Keystone
Quattro anni fa i "bernesi" la spuntarono per soli sette voti.
BERNA
10.06.2021 - 12:130

«Il voto del 2017 è definitivo»

I cittadini di Belprahon non potranno nuovamente recarsi alle urne per esprimersi sull'appartenenza cantonale.

Quattro anni fa il fronte bernese la spuntò per soli sette voti. Il Governo: «Non esiste nessuna base legale per organizzare un nuovo scrutinio». Le autorità comunali avevano previsto un nuovo voto il prossimo 27 giugno.

BERNA - Il voto del 17 settembre 2017, con cui i cittadini di Belprahon avevano scelto di restare bernesi per soli 7 voti (121 a 114) è definitivo e non può essere ripetuto. Lo ha indicato oggi il Governo bernese, secondo il quale non esiste alcuna base legale per organizzare un nuovo scrutinio nel comune del Giura bernese.

L'esecutivo del canton Berna ricorda «che il voto del 2017 ha avuto luogo nei termini previsti dalla legge sull'organizzazione delle votazioni relative all'appartenenza cantonale dei comuni del Giura bernese. Non essendo stato contestato davanti a un tribunale, il risultato è definitivo e non può essere ripetuto». Il Governo bernese invita quindi le autorità di Belprahon a rinunciare a l'organizzazione di un nuovo voto il prossimo 27 giugno.

Le autorità, a maggioranza autonomista, del comune del Giura bernese ritengono invece che nel 2017 i cittadini non abbiano potuto scegliere con cognizione di causa, per l'incertezza che regnava allora sulla validità del primo voto di Moutier, che aveva deciso di lasciare il canton Berna per accasarsi al Giura. L'hanno ribadito, pubblicando lo scorso 2 giugno sul foglio ufficiale del distretto di Moutier, la tenuta di un nuovo voto appunto il 27 giugno.

«Invitata da Belprahon a offrire la sua mediazione, la Confederazione ha già sin d'ora fatto sapere che la questione era definitivamente risolta e che il fatto di votare di nuovo andrebbe contro tutti gli impegni presi nella Conferenza tripartita (Confederazione, cantoni di Berna e del Giura ndr)», ha spiegato il governo bernese.

Sulla vicenda si era espressa, la scorsa settimana, anche Karin Keller-Sutter. La Consigliera federale aveva inviato una lettera alle autorità comunali con la quale «non autorizzava» la nuova chiamata alle urne nel comune bernese per il cambio di cantone. Per Karin Keller-Sutter la questione sull'eventuale trasferimento di Belprahon nel Canton Giura era infatti «chiusa».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-06-15 18:03:48 | 91.208.130.87