del cantone romando sono scivolate nelle cifre rosse per la prima volta da quindici anni.
SVIZZERA
13 ore
Easyjet Svizzera, buona estate nonostante il virus
Il direttore generale Jean-Marc Thévenaz si aspetta che le tariffe aeree possano scendere
SVIZZERA / EUROPA
13 ore
Mega-fusioni bancarie in vista? «Ci stiamo preparando»
Secondo Sergio Ermotti sono ormai «inevitabili».
SVIZZERA
14 ore
I premi salgono ancora, purtroppo
Cassa malati, in Ticino aumento sopra la media svizzera. Nel 2021 in arrivo altri rincari
SVIZZERA
15 ore
Altre 286 infezioni, 14 ricoveri e 3 decessi
Il totale dei contagi dall'inizio dell'emergenza sale a 50'664. Le vittime sono almeno 1'773.
VAUD
15 ore
Attivisti contro Credit Suisse di nuovo a processo
La prima istanza li aveva assolti ritenendo la loro azione «necessaria e proporzionata» vista l'emergenza globale.
BERNA
15 ore
Piazza federale, "no" del Consiglio nazionale allo sgombero
«La Camera del popolo non è responsabile di quanto avviene a Berna. Spetta a Città e Cantone»
BASILEA CAMPAGNA
16 ore
Abusi su diversi bambini, in manette il direttore di un asilo
I fatti sono avvenuti lo scorso dicembre in un asilo privato di Allschwil.
SVIZZERA
16 ore
Il pensionamento anticipato è un miraggio
Le riduzioni della rendita per il resto della vita pesano sull'economia familiare e in futuro sarà ancora peggio
GRIGIONI
16 ore
«Il WEF non si terrà a Davos. Nemmeno d'estate»
I vertici hanno avvisato il settore alberghiero della località che l'evento non si terrà nel suo luogo abituale.
SVIZZERA
16 ore
«Loro fuori da Dublino? Noi da Schengen»
Lorenzo Quadri chiede al Governo di uscire da Schengen nel caso in cui l'UE abbandoni la convenzione sull'asilo.
ZURIGO
16 ore
Anche Zurigo se la passa male
Il consiglio comunale prevede una perdita di quasi 100 milioni
SVIZZERA
17 ore
Il lato salutare del lockdown
I dati in possesso della Suva evidenziano un calo degli infortuni, soprattutto nel tempo libero, fra marzo e maggio.
ZURIGO
17 ore
Due anziani ritrovati senza vita nella loro casa
Una 78enne e un 75enne sono stati rinvenuti morti ieri pomeriggio a Wiesendangen.
SVIZZERA
17 ore
Legge sul terrorismo: «Eccezioni per le organizzazioni umanitarie»
Secondo il Consiglio nazionale, esse doverebbero poter lavorare in zone controllate dai terroristi senza esser punite.
SVIZZERA
18 ore
Il sindacato dei macchinisti si tinge di rosa
Hanny Weissmüller è la prima presidente donna del personale di locomotiva del SEV.
SVIZZERA / CINA
18 ore
ABB fornisce caricabatterie in Cina
Sono stati consegnati allo stabilimento di Dongfeng Honda a Wuhan, che produce vetture elettriche.
SVITTO
19 ore
Cercatore di funghi 81enne muore sul Rigi
L'anziano si è ferito in una caduta ed è deceduto poco dopo.
SVIZZERA
20 ore
Il ceo di Alpiq si dimette con effetto immediato
Schnidrig era attivo per il gruppo energetico dal 2010, ma lo dirigeva solo da inizio 2020. Lascia per motivi di salute.
SVIZZERA
20 ore
Criminalità al Nazionale, ricerca e cooperazione agli Stati
Il plenum dovrà anche affrontare il progetto per rendere più difficile l'accesso a determinate sostanze chimiche
FOTO
BERNA
21 ore
Il "campo climatico" lascia posto al mercato
Alcune tende sono state temporaneamente spostate dai manifestanti. Ma hanno l'ultimatum a mezzogiorno
SVIZZERA
1 gior
Da Wuhan a Lucerna passando per il Ticino... in gennaio
Il gruppo di turisti cinesi ha attraversato la Svizzera, anche in treno. Al rientro, quattro erano positivi al tampone
SVIZZERA
1 gior
Presto faremo le tasse via computer (e senza firma)?
