Keystone
SVIZZERA
05.08.2020 - 15:560

FFS: si accentua la penuria di macchinisti

La crisi del coronavirus ha ulteriormente messo in difficoltà le Ferrovie federali.

La fine del periodo d'istruzione del personale è stata posticipata di 2-4 mesi.

BERNA - Si accentua la penuria di macchinisti in seno alle FFS. La crisi del coronavirus ha infatti rallentato la formazione. Conseguenza: alcuni treni soppressi durante il lockdown continuano a non circolare.

In una nota, le Ferrovie federali spiegano che in autunno saranno circa 340 i macchinisti in formazione. Ciò corrisponde al 10% personale delle FFS addetto alle locomotive.

Malgrado gli sforzi intrapresi per reclutare nuovi macchinisti, la situazione è però ulteriormente peggiorata a causa della crisi del coronavirus: i corsi di addestramento e aggiornamento sono infatti stati temporaneamente sospesi. Ancora adesso, l'istruzione è ancora soggetta a determinate restrizioni.

Il numero di partecipanti è ad esempio limitato, ciò che raddoppia il numero di giorni di formazione richiesti. Di conseguenza, la fine della formazione è stata posticipata di due - quattro mesi. Gli sforzi per sopperire alla penuria di personale daranno quindi i loro frutti solo a partire dalla metà del 2021. Da notare che nei prossimi anni le FFS dovranno sostituire 1000 macchinisti che andranno in pensione.

Vista la situazione, le FFS si dicono costrette a cancellare alcuni collegamenti che circolano solo nelle ore di punta, in particolare nelle zone Losanna/Ginevra e Briga, nonché a Zurigo. Tutte le modifiche sono segnalate nell'orario online.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
don lurio 1 anno fa su tio
Si deve aver voglia di lavorare , senza prendere in considerazione i turni di lavoro , giorno,notte, festivi e feriali. Le selezioni non sono assurde, e dovuta in base alla responsabilità. Oggi forse per i giovani è meglio godersi la vita e non guardare cosa guadagna un manager , prima di tutto si deve raggiungere la posizione e lavorare per guadagnare.
ratpics 1 anno fa su tio
Il problema grosso è che cercano (quasi) solo in CH tedesca e francese, laddove i salari di un macchinista sono paragonabili a molti altri lavori e quindi la professione, visti gli orari a turni e festivi ecc.., risulta poco attrattiva... qua da noi in Ticino invece dove di salari simili non se ne vedono praticamente da nessuna parte, non ne hanno bisogno (o non ne cercano..) :-)
tartux 1 anno fa su tio
@ratpics Mi scusi ma non é vero, ho parenti che stanno facendo or ora la formazione (ergo sono trai 340 qui sovramensionati). Il problema é stata la completa malagestione della società che nonostante sia 100% in mano alla confederazione viene gestita come se fosse privata e che i macchinisti vengono trattati da schifo e quindi non é un lavoro atrattivo.
Bandito976 1 anno fa su tio
Fatto domanda, neanche si sono degnati. Adess piangian. TUT ball
Viperus 1 anno fa su tio
E si che alle FFS ci sono gli ingegneri da oltre 10 mila al mese...ma evidentemente non hanno studiato a sufficenza....pöri ffs...
franco1956 1 anno fa su tio
Questi sono i risultati della politica scellerata dell'incapace che se ne andato.Tale Andreas Meyer
roma 1 anno fa su tio
...miracoli della "semi"privatizzazione delle FFS...(sigh)
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-12-07 10:58:11 | 91.208.130.86