Immobili
Veicoli

BERNALe psicoterapie online devono essere pagate dalle casse malati

17.04.20 - 17:18
Lo chiede una petizione di 15'000 firme consegnate oggi a Alain Berset
Deposit
Fonte ATS
Le psicoterapie online devono essere pagate dalle casse malati
Lo chiede una petizione di 15'000 firme consegnate oggi a Alain Berset

BERNA - Le terapie online con psicologi devono essere prese a carico dall'assicurazione di base durante la crisi del coronavirus, come avviene per quelle con psichiatri. È quanto chiede una petizione consegnata oggi al consigliere federale Alain Berset con oltre 15'000 firme.

La Confederazione permette agli psichiatri di continuare la psicoterapia ambulatoriale durante la pandemia di coronavirus, nel loro studio per telefono o in videoconferenza, hanno comunicato il principale promotore della petizione "Help" e la Fondazione Pro Mente Sana.

Agli psicologi invece concede solo due ore supplementari a semestre per le consulenze telefoniche oltre ai consueti 240 minuti che possono essere fatturati a semestre in caso di assenza di pazienti.

"I nostri pazienti hanno un bisogno urgente di proseguire la loro psicoterapia anche durante la pandemia. Se ciò non è possibile nello studio allora occorre farlo online o per telefono: l'importante è che la terapia continui", ha spiegato Anne Wälchli, psicoterapeuta all'origine della petizione.

Secondo il comunicato queste richieste resteranno d'attualità anche se le restrizioni imposte per contenere la pandemia saranno allentate a partire dal 27 aprile. Numerosi pazienti e psicoterapeuti fanno parte del "gruppo a rischio" e continueranno a dipendere dalla possibilità di proseguire una psicoterapia online o per telefono per un certo tempo.

Il fatto stesso che la petizione sia stata firmata da 15'513 persone in soli dieci giorni dimostra che la domanda è considerata urgente anche dalla popolazione, viene sottolineato.
 
 

NOTIZIE PIÙ LETTE
ULTIME NOTIZIE SVIZZERA