Keystone - foto d'archivio
SVIZZERA
04.07.2020 - 13:550
Aggiornamento : 15:44

Covid-19: «Il lockdown svizzero è giunto in ritardo»

L'ex consigliera federale Doris Leuthard si esprime sull'operato della Confederazione.

«Ne usciremo ben posizionati, ma il recupero dalla crisi richiederà tempo».

BERNA - La Svizzera ha reagito troppo tardi alla crisi del coronavirus. È l'opinione di Doris Leuthard, intervistata dall'emittente televisiva CNN Money Switzerland. «Il lockdown è avvenuto con dieci giorni-due settimane di ritardo», ha dichiarato l'ex consigliera federale.

Nell'intervista, che è stata condotta in inglese, la 57enne ha detto che il governo ha «nel complesso fatto un buon lavoro nell'attuare le misure per lottare contro il virus». La politica avrebbe però dovuto reagire prima. Ma ha anche ammesso: «Con il senno di poi si è sempre più saggi». La Svizzera, ha aggiunto Leuthard uscirà «ben posizionata» dalla crisi, anche se il recupero richiederà tempo.

Doris Leuthard è stata in Consiglio federale dal 2006 alla fine del 2018, prima come ministra dell'economia, poi come responsabile del Dipartimento federale dell'ambiente, dei trasporti, dell'energia e delle comunicazioni (DATEC). Dopo le sue dimissioni, ha assunto diversi mandati in consigli di amministrazione, tra cui Coop e il costruttore ferroviario Stadler Rail.

Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-08-06 14:47:39 | 91.208.130.87