Keystone
SVIZZERA
17.12.2020 - 07:370
Aggiornamento : 08:41

Indagini della COMCO sulla fibra ottica, Swisscom non ci sta

Rispondendo per le rime al fascicolo aperto ad agosto: «Il nostro investimento a vantaggio di tutti» e promette ricorso

BERNA - La Commissione della concorrenza (COMCO) ha avviato un’indagine sul potenziamento della rete in fibra ottica di Swisscom e ha disposto misure precauzionali. Una decisione, comunicata già ad agosto, che però il colosso delle telecomunicazioni respinge categoricamente

«Nella realizzazione e nella gestione dei collegamenti di rete fissa a lungo raggio e a banda larga, l’azienda affronta la forte concorrenza di altri operatori, come le imprese elettriche e i gestori di reti via cavo», spiega Swisscom che presenterà ricorso sulla decisione della Commissione.

«Swisscom consente a tutti i concorrenti un ampio accesso alle proprie reti, senza alcuna discriminazione, nel rispetto di condizioni commerciali concordate o delle norme e porta avanti un continuo potenziamento della propria rete investendo ogni anno circa 1,6 miliardi di franchi nella sua espansione e manutenzione. Queste operazioni vanno anche a vantaggio della concorrenza, che può ridurre i propri investimenti risparmiando sui costi», continua l'azienda.

Lo scorso 25 agosto, la COMCO aveva aperto un fascicolo sulla gestione della banda larga in Svizzera da parte di Swisscom, affermando: «Vi sono indizi che Swisscom abusi della sua posizione di mercato nel settore dei servizi di connessione a banda larga. Nell’ambito di gare d'appalto per progetti di interconnessione di siti commerciali - continua l'antitrust - l'azienda chiederebbe prezzi troppo elevati».

 

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-10-25 00:12:12 | 91.208.130.89