Keystone
ULTIME NOTIZIE Svizzera
SVIZZERA
1 ora
Soffre anche la Svizzera: PIL elvetico in forte calo
Dal lato del settore alberghiero e della ristorazione si registra un terribile -23,4%
SVIZZERA
1 ora
Swiss si lecca le ferite e guarda avanti
Forti perdite nel primo trimestre a causa del coronavirus, ma si torna ad ampliare l'offerta
SVIZZERA
1 ora
Matrimonio per tutti e contact tracing alle Camere
All'ordine del giorno del Nazionale c'è anche l'eventuale accesso alla donazione di sperma per le coppie lesbiche.
SVIZZERA
12 ore
Caso FIFA: archiviata l'inchiesta contro Sepp Blatter
L'MPC ha chiuso il caso riguardo alle presunte irregolarità nell'aggiudicazione di alcuni diritti televisivi nel 2005.
GINEVRA
12 ore
Sparò a due rapinatori, assolto agente di sicurezza
Secondo i giudici delle Assise correzionali l'uomo, un ex gendarme francese, agì per legittima difesa.
SVIZZERA
13 ore
«La manifestazione? Un casino, dovevano multarli tutti»
Divide l'opinione politica il corteo di questo lunedì a Zurigo fra condanne e chi vorrebbe assembramenti più numerosi
SVIZZERA
14 ore
Un Primo d'Agosto diverso
La presidente della Confederazione ha confermato la tradizionale festa del Primo Agosto sul praticello urano.
SVIZZERA
14 ore
Medio Oriente, appello al dialogo di Cassis
Il consigliere federale ha partecipato oggi alla riunione del Comitato per l'assistenza dei palestinesi.
SVIZZERA
14 ore
Il Nazionale dice sì alle "prove di legalizzazione" della cannabis
A patto che si usi solo canapa Bio svizzera, l'obiettivo è la lotta all'illegalità ma anche la tutela dei giovani
SVIZZERA
15 ore
«Occorre un maggior controllo alle frontiere»
Il Consiglio degli Stati ha approvato due progetti di sviluppo sul SIS e sull'ETIAS
SVIZZERA
15 ore
I deputati vogliono rimanere al Bernexpo
La maggioranza del Nazionale ha bocciato una mozione dell'UDC che chiedeva di tornare a Palazzo federale già lunedì.
SVIZZERA
15 ore
Introdurre il «riscatto per il terzo pilastro»
Il Nazionale ha approvato una mozione che consentirà a chi non ha ancora versato i contributi, di farlo successivamente.
SAN GALLO
15 ore
Rinvenuto il cadavere del nuotatore scomparso
I sommozzatori che dragavano le acque del Walensee hanno rinvenuto il corpo del 27enne.
SVIZZERA
15 ore
«L'incompetenza dell'UFSP è un pericolo per la salute e la vita»
L'app SwissCovid è scaricabile da tutti, anche da chi non fa parte del gruppo pilota. Le critiche del legale
GRIGIONI
16 ore
Bimba travolta e uccisa da una scultura: «I genitori non l'hanno lasciata da sola»
Il dramma di Flims il giorno dopo, fra cordoglio e tanti dubbi. Una mamma: «Poteva succedere anche ai miei figli»
ZUGO
16 ore
Camion esce di strada: conducente ferito
L'incidente si è verificato oggi a Menzingen
VALLESE
16 ore
Un castoro prende casa vicino a un negozio
È quanto accade in Vallese. Si tratterebbe di un «evento rarissimo»
SVIZZERA / FRANCIA
17 ore
UBS, il processo d'appello in Francia è rinviato al 2021
La banca è stata condannata in primo grado al pagamento di 4,5 miliardi di euro per evasione fiscale
ZURIGO
17 ore
Rapinatore in fuga col bottino
Il malvivente ha messo a segno un colpo in una stazione di servizio a Wollishofen
EUROPA / SVIZZERA
17 ore
Nestlé dovrà cambiare nome ai suoi hamburger vegani
Secondo i giudici dell'Aja la denominazione corrente ricorda in maniera un po' sospetta quella di un prodotto rivale
Attualita
17 ore
Le apnee nel sonno potrebbero causare demenza e altri disturbi
Sono oltre 150'000 le persone che in Svizzera soffrono di sintomi legati alle apnee notturne
GRIGIONI
18 ore
L'atterraggio in parapendio non funziona come dovrebbe
Un 55enne è precipitato da un'altezza di cinque/dieci metri. I primi a soccorrerlo sono stati dei passanti
SVIZZERA
18 ore
La spesa in Italia? Domani non cambia niente
La Svizzera mantiene le limitazioni in entrata «fino a nuovo avviso». Ecco le decisioni del governo federale
VAUD
19 ore
Oltre cento chilometri per le biciclette
È la mossa del Canton Vaud in risposta alle nuova abitudini della popolazione dopo il lockdown
SVIZZERA
20 ore
