Keystone
ULTIME NOTIZIE Svizzera
SVIZZERA
6 ore
Berset vuole fare un "regalo" ai non vaccinati
Certificato di un anno per i guariti. E test sierologici parificati ai molecolari. La proposta è sul tavolo, ma...
SVIZZERA
7 ore
Caso Mozambico, Credit Suisse alla cassa
L'Istituto elvetico pagherà circa 475 milioni alle autorità americane e britanniche.
SVIZZERA
10 ore
«Sul turismo degli acquisti abbiamo sbagliato»
Berna ha ammesso «parziali carenze» nella gestione delle multe all'inizio della pandemia.
SVIZZERA
13 ore
Vaccino di buon mattino? Potrebbe essere più efficace
Lo dimostra un recente studio condotto dall'Università di Ginevra.
BERNA
13 ore
Alpinista morto sulla Jungfrau
È finito in un crepaccio: il corpo è stato trovato a una profondità di circa 27 metri
LUCERNA
14 ore
Trovato il corpo di un escursionista sul Tannhorn
Si trattava di un 63enne del Canton Berna, dato per disperso. La salma avvistata dalla Rega
SVIZZERA
15 ore
Certificato sulle piste: «Non è l'associazione di categoria che decide»
«È presuntuoso dire già che non ci sarà un obbligo di Covid-pass sulle piste. Sarà il Consiglio federale a decidere».
SVIZZERA
16 ore
Positivi in forte aumento, decessi e ricoveri in calo
Stando all'aggiornamento dell'UFSP, sono due i nuovi decessi avvenuti a causa di un decorso infelice della malattia.
SVIZZERA
16 ore
In Svizzera si scierà senza certificato Covid
Lo ha deciso l'associazione di categoria degli impianti. Sulle funivie sarà invece obbligatoria la mascherina
SVIZZERA
17 ore
Berna autorizza una manifestazione contro il certificato Covid
I promotori si sono impegnati a rispettare un piano di sicurezza. E sconsigliano di prendere parte a proteste abusive
SVIZZERA
05.09.2021 - 09:460
Aggiornamento : 14:31

Certificato obbligatorio come in Italia? «Sarebbe complicato»

Il consigliere federale Ueli Maurer esprime alcune perplessità sull'eventuale estensione del pass.

Maurer ha detto di sentirsi obbligato a portare nella discussione lo scetticismo che prevale nell'UDC e non solo: «Vengo dalla campagna, dove le persone sono molto critiche». E, ha aggiunto, «non si tratta soltanto di eccentrici e teorici della cospirazione».

BERNA - Il consigliere federale Ueli Maurer è scettico quanto a un'eventuale estensione del certificato Covid. Secondo il ministro UDC, ciò sarebbe di difficile attuazione.

Un certificato funziona bene per le grandi manifestazioni, ma qualora il personale di servizio dovesse rifiutarsi di servire un caffè a lavoratori che non hanno il certificato, «sarebbe un bordello», ha sottolineato Maurer in un'intervista pubblicata oggi dal domenicale svizzerotedesco SonntagsBlick.

La Svizzera può procedere a un'estensione del certificato Covid come in Austria o in Italia. «La questione è semplice: quali danni sociali e politici causeremmo?», ha aggiunto il ministro delle finanze.

La Confederazione si trova in una situazione difficile, ha rilevato ancora Maurer, precisando che «lo Stato non ha per missione di proteggere tutti dalla morte e da tutte le malattie. Non occorre creare troppe grandi dipendenze». Il consigliere federale ha detto di sentirsi obbligato a portare nella discussione lo scetticismo che prevale nell'UDC ma anche in altre frange della popolazione.

Evitare le grandi manifestazioni
Maurer difende inoltre indirettamente un ruolo limitato dello Stato in materia di vaccinazione. Il ministro spiega di vivere anche in un contesto di persone che non si vogliono vaccinare: «Vengo dalla campagna, dove le persone sono molto critiche. Non si tratta soltanto di eccentrici e teorici della cospirazione, ma di svizzeri solidi che dicono: oggi lo Stato si spinge troppo lontano».

Lo zurighese esprime anche un dilemma su questo punto: come decidere in qualità di consigliere federale se qualcuno deve farsi vaccinare o meno? «Se decedete, decedete, se restate in buona salute, restate in buona salute e se contaminate qualcuno, è la vostra responsabilità». In una società libera, le persone hanno il diritto di realizzarsi, ha sottolineato.

Nel contempo, Maurer invita le persone non vaccinate a dar prova di ritegno. «Coloro che non sono stati vaccinati non dovrebbero provocare e nemmeno andare ai grandi eventi», ha aggiunto.

Nell'insieme, Maurer constata un indurimento dei fronti su questioni importanti che circondano la pandemia. «Non abbiamo soltanto un problema sanitario o economico, ma anche un problema di società», ha osservato.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Gandi81. 1 mese fa su tio
Sto cavolo di green pass o cosa vuoi chiamarlo e anticonstituzionale punto e basta! Il vacino non deve essere un obligo se no viviamo sono una dittatura, e l'ultima volta che ho controllato abbiamo una democrazia. Se uno a delle allergie e NON PUO vacinarsi cosa succede? Non può più fare niente? Poi tanto con vacino o senza ci sono casi ovunque, guarda solo Israele
Duca72 1 mese fa su tio
Tanto è solo questione di tempo quindi perché non cominciare subito? Siamo i peggiori d’Europa e ci riteniamo i più civili. Forse una volta !!
Princi 1 mese fa su tio
grande Ueli
fama 1 mese fa su tio
Già sciür Üeli meglio non complicarsi la vita e ritrovarci con tutto chiuso a novembre o dicembre ... se non prima!
Luca 68 1 mese fa su tio
sono d'accordo, è però chiaro che i non vaccinati devono stare molto più attenti, ognuno deve poter decidere per il proprio corpo senza pressione di nessun genere
Veveve 1 mese fa su tio
Qualcuno che ancora ragiona! Anche perché se uno non può andare al ristorante cena a casa propria con le stesse persone con le quali sarebbe uscito a cena.. morale dove sta la differenza?
seo56 1 mese fa su tio
Politico senza 🏐….e servo dei poteri forti 😡😡😡
marco17 1 mese fa su tio
È forse la prima volta che mi capita di essere d'accordo con Ueli Maurer.L'estensione del pass sanitario, oltre che inutile è una porcheria. E la campagna di denigrazione verso qualsiasi persona che esprime dubbi in proposito è semplicemente indegna di politici e commentatori.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-10-20 05:40:30 | 91.208.130.87