Cerca e trova immobili

SVIZZERA«Lavori a tempo pieno? Allora paghi meno tasse», la proposta

29.11.23 - 21:32
Damian Müller (Plr) presenta una mozione per arginare l’aumento del lavoro part time e la conseguente carenza di manodopera 
Ti-Press
Fonte 20 Minuten
«Lavori a tempo pieno? Allora paghi meno tasse», la proposta
Damian Müller (Plr) presenta una mozione per arginare l’aumento del lavoro part time e la conseguente carenza di manodopera 

Avere più tempo libero, un’ambizione crescente per moltissimi lavoratori. E proprio per tale motivo, nel corso degli anni, è aumentata la percentuale di quanti hanno preso coraggio e si sono messi a lavorare part time. Tanto che, se nel 1991, oltre il 92% degli uomini lavorava a tempo pieno, nel 2022 la percentuale era poco più dell’81%. Tra le donne, il numero dei lavoratori a tempo pieno è sceso dal 51% al 42% nello stesso lasso temporale.

Un trend dunque confermato dai numeri che però apre le porte a un grave problema, come sottolineato dagli ambienti economici e politici: il fatto che sempre più persone riducano il proprio carico di lavoro aumenta la carenza di manodopera qualificata, soprattutto nei settori della sanità e dell’informatica. 

Proprio da queste considerazioni nasce l’iniziativa del consigliere agli Stati Damian Müller (Plr) che ha presentato una mozione con un intento preciso. Per rendere nuovamente attrattivo il lavoro full time, il politico intende domandare di ridurre le tasse da pagare. «La carenza di lavoratori qualificati non può essere risolta solo con l’immigrazione. Sono necessarie più misure - ha detto Müller - come tali detrazioni fiscali. L'importo della detrazione potrebbe corrispondere all'importo massimo che può essere versato annualmente nel terzo pilastro e quindi detratto dalle imposte».

«Con la mia mozione propongo una misura aggiuntiva, del tutto volontaria, ma con un incentivo che dovrebbe essere particolarmente efficace nelle medie imprese», afferma Müller.

Detrazioni fiscali dunque per far tornare a lavorare chi ha scelto di cambiare stile di vita e per affrontare il tema della mancanza di lavoratori qualificati. La mozione verrà discussa in Consiglio di Stati nella sessione invernale. 

Dibattito - Nel frattempo però si è subito aperto il dibattito tra favorevoli e contrari. Sostanzialmente a favore Hannes Germann (Udc). «Bisognerebbe verificare attentamente e in anticipo se l'intera faccenda comporterebbe gravi perdite fiscali o ingiustizie», dice Germann. «Con l’attuazione della mozione nessuno sarebbe costretto a lavorare a tempo pieno. La detrazione fiscale rappresenterebbe un incentivo in tal senso: chi vi rinuncia potrebbe continuare a lavorare a tempo parziale», aggiunge.

Contrario invece Peter Hegglin (Centro) che ribadisce invece la necessità di rafforzare il numero dei lavoratori a tempo pieno, oltre a porsi degli interrogativi. «Come dovrebbero essere presi in considerazione i lavoratori autonomi, le persone che svolgono più lavori part-time, coloro che ottengono solo un lavoro part-time o coloro che svolgono lavori familiari e quindi non possono lavorare a tempo pieno?», si chiede Hegglin. Anche il consigliere agli Stati Carlo Sommaruga (PS) non ritiene che tale proposta sia efficace per combattere la carenza di manodopera qualificata. «Nell’attuale situazione finanziaria del governo federale, sarebbe inappropriato ridurlo»

Il futuro - Il Consiglio federale chiede anche al Parlamento di respingere la mozione. Sono tuttavia disposti a esaminare misure che rendano più attraenti carichi di lavoro più elevati e, su proposta del Consiglio nazionale, stanno elaborando un rapporto sul tema.

 

COMMENTI
 

Dred 2 mesi fa su tio
Non capisco. Prima si parla di ridurre i giorni lavorativi settimanali da 5 a 4 ed ora si dice che non c'è abbastanza manodopera a causa di chi già lavora meno. Mi sembra un controsenso.

Pippopeppo 2 mesi fa su tio
ci si raccontano le favolette l'uno con l'altro. Ho un lavoro indipendente ben retribuito e garantito a lungo termine, sono 5 anni che cerco un degno sostituto, perché vorrei rallentare, ma muori che trovo un giovane con la formazone adeguata e la voglia di lavorare. Questo é quanto. Il lavoro c'é basta volerlo, servono impegno, dedizione e a volte anche un po' di spirito di sacrificio.

Rigel 2 mesi fa su tio
Avete mai pensato a questo cari dirigenti? Una volta sul lavoro c'era meno pressione, meno urgenza, meno stress. Certo c'erano i momentacci ma non era la norma per 8 ore al giorno, tutti i giorni! Ora, soprattutto in certi settori come la sanità, per fare un esempio, se vuoi svolgere bene il tuo lavoro e non ammalarti, ad un certo punto chiedi la riduzione delle ore. Non necessariamente per fare la bella vita, ma per tirare il fiato! Sempre meno personale per sempre più lavoro! Siamo arrivati alla resa dei conti, più di così non potete pretendere dagli esseri umani, fatevene una ragione e risolvete!

JR89 2 mesi fa su tio
Gli aperitivi natalizi cominciano a farsi sentire….

