Immobili
Veicoli

ZURIGOCon l'estate i rapporti tra vicini si scaldano

19.06.22 - 23:59
Le stanze umide e surriscaldate costringono a mettere il naso fuori dalla porta di casa. E a interfacciarsi maggiormente
20minuten
Con l'estate i rapporti tra vicini si scaldano
Le stanze umide e surriscaldate costringono a mettere il naso fuori dalla porta di casa. E a interfacciarsi maggiormente
Tanto che, con la bella stagione, si registra un'impennata di liti di vicinato

ZURIGO - Tra i conflitti più aspri ci sono quelli tra vicini. Lo dimostrano le statistiche: sono sempre di più le discussioni (peraltro spietate) per questioni banali come un parcheggio errato o un cespuglio che sporge troppo. Il video dell'attacco con estintore e piccone a Goppenstein (VS) ne è un esempio. Le folli immagini hanno valicato i confini nazionali suscitando scalpore in tutta Europa: un uomo che stava grigliando un agnello allo spiedo è stato minacciato dal vicino con un piccone, che ha risolto la disputa svuotando un estintore sulla griglia.

Quando arriva il caldo, d'altra parte, si cerca refrigerio su balconi, giardini e terrazze e, inevitabilmente, si moltiplicano le interazioni. Come riporta il "Tagesanzeiger", il fornitore di servizi immobiliari Wincasa riceve ogni anno circa 4.000 denunce di comportamenti disturbanti da parte dei vicini. Ogni anno, più di 1.000 inquilini contattano la compagnia Protekta (che offre protezione giuridica privata), con richieste di consulenza sulla legge che regola il vicinato.

Corsi di mediazione - Il portavoce de La Mobiliare ha confermato alla "Sonntagszeitung" che queste situazioni aumentano con l'innalzarsi delle temperature. Per l'Associazione svizzera degli inquilini basta del fumo o una pianta troppo sporgente, il rumore dei bambini che urlano e, soprattutto, la musica ad alto volume, a provocare fastidi. E capita che queste situazioni degenerino fino all'arrivo della polizia.

Come soluzione, esistono dei corsi di gestione e negoziazione dei conflitti, condotti da ex arbitri di calcio. Secondo la "Sonntagszeitung", un'indagine di Comparis rileva come più di una persona su due sia infastidita dai vicini. Di questi, il 15% finisce in tribunale e il 16% deve cambiare il proprio luogo di residenza, per poi probabilmente tornare ad avere discussioni anche con il nuovo vicino.

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE SVIZZERA