tipress
BERNA
14.05.2021 - 10:430

Patenti di guida: rinnovato l’Accordo con l’Italia

L’Accordo permette ai conducenti che si stabiliscono nell’altro Stato di convertire la propria licenza di guida.

La procedura di conversione non richiede alcun esame di guida, né pratico né teorico.

BERNA - Svizzera e Italia hanno firmato il rinnovo dell’accordo per il riconoscimento reciproco e la conversione di patenti di guida, assicurandone la continuità.

L’Accordo, in vigore da giugno 2016 con validità quinquennale e ora rinnovato da Consiglio federale e Governo italiano per altri cinque anni, permette ai conducenti che si stabiliscono nell’altro Stato di convertire facilmente la propria licenza di guida.

Il contenuto è stato leggermente adattato sulla base delle esperienze maturate. Ad esempio, è esplicitato il termine entro il quale è garantita la conversione senza dover sostenere un esame: quattro anni dal trasferimento in Italia, cinque in Svizzera; inoltre viene sancito il principio secondo cui l’Accordo si applica esclusivamente alle patenti rilasciate nell’altro Paese prima del cambio di residenza.

La procedura di conversione non richiede alcun esame di guida, né pratico né teorico. Le autorità competenti possono tuttavia esigere documentazione integrativa, qualora ad esempio sussistano dubbi sull’idoneità alla guida oppure in caso di furto o perdita del documento originale.

Il rinnovo dell’Accordo, che ha notevolmente semplificato le formalità fra i due Paesi, garantisce la continuità di riconoscimento reciproco per le pratiche di conversione.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-11-30 17:22:31 | 91.208.130.86