Immobili
Veicoli

BERNALaghi e fiumi pericolosamente ingrossati

14.07.21 - 10:17
Il livello di allerta è stato portato a 5, il massimo.
tipress
Fonte ats
Laghi e fiumi pericolosamente ingrossati
Il livello di allerta è stato portato a 5, il massimo.
Diversi ponti sono stati sbarrati, al pari dei sentieri che costeggiano il corso d'acqua.

BERNA - Nella Svizzera centrale, e in altre zone del Paese, la situazione di laghi e fiumi è peggiorata durante la notte dopo le ultime piogge.

Alle 7.30 di stamane, il lago dei Quattro Cantoni ha raggiunto un livello preoccupante: 434,70 metri, 20 centimetri in più rispetto a ieri sera e un metro al di sopra del suo livello normale, stando a una nota odierna delle autorità cantonali. Di conseguenza, il livello di allerta è stato portato a 5, il massimo, ad indicare un pericolo marcato.

Ieri sera, i pompieri avevano già rafforzato gli argini della Reuss a Lucerna. Diversi ponti sono stati sbarrati, al pari dei sentieri che costeggiano il corso d'acqua.

Ciò che sta accadendo a Lucerna ha ripercussioni anche a Zugo, dove a Hünenberg l'acqua ha invaso il paese. La diga sul fiume rischia di cedere, secondo le autorità del luogo.

Ad Obvaldo, a causa i treni circolano a singhiozzo. La tratta tra Hergiswil (NW) e Sarnen (OW) è impraticabile da stamattina, dopo che il fiume Aa - un corso d'acqua di una trentina di chilometri - ha allagato un ponte, indica un comunicato della Zentralbahn (ZB).

Ma non è solo la Svizzera centrale ad essere in stato di emergenza: il livello del lago di Bienne è cresciuto in maniera preoccupante durante la notte raggiungendo il livello di piena, tanto che le autorità hanno emanato un divieto di navigazione. Diverse aree del porto sono allagate. Dalla mezzanotte di lunedì, il livello è salito di oltre 60 centimetri. Sacchi di sabbia sono stati collocati davanti alle case.

Le autorità cittadine hanno invitato gli abitanti che vivono in prossimità delle rive a mettere al sicuro gli oggetti di valore e a spostare i veicoli all'esterno dei garage sotterranei.

NOTIZIE PIÙ LETTE