Marco2023 2 mesi fa su tio
fantascienza...

Pippopeppo 2 mesi fa su tio
Certo il futuro è ragionando alla “Sirica” se lavori bene e sei pagato bene, diventi un capitalista, e quindi devi essere martoriato di tasse. Allora meglio non fare nulla e vivere di sussidi.

Lo stolto errante 2 mesi fa su tio
I PLR vivono da sempre in un mondo parallelo, completamente slegato dalla realtà. Non si spiegherebbero cotante uscite farfalline e paurosamente antisociali

Pippopeppo 2 mesi fa su tio
Quante fanfaronate. Il lavoro se lo cerchi nel posto giusto c’è e al 100%. Ma richiede sacrificio e dedizione e tanti non sono disposti a questo. E’ più facilmente fare i piangina, prendere i sussidi che alzarsi al mattino ed andare a sgobbare.

Boh! 2 mesi fa su tio
…mi piace.

Bred 2 mesi fa su tio
Ma che cavolo di articolo è? Il lavoro Part-Time non è più un'opzione rispetto al passato, è invece diventata quasi una possibilità per lavorare e portare a casa qualche soldino non avendo l'alternativa di un lavoro a tempo pieno. Oggigiorno, in un mercato del lavoro così malato (grazie ad una politica ed un sistema economico che se ne sbattono) ci si deve barcamenare in qualche modo per poter sbarcare il lunario. E smettiamola con questa storia della carenza di manodopera, avete rotto. Tutto per giustificare il continuo afflusso di lavoratori frontalieri approfittando di retribuzioni che per i residenti non sono accettabili. Il totale fallimento di questo sistema è comprovato dal crescente numero di fallimenti (il Ticino, primo Cantone in Svizzera....) grazie proprio ad un'organizzazione economica approssimativa che non mira alla qualità ma solo alla quantità....poi chi deve tappare i buchi lasciati dalle aziende insolventi sono sempre i cittadini residenti attraverso tassazioni sempre più elevate. Probabilmente qualcuno ha i propri interessi nel fare in modo di non trovare le dovute soluzioni...o forse, quelli che dovrebbero preoccuparsi di trovare le giuste soluzioni sono semplicemente degli incapaci strapagati. I tempi delle vacche grasse sono finiti da un trentennio ormai e da che è iniziata la caduta libera, non ci si è più risollevati.

Bandito976 2 mesi fa su tio
Risposta a Bred
parole sante

Meck1970 2 mesi fa su tio
Non capisco se uno ha la possibilità di poter lavorare di meno e godersi la vita che problema ci sia. C'è una carenza di manodopera interna a causa della complessità e della responsabilità sempre maggiori nel formare gli apprendisti in Svizzera. È più conveniente prendere direttamente personale già formato dall'estero.

Disà 2 mesi fa su tio
sinceramente inizio a non capire più se è l' " informazione " a dare importanza a mi n ch i a te come questa o se davvero ottengono rilevanza nell' ambiente politico

Voilà 2 mesi fa su tio
Lavora part time per libera scelta chi ha uno stipendio molto alto, gli altri lo fanno perché non trovano di meglio.

gigipippa 2 mesi fa su tio
La carenza di mano d`opera specializzata si risolve allineando in primis la scuola al mondo attuale e poi valorizzando adeguatamente le varie professioni. Non da ultimo, lavorare dovrebbe essere un piacere. Al momento sembra che stiamo vivendo il fallimento del sistema dittatoriale, ed ora.

SO2 2 mesi fa su tio
Il mostro di Lochness, gli unicorni, lo yeti e la carenza di manodopera

Pianeta Terra 2 mesi fa su tio
Il mondo va al contrario perché questi scienziati studiano str zonZa te

giuvanin 2 mesi fa su tio
Lavorare per vivere o vivere per lavorare? Proposta semplicemente sconcertante...

Granzio 2 mesi fa su tio
Per fortuna che la vora part-time presso la Mobiliare ... che si faccia vedere da uno bravo 😂😂😂

Se7en 2 mesi fa su tio
… un vero genio, si, della più totale ignoranza….! A mio modo di vedere, se la percentuale dei lavoratori part-time è aumentata è perché il mercato del lavoro, per buona parte di queste persone, non offre un lavoro a tempo pieno e il motivo è evidente…, al datore di lavoro costa meno …! Quante persone che lavorano a metà tempo, in realtà lavorano quasi al 60-70%? Più di quante potete immaginare e le ore straordinarie, anziché corrisponderle in soldi, gli danno i giorni di vacanza come recupero ore…! Quindi manodopera a basso costo a rendimento massimo…! Altro che ⚽️⚽️

FVF 2 mesi fa su tio
Che proposta del cavolo, cioè se si vuole lavorare meno per stare meglio, vogliono obbligarti pagando più tasse… chissà dove arriveremo in futuro con proposte così assurde…

OrsoTI 2 mesi fa su tio
Voi, che seguite il pensiero lega e udc, voi che non volete stranieri….. avete la Minima idea di cosa vuol dire NON TROVARE gente per lavorare? Andate a zurigo a vedere. Voi della udc che avete la fobia dell’immigrazione

Rosso Blu 2 mesi fa su tio
Ricatto non costruttivo ma discriminazione e fuori luogo. Altro specchio per le allodole
NOTIZIE PIÙ LETTE