Molestie e mobbing non se ne vanno con il telelavoro
A dirlo è una professoressa dell'Università di Ginevra. Molestare a distanza sarebbe addirittura più facile.
SVIZZERA
20 ore
I giornali tornano nei bar
Caffè e informazione: dal prossimo venerdì sarà di nuovo possibile, come prevede il nuovo piano di protezione
SVIZZERA
20 ore
Solo tre contagi in più di ieri
Il virus nel nostro Paese si diffonde sempre meno.
SVIZZERA
21 ore
Boccata d'ossigeno: Indice PMI in ripresa
I responsabili degli acquisti possono guardare al futuro con più ottimismo
SVIZZERA
21 ore
Caccia all'orso a spese di Mosca, a processo un ex poliziotto
L'uomo collaborava strettamente con il Ministero pubblico della Confederazione nelle inchieste con la Russia
LUCERNA
21 ore
Veicolo in fiamme sull'A2
L'incidente è avvenuto domenica pomeriggio a Eich. Il conducente è riuscito ad abbandonare il veicolo in tempo
VIDEO
SVIZZERA
22 ore
Quando prelevi al bancomat non lasciarti distrarre
La nuova campagna "Card Security" di Prevenzione Svizzera della Criminalità
SVIZZERA
22 ore
"Stop all'olio di palma", raccolte 56'000 firme
Il referendum mira a interrompere l'accordo di libero scambio con l'Indonesia
SVIZZERA
23 ore
L'ambasciatore difende la Cina: «Siamo stati trasparenti»
Geng Wenbing ha precisato che gli sforzi della Cina stanno ottenendo il riconoscimento e l'elogio dell'Oms
SVIZZERA
23 ore
«Il Consiglio federale ha agito bene»
Primo bilancio del presidente del PPD. «Hanno trovato il buon equilibrio tra i rischi sanitari e quelli economici»
SVIZZERA
1 gior
Bisognerà ripensare la mobilità del futuro
In futuro bisognerà trovare il modo di coniugare i nuovi bisogni di mobilità con la protezione del clima.
OBVALDO
1 gior
Escursionista cade e muore in territorio di Giswil
La donna è precipitata su una via spesso praticata ma non segnalata
SVIZZERA
1 gior
Rendite ponte per gli over 60, l'UDC minaccia il referendum
Per i democentristi si tratta di un invito a licenziare i lavoratori anziani.
FOTO
ZURIGO
1 gior
«Non è solo un problema degli Usa, è anche nostro»
Oltre un migliaio di persone hanno manifestato a Zurigo. La Polizia: «Protesta pacifica, nessun disordine»
VAUD
1 gior
Per un 84enne lo schianto è fatale sulla A9
È successo nei presi di St-Triphon, il conducente ha perso il controllo del veicolo forse a causa di un malore
SVIZZERA
1 gior
Laghetti, fiumi e montagne presi d'assalto (anche dai ticinesi) per Pentecoste
Il bel tempo ha invogliato gli svizzeri a uscire di casa per godere le bellezze del nostro Paese.
GRIGIONI
1 gior
Bimba schiacciata e uccisa mentre giocava con una scultura di legno
È successo a Flims nei pressi della stazione della funivia, ferita gravemente è stata inutile la corsa in ospedale
BERNA
1 gior
Intrappolato sotto la pressa: morto il 18enne
L'incidente era avvenuto lo scorso 20 maggio in un'azienda a Herzogenbuchsee
FOTO
VAUD
1 gior
Omicidio in un parcheggio sotterraneo
Il fatto di sangue è avvenuto ieri sera nel parcheggio dell'autorimessa del porto di Ouchy.
VIDEO
BERNA
1 gior
Mister Covid, Daniel Koch, si è buttato nell’Aare
  Il diretto interessato conferma l’autenticità del video e rivela: “Sotto avevo la muta”
SAN GALLO
1 gior
Ciclista urtato da un'auto
Il 56enne è stato portato in ospedale da un elicottero della Rega
ZURIGO
1 gior
“Datemi i soldi” e poi la coltellata. Grave un 28enne
Accoltellato in piena notte mentre rientrava a casa. Il racconto shock degli amici
FOTO
ZURIGO
1 gior
L'uccisione di Minneapolis arriva fino a Zurigo
Lungo la Langstrasse si sono radunati diversi manifestanti. Forse più di mille.
SVIZZERA
1 gior
Raccolta firme di nuovo possibile, ma le critiche non mancano
Al momento la ricerca di sostegno è in corso per 15 atti popolari. Ma le direttive fanno scuotere il capo a molti
BERNA
1 gior
Caduta in mountain-bike fatale per un 28enne
Il giovane si trovava nella regione dell'Hohgant. È precipitato per una sessantina di metri.
BERNA
1 gior
Coronavirus in Svizzera: 9 contagi nelle ultime 24 ore
Non si registrano invece nuovi decessi legati al Covid-19.
SVIZZERA
03.04.2020 - 11:030
Aggiornamento : 21:08

