Ti-Press
SVIZZERA
09.03.2021 - 15:360

L'Alto Commissariato dell'Onu «deplora» il divieto del burqa

L'agenzia delle Nazioni Unite per i diritti umani bacchetta la Svizzera per l'approvazione dell'iniziativa.

Secondo l'Organo, il risultato della votazione contribuirà all'ulteriore «emarginazione ed esclusione» dalla vita pubblica delle donne musulmane. Quadri interpellando il Consiglio federale: «Come si permette l'Onu d'intromettersi con arroganza nella democrazia elvetica?»

GINEVRA - L'Alto Commissariato per i diritti umani dell'Onu «deplora profondamente» l'approvazione dell'iniziativa contro la dissimulazione del viso. Il risultato della votazione marginalizzerà ed escluderà ulteriormente le donne musulmane dalla vita pubblica, ha dichiarato oggi alla stampa una portavoce.

La Svizzera si unisce al piccolo numero di paesi in cui la discriminazione attiva contro le musulmane è ormai sancita dalla legge, ha aggiunto. L'Alto Commissariato accoglie tuttavia con favore l'opposizione del Consiglio federale e la proposta di un controprogetto, anche se ritiene che la campagna abbia assunto sfumature xenofobe.

Secondo l'Onu, l'imposizione per legge di un codice di abbigliamento è «problematica» in termini di diritti umani. «Le donne non dovrebbero essere costrette a coprirsi il viso», ma un divieto legislativo di farlo colpisce anche i loro diritti, ha aggiunto la portavoce.

Due relatori speciali delle Nazioni Unite, tra cui lo zurighese Nils Melzer, avevano già denunciato il divieto del burqa domenica sera. Questi esperti indipendenti, che non parlano a nome dell'Onu, avevano anch'essi criticato la «discriminazione» contro le donne.

La reazione di Lorenzo Quadri - L'uscita dell'Alto Commissariato dell'Onu per i diritti umani non è affatto piaciuta al consigliere nazionale leghista Lorenzo Quadri che ha subito deciso d'interpellare il Consiglio federale, chiedendo se intenda replicare «alle stolte» dichiarazioni dell'Organo delle Nazioni Unite. «Come si permette l'Alto Commissariato - sbotta Quadri - d'intromettersi con arroganza e ignoranza nella democrazia elvetica, deplorando profondamente la votazione popolare favorevole al divieto di dissimulazione del viso?». La questione, sollevata dal consigliere nazionale, verrà trattata durante la prossima ora delle domande. 

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
ciapp 7 mesi fa su tio
ONU Fo....i incassa la sconfitta e state zitti
madras 7 mesi fa su tio
Ma che cavolo vuole l’ ONU. Pensate di fermare le guerre nei paesi arabi invece fannulloni
Moga 7 mesi fa su tio
Alto commissario di sto c....
gooky 7 mesi fa su tio
ah...
seo56 7 mesi fa su tio
Pensasse ai cavoli suoi!!
roma 7 mesi fa su tio
Il Sovrano si è espresso.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-10-19 02:48:25 | 91.208.130.85