keystone-sda.ch / STF (ALEXANDRA WEY)
+12
ZURIGO
20.06.2020 - 13:320
Aggiornamento : 18:14

Gli ambientalisti invadono il Quaibrücke, la polizia li sgombera

La trafficata arteria di Zurigo è rimasta bloccata per diverse ore, sia per le auto sia per il tram.

«Non si può tornare alla normalità post lockdown, o si rischia il collasso climatico».

ZURIGO - Circa 250 manifestanti del gruppo ambientalista Extinction Rebellion hanno bloccato verso mezzogiorno il Quaibrücke a Zurigo. La maggior parte degli attivisti indossava mascherine protettive. L'evento si è svolto pacificamente ed è terminato verso le 15.15.

La polizia si è dapprima limitata a osservare e ad invitare i dimostranti a consentire la circolazione: gli attivisti hanno infatti bloccato le due estremità del ponte, impedendo alle automobili ma anche ai tram di transitare. Dato che nessuno ha risposto alle richieste delle forze dell'ordine, gli agenti hanno iniziato a spostare "di peso" le persone una ad una.

I manifestanti allontanati dalla polizia o quelli che se ne sono andati volontariamente hanno dovuto sottostare a un controllo dell'identità prima di andarsene. Complessivamente sono state verificate le credenziali di 257 persone, 5 delle quali sono state portate al posto di polizia. Una 18enne è stata segnalata all'ufficio del pubblico ministero per violenza e minacce contro i funzionari.

Poiché le persone che hanno partecipato all'azione erano meno di 300 non si sono rese perseguibili per violazione del regolamento Covid-19; rischiano tuttavia sanzioni per perturbamento della circolazione pubblica e per coazione, dato che hanno bloccato il traffico di un'importante arteria cittadina per oltre tre ore.

Con la loro azione, i manifestanti hanno voluto ricordare che il mondo dopo la pandemia di coronavirus non dovrà «tornare alla normalità», altrimenti non si potrà evitare un collasso climatico.

Extinction Rebellion - un'organizzazione attiva in molti Paesi - si è fatta conoscere in Svizzera negli scorsi mesi per una serie di azioni. Ad esempio, i militanti hanno bloccato il terminal dei jet privati all'aeroporto di Cointrin e la rue Centrale a Losanna, mentre a Zurigo, lo scorso settembre, avevano colorato la Limmat di verde.

keystone-sda.ch / STF (GAETAN BALLY)
Guarda tutte le 16 immagini
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter

TikTok


Copyright © 1997-2021 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2021-02-28 17:49:26 | 91.208.130.85