Il Nazionale è d'accordo ma la discussione ora va agli Stati, fra i contrari c'è l'UDC che teme per la sicurezza
BERNA
1 gior
I manifestanti pro clima devono andarsene «entro mezzogiorno»
L'ordine arriva dal Municipio di Berna, in caso contrario c'è la possibilità che la polizia usi la forza
SVIZZERA
1 gior
14,4 miliardi per l'infrastruttura ferroviaria, la proposta del Consiglio Nazionale
Che andrà al vaglio degli Stati, i fondi utilizzati per risanare sezioni di binario, ponti, segnali e stazioni
ZUGO
1 gior
Invia fatture (false) per 900'000 franchi, e loro gliele saldano
La cybertruffa ha ingannato la contabilità di un'azienda zughese, è bastato spedirle con il nome e cognome del capo
SVIZZERA
1 gior
Un branco di lupi divora un asino
Si tratta del primo equino ucciso da uno o più lupi
FOTO
BERNA
1 gior
La protesta in Piazza Federale non ha turbato la Sessione autunnale
Gli attivisti per il clima hanno affermato che non cercano lo scontro, piazza liberata per il mercato di domani
SVIZZERA
1 gior
«Più trasparenza sull'origine di pane e panini»
L'aumento dei consumi ha convinto il Consiglio agli Stati a dare un giro di vite alle regole sulla provenienza.
BERNA
1 gior
Il coronavirus limita la nostra libertà?
L'emergenza sanitaria ha cambiato radicalmente le nostre vite.
SVIZZERA
1 gior
Swiss, con l'orario invernale l'attività aumenterà meno del previsto
L'obiettivo era di arrivare a circa la metà del normale programma di volo
BERNA
1 gior
Il Gran Consiglio bernese vuole vederci chiaro sul Blausee
Aperta un'inchiesta sulla moria di pesci nell'allevamento ittico del laghetto bernese.
SVIZZERA
1 gior
Scendono gli averi a vista: è la prima volta da giugno
Da allora erano stati osservati 13 aumenti consecutivi, portando il parametro a un valore record di 704,1 miliardi
ZURIGO
1 gior
Zurich regala una foresta al Brasile
L'assicuratore contribuirà a piantare un milione di alberi e ne "donerà" uno a ognuno dei suoi 55mila dipendenti.
SVIZZERA
1 gior
Gli attivisti «non disturbino la sessione»
La Città di Berna prende posizione sulla manifestazione non autorizzata su piazza federale.
SVIZZERA
1 gior
Abbattuto il muro dei 50'000 casi
Il 3.96% dei tamponi effettuati tra venerdì e domenica è risultato positivo al Covid-19
SAN GALLO
1 gior
La vacca nutrice attacca gli escursionisti, tre feriti
Inseguito, il gruppo di persone si è dato alla fuga, ma qualcuno si è fatto male.
SVIZZERA
1 gior
«Una ditta straniera deciderà da chi mandare i pazienti svizzeri?»
Lorenzo Quadri chiede lumi al Consiglio federale sul modo d'agire che Assura intraprenderà il prossimo anno.
VALLESE
1 gior
A 149 km/h sull'80: automobilista nei guai
Al conducente di 47 anni è stata ritirata immediatamente la patente.
SVIZZERA
1 gior
Bilancia dei pagamenti, il saldo è in calo
L'avanzo è inferiore di 11 miliardi rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.
SVIZZERA
1 gior
Riciclaggio: «Vengono pescati solo i pesci piccoli»
L'ex numero uno dell'ufficio federale è molto critico sul sistema: «Manca la volontà politica di renderlo efficace».
NIDVALDO
1 gior
Vuole recuperare un oggetto perso, ma precipita e muore
L'incidente è avvenuto sul sentiero del drago del Pilatus. La vittima è un 58enne turista tedesco.
SVIZZERA
1 gior
Traffico merci al Nazionale, legge Covid agli Stati
Il legislativo si è detto d'accordo nel voler aiutare gli indipendenti, ma un'intesa dev'essere trovata sulle condizioni
VAUD
28.04.2020 - 11:410

Barbieri senza mascherina e clienti non protetti

Coiffure Suisse è soddisfatta della ripresa, ma chiede controlli più mirati

LOSANNA  - Dopo sei settimane di chiusura, i saloni di parrucchieri e i barbieri hanno potuto ricominciare ieri la loro attività. L'Associazione Imprenditori Parrucchieri Svizzeri (Coiffure Suisse) invita a seguire le regole e le norme d'igiene, chiedendo controlli da parte dei cantoni.

«La riapertura è andata bene», ha spiegato oggi all'agenzia Keystone-ATS Damien Ojetti, presidente di Coiffure Suisse, aggiungendo che in una sola giornata sono stati generati alcuni milioni di franchi. L'associazione è lieta che il settore, che conta circa 12'000 saloni, sia riuscito a riprendere l'attività e la grande maggioranza ha rispettato le regole.

