Cerca e trova immobili

SVIZZERAGli ospedali universitari sono in rosso: perdite per 300 milioni

23.05.23 - 11:59
I loro rappresentanti chiedono aumenti delle tariffe
Foto Deposit
Fonte ATS
Gli ospedali universitari sono in rosso: perdite per 300 milioni
I loro rappresentanti chiedono aumenti delle tariffe

BERNA - Gli ospedali universitari per quest'anno prevedono perdite complessive per quasi 300 milioni di franchi, dopo cifre rosse di oltre 200 milioni nel 2022. I loro rappresentanti chiedono un aumento immediato delle tariffe, che da anni non coprono i costi.

Ma le sfide per mantenere un'assistenza sanitaria di alta qualità non sono solo di ordine finanziario, hanno indicato oggi in una conferenza stampa a Berna, facendo riferimento in particolare alla crescente carenza di personale qualificato e alle conseguenze della pandemia di Covid-19.

Se in materia di tariffe i nosocomi non raggiungeranno un accordo con i loro partner negoziali entro la metà dell'anno, saranno costretti a rescindere gli accordi tariffari esistenti, hanno avvertito i rappresentanti dei cinque ospedali universitari svizzeri. Questi verrebbero quindi equiparati ai nosocomi regionali. Questo cambiamento comporterebbe costi aggiuntivi per 500 milioni di franchi.

Entra nel canale WhatsApp di Ticinonline.
COMMENTI
 

Tirasass 10 mesi fa su tio
Investire, a beneficio di tutti. Sulla salute non dovrebbe essere consentito neppure lucrare. Per cui invstimenti x la salute pubblica e molto ma molto meno spazio a privati
NOTIZIE PIÙ LETTE