20minuten
+3
ULTIME NOTIZIE Svizzera
BERNA
1 ora
Protezione contro il terrorismo, in attesa del referendum
Nel settembre 2020 il Parlamento ha adottato la legge federale sulle misure di polizia per la lotta al terrorismo (MPT).
FOTO E VIDEO
BASILEA CITTÀ
1 ora
«Ma quale Banksy, siamo stati noi»
Il movimento Sciopero per il clima rivendica l'apparizione del "Banker with Cigar" all'esposizione presso la Halle 5
FOTO
ARGOVIA
1 ora
Violento rogo in una scuderia, salvi tutti i cavalli
A prendere fuoco è stata la paglia presente in una struttura equestre di Würenlos.
SVIZZERA
2 ore
La pandemia tocca i giovani, che si buttano in politica
Incrementi significativi per Gioventù socialista, Alleanza del Centro, PLR e UDC e Verdi
SVIZZERA
3 ore
AI e reinserimento nel mondo del lavoro: troppe differenze tra cantoni
Nella Svizzera romanda e in Ticino la quota di rendite accordate supera di almeno il 27% la media nazionale.
SVIZZERA
3 ore
«La politica ordini subito il farmaco di Roche»
Berna sta attualmente negoziando una fornitura, mentre la Germania si è già assicurata l'accesso al medicamento.
GRIGIONI
11 ore
La Posta “perde” un Rolex da 8.000 franchi
Un appassionato ha acquistato l'orologio tramite Ricardo. Ma non l'ha mai ricevuto.
FOTO
SCIAFFUSA
13 ore
Con la gru “irrompe” negli uffici della polizia
Un curioso incidente si è verificato a Sciaffusa. Non si registrano fortunatamente feriti
SPAGNA / SVIZZERA
13 ore
In vacanza col morto: «L'ho amato moltissimo»
Si chiariscono alcuni retroscena del singolare viaggio interrotto la scorsa settimana dalla polizia catalana.
SVIZZERA
13 ore
«Se l'UDC vuole essere coerente, dovrebbe lasciare il Consiglio federale»
La presidente del PLR Petra Gössi risponde all'attacco di Marco Chiesa
SVIZZERA
16 ore
Keller-Sutter a favore della Legge sul terrorismo
La consigliera federale si espressa stasera nel corso dell'assemblea straordinaria dei delegati PLR
ZURIGO
06.03.2021 - 16:340
Aggiornamento : 22:34

Violenti scontri alla manifestazione per le donne

Disordini in occasione di un evento non autorizzato.

Il gruppo era stato invitato a disperdersi. Ma la polizia ha infine dovuto intervenire severamente usando spray al pepe e cannoni ad acqua.

ZURIGO - Lunedì è la Giornata internazionale della donna. Il collettivo «Feminist Strike Zurich» ha organizzato per questo fine settimana alcuni eventi a tema nella città di Zurigo. Dopo le 13, diverse persone si sono radunate in vari luoghi del centro città per manifestare.

Tuttavia, la polizia della città di Zurigo è intervenuta poco dopo le 14:00 e ha interrotto la manifestazione. Interpellati da 20 Minuten, gli agenti hanno spiegato che avrebbero allontanato o addirittura arrestato chiunque non avesse abbandonato la manifestazione. 

«Volevamo solo manifestare pacificamente» - La maggior parte dei manifestanti si è allontanata autonomamente. «Volevamo riunirci pacificamente e chiedere maggiore giustizia nei confronti delle donne», sottolinea un'attivista 34enne di Zurigo. «Sfortunatamente, la polizia ha iniziato a controllare le persone che stavano prendendo parte all'evento e alla fine ha sciolto completamente la manifestazione - prosegue -. Penso sia una sciocchezza, dopotutto abbiamo rispettato rigorosamente le regole della distanza. Nel parco accanto c'erano molte più persone riunite. Adesso torno a casa, ho figli e non posso permettermi di passare due giorni dietro le sbarre».

«Volevo scendere in piazza per una maggiore uguaglianza», aggiunge un'attivista del collettivo Lila-Rot. «Sfortunatamente le donne sono ancora svantaggiate in molti settori, e non solo sul lavoro, ma anche nella vita privata. Io stessa lavoro come tecnico e devo sempre fare un po' di più degli altri per essere presa sul serio. Questo deve cambiare», conclude.

«In realtà vogliamo manifestare pacificamente per i diritti delle donne», aggiunge un'altra partecipante. «Ma la polizia non ci permette di riunirci e fa controlli rigorosi, anche se tutti indossiamo la mascherina e rispettiamo di gran lunga la regola delle 15 persone. Dobbiamo stare attente, in questo momento stiamo facendo in modo di essere solo piccoli gruppi».

Violenti scontri - Alle 15:30, tuttavia, gli attivisti sfrattati si sono nuovamente riuniti su Helvetiaplatz. La polizia è quindi intervenuta portando via i primi manifestanti. Si è fatto ricorso all'uso di spray al peperoncino e ai cannoni ad acqua. Almeno un manifestante è stato gettato a terra dalla polizia e arrestato con la forza. Ci sono stati diversi arresti.

Intorno alle 16.30, gli agenti si sono ritirati da Helvetiaplatz per alcuni minuti. La situazione si è calmata per un po'. Ma l'azione di polizia ha ripreso a pieno ritmo poco dopo le 16:30.

20minuten
Guarda tutte le 7 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
franco1956 1 mese fa su tio
giustamente hanno fatto rispettare le regole.
Trasp 1 mese fa su tio
La polizia ha solo fatto rispettare le regole. Potevano manifestare in mille altri modi rispettando le regole, non mi sembra difficile.
angie2020 1 mese fa su tio
Citt in mano ai rossi. Città allo sbaraglio
Giulietto 1 mese fa su tio
Ma no daiiiiii... e se dovessero manifestare i pensionati per l’AVS cosa fanno schierano i Leopard??? Mamma mia che deriva liberticida
ciapp 1 mese fa su tio
no comment
cle72 1 mese fa su tio
@ciapp La coerenza non è di casa da lei. Quale sostenitore di Trump dovrebbe essere d accordo con questo comportamento della polizia. Trump era per il pugno di ferro e lo si è visto più volte nei suoi 4 anni di muri, razzismo e per le donne non ha fatto nulla ecc ecc ecc ha pompato solo il suo ego fallendo! Per la fortuna di tutto il mondo.
franco1956 1 mese fa su tio
@cle72 per ls cronaca,il nuovo presidente(carica rubata),ha ia bombardato la Siria.Evviva il nuovo rosso
F/A-19 1 mese fa su tio
Dovevano intervenire con l’esercito per fermare 4 donne? Siamo arrivati al livello della Cina comunista e dittatoriale altro che libertà. Una manifestazione pacifica non dovrebbe chiedere nessun consenso, là si fa e basta.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-04-13 11:50:03 | 91.208.130.86