Tuttavia, «sembra che alcuni barbieri abbiano lavorato senza mascherina e non abbiano protetto a dovere i loro clienti», si rammarica Ojetti. Per questo motivo, è stato fatto un appello ai professionisti e ai cantoni per implementare i controlli.

Dopo tanto confinamento, alcuni non vedevano l'ora di dare un'aggiustata al look. Ieri i parrucchieri hanno iniziato a pieno ritmo alle 8 di mattina, ma con alcune restrizioni: di norma viene servito solo un cliente ogni due posti e chi aspetta il suo turno deve farlo fuori. Oltre a queste limitazioni, è necessario l'uso di disinfettante, della mascherina protettiva oppure - per tagliare la barba - di una visiera in plexiglass. Tra le misure di protezione che devono essere adottate, spiega Coiffure Suisse sul suo sito internet, si trovano anche guanti, occhiali di sicurezza e un vetro acrilico come protezione dal virus o da goccioline di saliva.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Amalia Cereghetti 4 mesi fa su fb
Il mio parrucchiere e' a norma ok 🧤✂️🧤😷
Chris Fish 4 mesi fa su fb
Complimenti
Cristian Materietti Oldrati 4 mesi fa su fb
Farli richiudere subito cosi imparano
Mariluz NeMa 4 mesi fa su fb
Ma controlli non se ne fanno?? Complimenti a tutti!
Heinz 4 mesi fa su tio
Già visto stasera qui Nella Svizzera tedesca il negozio di barbiere solito con persone sedute come una volta uno attaccato all'altro e zero mascherina, ne il barbiere ne il cliente, non ci vado più anche dopo questa crisi, poco serio. CONTROLLI ZERO.
Fiorella Branca 4 mesi fa su fb
EVVAIIIII......!!!!
Natascha Galatolo-Gervasoni 4 mesi fa su fb
Non avevo dubbi
Anna Moretti 4 mesi fa su fb
Ma ai bambini di 4 anni tagliano i capelli?
vulpus 4 mesi fa su tio
Perchè non parliamo di chi con grande senso di responsabilità ha aperto con tutte le misure del caso, fissando appuntamenti , prendendosi il tempo per disinfettare dalla sedia al bancone, con la mantellina usa e getta, con mascherina obbligatoria per i clienti, con il parrucchiere con tanto di doppia mascherina, più disinfettante all'entrata??? Ci saranno sicuramente anche quelli che speculano, ma non sono professionisti questi. Chi ci va fa una Sua scelta.
Narciso Cerato 4 mesi fa su fb
Valeria Crivelli 4 mesi fa su fb
Non e' vero tutti con igienizzante e mascherine !
pillola rossa 4 mesi fa su tio
Questa tendenza a cercare un colpevole, così da sentire di avere la situazione sotto controllo e sapere chi punire è tipica delle persone deboli di carattere, che deboli resteranno anche dopo il virus.
Sabrina Forni 4 mesi fa su fb
Segnalare
Vyda-Lyza Maldonyte 4 mesi fa su fb
https://m.youtube.com/watch?v=AnQk8MKtUhI&feature=share
Patrick Adro 4 mesi fa su fb
Io ho una mia opinione. Che non sono convinto che aprire sia la soluzione migliore. Parlo di tutto. Fintanto che i numeri siano pari a zero!!!! Ieri ho sentito dire alle TV che se non si riapre le conseguenze per l economia sarebbero irreversibili. Di irreversibile c'è solo la morte. Pur in seria difficoltà l economia ripartira. Ma se la gente muore è finita
Manuela Cerutti Schindler 4 mesi fa su fb
Patrick Adro in Italia cominciano a buttarsi giù dai balconi perché non possono riaprire... non credo che questo tipo di morte sia stata presa in considerazione...
Patrick Adro 4 mesi fa su fb
Manuela Cerutti Schindler lo Stato deve aiutare tutti, privati cittadini e aziende. so che di tratta di un utopia, ma il problema è dello Stato , non dei cittadini.
Manuela Cerutti Schindler 4 mesi fa su fb
Patrick Adro eh... allora ti renderai ben conto che è un’utopia anche continuare a tener chiuso fino a contagi zero... per un po’ la gente di arrangia, ma poi diventa impossibile. E ti posso dire che anche qui lo Stato non scherza...
Samu Bianchi 4 mesi fa su fb
ti mando il mio Iban così sto a casa tranquillo ok? Grazie
Patrick Adro 4 mesi fa su fb
Samu Bianchi mandalo allo Stato , il problema è suo non tuo.