Con il boom dell'e-shopping (e le assenze per malattia) la Posta corre ai ripari con i contingenti all'invio

Che interessano 100 grandi mittenti: «In queste condizioni, l'attuale volume non è semplicemente più gestibile»

Critici i commercianti: «C'è chi ha investito sulla logistica per far fronte alla domanda in crescita»

Fonte 20Minuten/Dominique Zeier
elaborata da Filippo Zanoli
Giornalista

Caricamento in corso ...
Questi sondaggi non hanno, ovviamente, un valore statistico. Si tratta di rilevazioni aperte a tutti, non basate su un campione elaborato scientificamente. Hanno quindi l'unico scopo di permettere ai lettori di esprimere la propria opinione sui temi di attualità.

BERNA - La Posta, confrontata con un vertiginoso incremento del traffico pacchi dovuto alla pandemia di coronavirus, tira il freno a mano e si appresta a contingentare i volumi di spedizione dei suoi 100 maggiori clienti. Altrimenti non sarà più in grado di far fronte all'enorme flusso di pacchi. Allertato, il settore della vendita per corrispondenza sta valutando quali misure adottare.

La Posta ha comunicato oggi ai suoi clienti principali di voler introdurre con effetto immediato una quota massima per giorno lavorativo di pacchi standard come misura d'emergenza, ha spiegato questa sera il portavoce del gigante giallo Oliver Flüeler, interpellato dall'agenzia di notizie Keystone-ATS. Con questa misura la Posta intende proteggere i propri collaboratori e mantenere l'approvvigionamento di pacchi in Svizzera.

Il Dipartimento federale dell'ambiente, dei trasporti, dell'energia e delle comunicazioni (DATEC) ha concesso alla Posta un contingentamento per una settimana, fino a Pasqua, ha precisato Flüeler. Su iniziativa del DATEC, in una tavola rotonda il gigante giallo, i venditori per corrispondenza, i concorrenti e le parti sociali sono invitati a trovare soluzioni valide per affrontare il più rapidamente possibile il problema della marea di pacchi.

Dall'inizio dell'emergenza, la Posta ha dovuto far fronte a un enorme aumento della distribuzione di colli. Il volume dei pacchi ha raggiunto di giorno in giorno nuovi livelli record e in alcuni casi ha addirittura superato le quote del periodo natalizio.

"I peggiori timori si sono avverati", scrive oggi l'Associazione delle imprese svizzere di vendita per corrispondenza in una nota. Senza misure adeguate, lo smistamento e la distribuzione dei pacchi rischia il collasso.

Nel comunicato, l'Associazione formula cinque misure che potrebbero contribuire a disinnescare la situazione. In primo luogo bisognerebbe dare la precedenza alle attività nazionali, sospendendo le cosiddette spedizioni UPU (Universal Postal Union). Si tratta di oltre 100'000 piccole spedizioni di merci al giorno provenienti dall'estero: per l'Associazione queste capacità dovrebbero essere liberate a favore del commercio nazionale.

Come seconda misura, la Posta dovrebbe utilizzare il suo canale di smistamento e distribuzione "lettere" anche per i pacchi di piccole dimensioni. In terzo luogo, fino a quando non vi sarà un allentamento nelle chiusure dei negozi, bisognerà consentire le consegne anche la domenica e nei giorni festivi. Quarta misura: introdurre una "raccolta controllata", rispettando le regole di distanza e di dosaggio in vigore nel commercio al dettaglio per i prodotti alimentari.

Ultima misura: revocare al più presto la chiusura dei settori non food nella grande distribuzione e nei negozi di alimentari. Secondo l'Associazione, il blocco dei prodotti di uso non quotidiano nei negozi rappresenta infatti un onere aggiuntivo non indifferente per il sistema dei pacchi.

Grazie a queste misure, secondo l'Associazione, si potrà mantenere la distribuzione dei pacchi rifornendo in maniera affidabile i consumatori.

