Cerca e trova immobili

SVIZZERAAssunzioni pubbliche: «Anziani non discriminati»

12.09.23 - 11:18
È il parere del Consiglio degli Stati.
Depositphotos (belchonock)
Fonte ATS
Assunzioni pubbliche: «Anziani non discriminati»
È il parere del Consiglio degli Stati.

BERNA - Non vi è alcuna discriminazione nelle assunzioni presso la Confederazione delle persone anziane. È il parere del Consiglio degli Stati che ha respinto tacitamente una mozione del Nazionale che chiedeva di modificare diverse leggi a livello federale, cantonale e comunale. La mozione è liquidata.

Lo scorso maggio, la camera del popolo aveva approvato l'atto parlamentare dell'ex consigliere nazionale Hans-Ueli Vogt (UDC). Stando al deputato democentrista, le condizioni di impiego presso la Confederazione, i Cantoni e i Comuni escludono persone che hanno raggiunto l'età pensionabile AVS. Di diverso parere la camera dei Cantoni, secondo cui tale discriminazione è inesistente: in base all'ordinanza sul personale federale, i dipendenti possono continuare a lavorare fino a 70 anni.

A detta della consigliera federale Elisabeth Baume-Schneider, le disposizioni che prevedono un limite d'età per l'assunzione di persone anziane non violano il divieto di discriminazione incluso nella Costituzione federale. Stando alla "ministra" di giustizia e polizia, vi può essere discriminazione soltanto se in situazioni analoghe le persone sono trattate diversamente a causa dell'età, senza motivi oggettivi, con il risultato che si vedono precludere diritti e opportunità.

Per di più, ha aggiunto la consigliera federale PS, il divieto di discriminazione non vige in assoluto: la giurisprudenza considera i limiti legali d'età ammissibili nei più svariati ambiti della vita. Secondo il Tribunale federale l'età costituisce un criterio discriminatorio atipico. A differenza del sesso o della razza, che di norma restano stabili nel corso della vita, la gran parte delle persone entrerà presto o tardi nella categoria degli anziani. Per le discriminazioni fondate sull'età il Tribunale federale non applica pertanto lo stesso rigido metro di misura utilizzato per le discriminazioni fondate sul sesso o sulla razza.

Oltre a ciò, in base al sistema federalista, i Cantoni sono competenti per quanto riguarda i rapporti di lavoro di diritto pubblico sul piano cantonale e comunale.

 

COMMENTI
 

M70 5 mesi fa su tio
un'altra che può andare a braccetto al compare azzurro. il ticinese deve iniziare a ribellarsi..vero solo il titolo e cascano le ..

Se7en 5 mesi fa su tio
… leggendo solo il titolo mi è bastato ….! Ma per piacere, gli over 50 non trovano lavoro, manco a pagarlo e per la Confederazione non c’è discriminazione…! Tra Comuni, Cantoni e Confederazione e Privati è meglio stendere il velo pietoso…!

Hammer 5 mesi fa su tio
Risposta a Se7en
Concordo pienamente
NOTIZIE PIÙ LETTE