Manuela Cerutti Schindler 4 mesi fa su fb
Patrick Adro per quello che paga lo stato è meglio che ricominciamo a lavorare, ti assicuro...
Patrick Adro 4 mesi fa su fb
Manuela Cerutti Schindler il problema è che non deve essere cosi. Noi siamo obbligati però a pagare i tributi. Ora che paghino loro. Abbiamo anche dei diritti
Silvana Fantacone 4 mesi fa su fb
Manuela Cerutti Schindler anche da noi a Ginevra purtroppo un netto aumento ora per questa situazione di suicidi
Luongo Katia 4 mesi fa su fb
Ekkalà! Ne ero certa ...
Ale Marotta 4 mesi fa su fb
Controlli a tappeto!
Nesh online 4 mesi fa su fb
🆘➡️(https://youtu.be/Nsu478r0WrA)✅😷
Davide Pereira 4 mesi fa su fb
Domanda: Queste misure preventive comportano inevitabilmente ulteriori costi importanti e una riduzione delle entrate (materiale protettivo, minor capacità ricettiva, costi fissi uguali, ...). Sono comunque ancora previsti aiuti a sostenere tutto ciò? Vale per parrucchieri, centri estetici e sicuramente varrà anche per bar e ristoranti ma non solo..
Manuela Cerutti Schindler 4 mesi fa su fb
Davide Pereira no caro.., ti devi arrangiare da solo... 😕
Davide Pereira 4 mesi fa su fb
Come sospettavo. Questa fretta di riaprire la vedo più che altro una scusa per non dover aiutare finanziariamente le attività!
Donatella Calembo 4 mesi fa su fb
Davide Pereira parrucchieri ed estetiste caricano il costo ai clienti da 5 a 15 franchi peraltro una esagerazione visto che comprano le mascherine chirurgiche da fornitori dedicati che fanno loro prezzi particolari
Davide Pereira 4 mesi fa su fb
Non lo tro corretto. A pagare siamo sempre noi alla fine. Personalmente non ho dovuto pagare alcun supplemento e in quanto ristoratore (avremo sicuramente provvedimenti in tal senso pure noi) non mi vorrei farlo... Se lo fai rischi di perdere una fetta di clienti o verrano meno spesso, se non lo fai non ci stai dentro con le spese in questo momento critico. Insomma un suicidio bello e buono, e lo stato se ne lava le mani 😒
Paolo Mac 4 mesi fa su fb
Mi piacerebbe vedere tutti quelli che parlano di utilizzo dei dispositivi di protezione, come li utilizzano veramente, perché io vedo una marea di minkiate in nome della protezione!
Ivana Kohlbrenner 4 mesi fa su fb
Ma Bellinzona c è o ci fa . ?
Ivana Kohlbrenner 4 mesi fa su fb
Chiamate la polizia 117 v
Milena Ruggeri 4 mesi fa su fb
Se ci si disinfetta bene le mani, a che servono i guanti? Mica evidente far scivolare i capelli tra due dita con guanti di latrice per tagliarli...
Ne Ssuno 4 mesi fa su fb
Quella dei controlli è una barzelletta. Qualcuno è veramente convinto che si possano controllare in maniera mirata i parrucchieri? e intanto chi controlla GDO, negozi, cantieri, estetisti, uffici pubblici, uffici privati? Uno stato può farli a campione, ma non certo mirati, ci vorrebbero un numero enorme di "controllori" e la polizia dovrebbe occuparsi di altro.
Roberto Oliboni 4 mesi fa su fb
Irresponsabili!
Laura Niero 4 mesi fa su fb
Beh..se dovessi andare dal parrucchiere e questi non indossasse mascherina e guanti, farei dietrofront...proteggiamoci noi per primi....
Mattia Ronchetti 4 mesi fa su fb
Capre
Arminda Armi 4 mesi fa su fb
Becchi.
Mag 4 mesi fa su tio
Ma la smettete di fare i "poliziotti" che non lo siete?!
Ilan Loki 4 mesi fa su fb
Controlli? beh allora paghiamo la polizia solo per queste cose qui alla fine... Sono passato a fare spesa oggi... e stranamente vi era polizia in giro a far niente (10km/h a fare traffico).. se non vigilare che non si stesse a distanza di sicurezza.. Ieri ... vicino a casa mia.. vado per buttare la spazzatura...e vedo un poliziotto fermo sul posteggio con linea blu e che fa? é lì per controllare un cantiere che sia chiuso... (vi sono passato io e vi erano tanto di catene... per dire...) Poi vediamo in giro gente che fa incidenti, che supera il limite, che sta al telefono in auto... o peggio... Ah vero .. questi non sono "crimini pericolosi" ... é più pericoloso un cantiere chiuso o un gommista che cambia gomme... in pratica un povero cittadino che si guadagna da vivere o che va a rifornirsi di cibo... Politica della polizia ridicola a sto punto...
Nunzia Conte Iorio 4 mesi fa su fb
Più del giornale pubblico !!!!
Lucia Cyren 4 mesi fa su fb
Ma non è importante andare dal parrucchiere ne dall estetista... tanto per i maschi basta respirare e avere la capacità di intendere e di volere 😂😂
Patty Terziario 4 mesi fa su fb
Per come la vedo io, sia chiaro è una mia opinione personale ma estetiste parrucchieri secondo me dovevano essere gli ultimi a riaprire con le palestre cosi.. mascherina o no, non c è una sicurezza del 100% di essere al sicuro.. ci ricordiamo che a berna hanno sempre detto si la mascherina pero non è una protezione prima xchè, solo xchè non ne avevano abbastanza e non volevano che tutti le comprassero? Mo invece hanno farto scorta e le si puo comperare.. mah.. secondo me si poteva aspetta.
Paolo Mac 4 mesi fa su fb
Patty Terziario la mascherina, tipo chirurgica, serve se entrambi la indossano.
Patty Terziario 4 mesi fa su fb
Paolo Mac logico la devono usare entrambi ma anche in modo corretta altrimenti è come non averla e lo dico perchè cmq lavoro nel ramo socio sanitario.
Manuela Cerutti Schindler 4 mesi fa su fb
Patty Terziario quindi non hai capito perché hanno scelto queste categorie da far riaprire vero...?
Paolo Mac 4 mesi fa su fb
Patty Terziario esatto
Patty Terziario 4 mesi fa su fb
Manuela Cerutti Schindler sinceramente no puoi illuminarmi?
Giusy Bernardi 4 mesi fa su fb
Patty Terziario dai, ma almeno le signore saranno all’interno di elegantissime bare con capelli in ordine e gambe depilate 😂😂😂
Patty Terziario 4 mesi fa su fb
Giusy Bernardi 😅🤣🤣 certo e non solo, appena aperti anche un giornalista ha esordizo dicendo che ne ha approfittato quindi un po e un pö dire.. ma per me non ha senso cmq aspetto la signora di prima che mi illumini visto che lei sembra lo sappia 🤣
Sara Violetti 4 mesi fa su fb
Bisogna segnalare queste cose, ma non solo su fb, visto che ci sono delle norme igieniche da rispettare.. Come cliente puoi rifiutati di essere servita da chi non porta mascherina e guanti per esempio e segnalare
Silvana La Falce 4 mesi fa su fb
Sara Violetti io non vado non e necessario a fare i capelli in questa situazione
Sara Violetti 4 mesi fa su fb
Silvana La Falce anche, ma se proprio uno nn ne può fare a meno, deve proteggersi e essere protetto da chi fornisce il servizio
Colette Stella 4 mesi fa su fb
Ti pareva
Monica Zilocchi Riva 4 mesi fa su fb
Come si fa ad essere sicuri in queste condizioni ?
Tania Carvalho Pereira 4 mesi fa su fb
Per caso ieri sono passata x lavoro davanti un salone e la parrucchiera aveva solo la visiera... E la mascherina? A Bellinzona... Mah...
Emass Tulipani 4 mesi fa su fb
Io sono andata ieri all'Atelier della Bellezza a Mendrisio.. distanze e precauzioni aveva messo in atto tutto. C'erano mascherine e guanti all'entrata e disinfettavano ogni volta le postazioni!
Giorgio 4 mesi fa su fb
Quando nel 1919 l'epidemia la Spagnola, cominciò a calare, furono ritirate le restrizioni. Era la primavera e in estate il contagio riprese più forte di prima e fu una strage. Conoscere il passato, aiuta a capire il presente. Tutti abbiamo fretta di tornare alla normalità e alla nostra vita, ma ci vogliono cautela e gradualità.
Roberto Garavaglia 4 mesi fa su fb
Giorgio in realtà la prima ondata di spagnola fu tra la fine della primavera e l’estate, mentre la seconda, quella più devastante, iniziò in autunno e fu alimentata in molti paesi dalle cerimonie (parate, sfilate) per festeggiare la fine della prima guerra mondiale, mentre in Svizzera dalle manifestazioni legate allo sciopero generale
Bruna Bralla 4 mesi fa su fb
Giorgio c’era stata la liberazione da una guerra durata anni e la gente usciva in strada a festeggiare così la seconda ondata fu devastante, ma oggi non abbiamo nessun motivo per riversarci nelle strade a festeggiare, anzi...
Giorgio 4 mesi fa su fb
Appunto, visto che qui tutti vogliono andare in vacanza al mare, aprire tutto e cominciare come prima, può succedere il peggio.
Maurizio Pavesi 4 mesi fa su fb
Giorgio sono chiuso da due mesi e vuoi ancora calma e gradualità ?
Giorgio 4 mesi fa su fb
Roberto Garavaglia Siccome durò 2 anni, è probabile che le date non coincidano.
Giorgio 4 mesi fa su fb
Maurizio Pavesi siamo chiusi tutti da 2 mesi.
Maurizio Pavesi 4 mesi fa su fb
Giorgio bene, io non me lo posso permettere, per cui riaprire tutto subito
Giorgio 4 mesi fa su fb
Bruna Bralla La paura è che quando tutto riaprirà, la gente dimenticherà alla svelta, basta un concerto, un cinema, qualche feste campestre, per non parlare di viaggi e tutto ricomincerà.
Mauro Gaggini 4 mesi fa su fb
Giorgio nel 1919 i treni andavano a vapore e si moriva per una semplice appendicite!! E soprattutto non esistevano i tuttologi da FB🤣
Roberto Garavaglia 4 mesi fa su fb
Giorgio prima di scrivere che bisogna conoscere il passato per capire il presente, la invito a studiarlo correttamente il passato
Энтони Демарки 4 mesi fa su fb
Roberto Garavaglia Se lei lo conosce bene il passato, lo spieghi a tutti almeno si evita di fare confusione.
Roberto Garavaglia 4 mesi fa su fb
Энтони Демарки l’unica cosa che le posso dire è che non si possono mettere a confronto in maniera acritica due pandemie causate da agenti patogeni completamente diversi e avvenute in condizioni sociali, economiche e storiche completamente diverse. Il fatto che la spagnola abbia avuto tre ondate, la seconda delle quali più feroce, non per forza significa che sarà così anche con il CoVid-19, magari avrà solo un’ondata, magari ne avrà due con la seconda meno dura, magari quella più dura sarà la terza l’anno prossimo, non possiamo saperlo perché si tratta di due cose diverse
Giorgio 4 mesi fa su fb
Maurizio Pavesi che lavoro fai?
Giorgio 4 mesi fa su fb
Roberto Garavaglia Scusi professore, ma dove ha letto che ha avuto 3 ondate?
Antonietta Zirpoli 4 mesi fa su fb
Giorgio bravo
Giorgio 4 mesi fa su fb
Mauro Gaggini se per questo si muore ancora oggi per una semplice influenza.
Maurizio Pavesi 4 mesi fa su fb
Giorgio ristorazione 👎
Giorgio 4 mesi fa su fb
OK, allora ti capisco.
Roberto Garavaglia 4 mesi fa su fb
Giorgio Ma scusi, lei pubblica un post in cui dice che bisogne studiare e conoscere il passato, poi però trova qualcuno che il passato lo conosce meglio di lei e subito gli dà del professorone... Comunque, sulle ondate dell'influenza spagnola le posso citare ad esempio https://www.bag.admin.ch/bag/it/home/krankheiten/ausbrueche-epidemien-pandemien/vergangene-epidemien-pandemien/grippepandemie.html oppure https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3291398/ (dove c'è anche un bel grafico con la situazione nel Regno Unito) o anche https://www.swissinfo.ch/ita/influenza-spagnola_il-coronavirus-e-i-fantasmi-del-1918/45661878
Giorgio 4 mesi fa su fb
Roberto Garavaglia Non facciamo sempre i polemici o i sapientoni per favore, ho pubblicato quello che ho trovato già scritto per fare notare la pericolosità della seconda o terza ondata. A chi interessa va poi a vederlo su google o come ha fatto lei che è più sicuro. Dopo di che ognuno faccia quel che vuole, visto che siamo in un paese libero.
Roberto Garavaglia 4 mesi fa su fb
Giorgio D'accordo, però quando non si sanno le cose è meglio rimanere in silenzio; sarebbe stato sufficiente scrivere: "bisognerebbe fare attenzione perché potrebbe esserci una nuova ondata, anche più pericolosa della prima", affermazione che peraltro condivido, senza scomodare la spagnola o altre pandemie che hanno caratterizzato la storia dell'umanità e che, da quello che vedo, conosce in maniera piuttosto superficiale.
Giorgio 4 mesi fa su fb
Anche allora sembrava una semplice influenza. Comunque le ripeto siamo in Svizzera, un paese libero e tutti possono scrivere quello che vogliono giusto o sbagliato che sia.
Oo Marco 4 mesi fa su fb
Da rivera a gaggiolo avro visto 3 cantieri e le mascherine le usavano come cappelli 😅🤣
Ombretta Magliani 4 mesi fa su fb
Dovrebbero fare multe salate. E bravi, è cosi' che si combatte il propagarsi del virus?
Karin Lüthi 4 mesi fa su fb
Anche durante l’intervista di teleticino ieri in onda, c’era nessuno che portava occhialini di protezione e sopratutto un parrucchiere che lavorava senza guanti che continuava a toccarsi la mascherina con le mani 🙈
Anouk Berger 4 mesi fa su fb
Karin Lüthi ma sé le mani di dissinfettanti prima di toccare il cliente e dopo si può anche senza guanti..
Karin Lüthi 4 mesi fa su fb
Anouk Berger si ma di mezzo toccarti la mascherina e il viso di continuo io direi che puoi lavorare senza nulla che tanto vale...
Karin Lüthi 4 mesi fa su fb
I guanti servono unicamente ad impedire- o renderti più attenta di toccarti il viso... nel caso che ho visto credo che sarebbe stato proprio utile in quel senso
Paolo Mac 4 mesi fa su fb
Karin Lüthi gli occhialini se non vi è pericolo di aerosol, poco servono, come poco servono i guanti che andrebbero cambiati ogni volta che il parrucchiere tocca un oggetto differente. Molto più corretta e sicura la disinfezione delle mani.
Karin Lüthi 4 mesi fa su fb
Paolo Mac se parli con qualcuno da vicino possono entrarti goccioline anche negli occhi. Cosa che non succede ovviamente se anche il cliente porta la mascherina. Come ho detto prima, i guanti servono solo per impedirti di toccare a te stesso il viso. Perché se tocchi diversi oggetti non succede niente, succede solo se poi metti le mani nel viso ( bocca naso e occhi) Questo con o senza guanti uguale, non cambia nulla.
Attilio Porrini 4 mesi fa su fb
Uno può sempre rinunciare e cambiare barbiere
Giorgio 4 mesi fa su fb
E cosa cambia? Se si pensa per se, va bene, ma pensate anche agli altri che possono ricominciare ad infettare la gente.
Attilio Porrini 4 mesi fa su fb
Giorgio Se il barbiere e il cliente rispettano tutte le misure igieniche consigliate non vedo un grosso pericolo. Poi ogniuno fa quello che si sente, nessun obbligo di andare dal barbiere.
Noe Torti 4 mesi fa su fb
Sempre meglio....
Francesca Iacuzzo 4 mesi fa su fb
Ok aprire ma perché non utilizzare i dispositivi di sicurezza ed evitare il peggio ? 😞😞
Giorgio 4 mesi fa su fb
Molto bene, ma dove sono i controlli?
Oo Marco 4 mesi fa su fb
Giorgio sono in giro a piazzare radar mobili
Giorgio 4 mesi fa su fb
Ieri a Comano 2 volte
Marko Vucic 4 mesi fa su fb
Giorgio e dare multe per parcheggi ...ieri iniziata corsa a fare cassa comunale
Oo Marco 4 mesi fa su fb
Marko Vucic ieri ? Ma se 2 settimane fa cera il radar mobile piazzato fuori dalla stazione di taverne e il furgone che girava in autostrada... dato che la gente sta fatturando tanto una bella multa ci sta sempre
Paola Guidi 4 mesi fa su fb
Visto senza guanti e senza camice mono uso e purtroppo troppo vicini!!!!
Lorenzo Trincavelli 4 mesi fa su fb
Fantastico 😉
VECCHIOTTO 4 mesi fa su tio
Quando vengono presi sul fatto multa di 300 franchi per procurato contagio e chiusura di una settimana del negozio. Fanno i furbi e non si adeguano e allora chiudano.
Mattiatr 4 mesi fa su tio
@VECCHIOTTO Anche alle persone che respirano in giro? Sbaglio o anche loro procurano la possibilità di contagio? Oppure chi aspira aria più di 60 volte al minuto.
miba 4 mesi fa su tio
Chi si ricorda? Quando scarseggiavano le mascherine si diceva che era un optional, che non proteggeva dal covid19 ecc ecc, ora che ci sono sembra che siano quasi indispensabili e che proteggerebbero anche dal malocchio... Quello da cui sicuramente non proteggono è l'isteria da coronavirus come pure non proteggono dall'arbre magique di chi la indossa nella propria automobile. Vedo che piano piano sta diventando anche "social": verdi, bianche, gialle, a becco d'anatra o di pinguino ed anche con fiorellini, cuoricini con tanto di pizzetto decorativo alla base.... :):):)
bluwind 4 mesi fa su tio
@miba Hai dimenticato un particolare, quando le mascherine non c'erano si era obbligati a tenere la distanza ! Isteria? Beh visto i numeri dei decessi non ti pare giustificata? C'è solo un unico problema molti vedono la cosa come una cosa virtuale, vista solo in tv insomma come non fosse reale ...Fatti un giretto negli ospedali o incotra qualcumo che nel giro di un mese ha perso persone molto care, e dicci se l'isteria non è giustificata! Nel quartiere dove abito tanta gente è andata in ospedale e non è tornata più
Mattiatr 4 mesi fa su tio
@miba Proprio ieri ho visto una ragazza con la bocca da gatto sulla mascherina in tessuto e le orecchie attaccate alle cuffie ;-) (non scherzo)
miba 4 mesi fa su tio
@bluwind Non posso più ripeterlo nei dettagli... Prendi semplicemente la calcolatrice e fai tu stesso un paio di calcoli sulla base delle cifre pubblicate ufficialmente, alias 0,70% di persone contagiate in Ticino, 0,25% di persone contagiate in Svizzera, 0,01% di decessi in Svizzera di persone sane, cioè che non presentavano patologie pregresse. Domanda (che ho già fatto ma non ho ottenuto nessuna risposta): quante persone tra cui anziani e/o malati terminali che sarebbero comunque decedute sono state fatte passare come decessi dovuti al covid19?? Parli di un quartiere dove TANTA GENTE è andata in ospedale e non è tornata più... Dov'è verificabile questa tua affermazione? Quale quartiere? Dove?
Lucadue 4 mesi fa su tio
@bluwind Scusa neh, ma con quali argomentazioni é possibile giustificare l'isteria?
sedelin 4 mesi fa su tio
@miba risposta: penso, credo (senza certezza) che il virus abbia accelerato decessi di persone già malate. e penso che 60 anni fa questi decessi sarebbero stati naturali. oggi c'è un accanimento terapeutico superfluo e anche dannoso per la qualità di vita del paziente, quindi oggi i paradigmi non sono più naturali. e chi muore a 90 anni di covid risulta morto di covid e basta. tutti contenti che non sia morto di morte naturale, non esiste più la morte naturale :-(
miba 4 mesi fa su tio
@sedelin Ciao sedelin, lo 0,01% di persone SANE decedute non me lo sono inventato io. Il BAG stesso ha dichiarato ufficialmente (e pubblicato anche da tio) che una persona su 10 tra quelle decedute non presentava problemi si salute e/o malattie pregresse. Il calcolo per arrivare allo 0,01% (persone SANE effettivamente decedute) è quindi subito fatto: totale dei decessi diviso 10 x 100 diviso 8'500'000. Abilissimi tuttavia i media: titoli del tipo "30 morti in più", "ancora 20 morti" ecc ecc fanno indubbiamente molto più effetto....
sedelin 4 mesi fa su tio
avanti con le superflue limitazioni, di modo che la gente si abitua lentamente ma inesorabilmente a imposizioni degne dei regimi totalitari. si comincia da mascherine, guanti, plastica varia, camici verde acqua fino alle vaccinazioni (e chissà quant'altro).
bluwind 4 mesi fa su tio
@sedelin Cosa non ti è chiaro quando dicono che questi obblighi sono per la salute di tutti ? Come a te anche a me della tua salute non puo fregar di meno (chi fa questi discorsi non deve tenerci poi tanto) , ma se ti infetti e prima che hai i primi sintomi passano almeno 2 settimane, quante persone nel frattempo pensi di aver infettato a tua insaputa? Tu vuoi avere la libertà di correre il rischio? Bene, è un tuo diritto ma allora stai a casa perché non ha il diritto di infettare gli altri. Ci sono persone a rischio come quelle con malattie croniche e per quelle persone prendre il virus è praticamente una condanna a morte, vuoi essere tu il suo cecchino?
sedelin 4 mesi fa su tio
@bluwind siamo tutti infetti, anche senza saperlo e senza ammalarci. mediamente in un corpo umano ci sono 3 g di virus: ci si ammala tutti e si muore tutti? sembra di no. abbiamo tutti un grande strumento che ci protegge dalla malattia e dalla temutissima morte: il sistema immunitario. chi é affetto da malattie autoimmuni deve proteggersi e stare a casa, io no. e non sono io (né tu) il loro cecchino, é il loro sistema di difesa che va rafforzato, insieme a un sano ottimismo. le persone decedute con il covid erano già ammalate (lo dicono gli esperti).
seo56 4 mesi fa su tio
Irresponsabili!!
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-09-23 04:12:42 | 91.208.130.86