 

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Carlo Aiele 2 mesi fa su fb
Ma scusa !!! Non posso uscire di casa a comprare le cose, i negozi sono chiusi... dove compro le cose che mi mecessitano ???? Uno è a casa chiuso.... memmeno puo fare acquisti. Nessun senso
Emanuele Di Pasquale 2 mesi fa su fb
Le tolgano il monopolio e poi vediamo
Equalizer 2 mesi fa su tio
Ma se le attività produttive sono chiuse come fa a funzionare l'e-shopping? Mica che gli articoli si impaccano da soli.
Alba Chiara 2 mesi fa su fb
Vedo certi commenti di ...😨😨😨e non mi stupisce...
Giovanni Miraglia 2 mesi fa su fb
E si tra vibratori, bambole gonfiabili ecc ecc 🤣🤣🤣🤣🤣
Azy Mujic 2 mesi fa su fb
Grazie❣️ai lavoratori, io volevo fare un ordine e alla fine ho deciso di rinunciare una settimana fa. La salute dei dipendenti prima di tutto❣️
Giuliano Del Dono 2 mesi fa su fb
Se l'hai fatto davvero brava, almeno tu hai capito come bisognerebbe ragionare.
Laila Berger 2 mesi fa su fb
Azy Mujic pure io. Mi si è rotto il tosta pane.. addio toast.
Bobby Seven 2 mesi fa su fb
La posta è un servizio che deve funzionare anche in caso di guerra! Questi non vuol dire che ognuno deve ordinare tutto quello che vede ma avere del buon senso ci vuole in questa situazione. Se manca personale assumetelo. Inoltre chi è chiuso in casa magari ordina cose per passare il tempo quindi per me determinati prodotto potrebbe essere considerati di prima necessità! Se la gente non si annoia non pensa ad uscire.
Azy Mujic 2 mesi fa su fb
Bobby Seven buon senso non esiste ... la gente non pensa e non agisce con cognizione di causa... e questo è il risultato..
Giuliano Del Dono 2 mesi fa su fb
E infatti la posta funziona, ma ha un certo limite. O pensi che in caso di guerra si spedirebbero peluche o aggeggi inutili?
Arrosto72 2 mesi fa su tio
Comunque, chiaramente ad un prezzo più alto, ci sono anche altri servizi di spedizione che funzionano piuttosto bene (DHL, UPS, ecc.). Io personalmente ho iniziato ad ordinare scegliendo DHL e in due giorni lavorativi arriva qualsiasi cosa, di qualunque dimensione e peso.
Mag 2 mesi fa su tio
@Arrosto72 Esatto.
Mario Da Silva Páscoa 2 mesi fa su fb
a sto punto la domanda è, la posta a cosa serve??? uffici postali pressoché spariti adesso neanche i pacchi... addio!
Zico 2 mesi fa su tio
@Bryan Paonessa Guerreiro tu hai l'aria di una che non ha mai mosso paglia da terra. che scivi tanto per usare le tue dita che saranno senz'altro fatte in una manicure di alto prestigio.
Arrosto72 2 mesi fa su tio
Qui vedo troppi che non hanno capito che la salute dei dipendenti non c'entra niente ed è solo una scusa ... la Posta vuole continuare a massimizzare gli utili, altrimenti assumerebbero personale aggiuntivo temporaneo per coprire le esigenze, che sono OVVIAMENTE (ma va?) aumentate in conseguenza della situazione attuale. A tutti viene detto di stare a casa: OVVIAMENTE le persone ordinano per ricevere via posta. La posta che fa? C'è troppo da fare, contingentiamo.
Mag 2 mesi fa su tio
@Arrosto72 Esatto. Visto che ci siamo, perché non chiudere (lockdown) anche la vendita online! Cosi' niente più pacchi e possono chiedere il credito Covid ... mamma che inetti.
Fatima Mombelli Pegoraro 2 mesi fa su fb
Oramai era prevedibile , come è che non si sono preparati ? RIDICOLI !
Mara Athena 2 mesi fa su fb
... cartucce stampanti, fogli o solo i sacchetti ricambi aspirapolvere ... che facciamo ? .. beni di prima necessità d’accordo , e ciò che serve . Bisogna chiedere e confidare nel buonsenso della popolazione chiedendo di non ordinare al momento cose davvero non indispensabili .
Manuela Quattropani 2 mesi fa su fb
Mi sono detta la stessa cosa!' !!! ??? i beni di prima necessità gli abbiamo
Marta 2 mesi fa su tio
...a parte gli acquisti per shopping molti pacchi e lettere sono invii a parenti stretti (fuori Cantone) che a causa del coronavirus non possono mettersi in contatto fra di loro!! ragione di più che questo tipo di servizio deve essere efficiente. Tra l'altro si fanno pagare anche bene. Credo che possano organizzarsi comunque.
Mag 2 mesi fa su tio
@Marta Esatto, dirigenza incapace.
Mag 2 mesi fa su tio
@Mag O peggio, dirigenza menefreghista.
P/P 2 mesi fa su tio
??
Bryan Paonessa Guerreiro 2 mesi fa su fb
Sono abituati ad avere la vita dolce!! Ora che c’è da sudare davvero non sanno neanche da che parte iniziare....
Andrija Andri Ivanovic 2 mesi fa su fb
Bryan Paonessa Guerreiro Ah devo dire che al media si suda😂 Ma mocala va😂
Ljubo Kokanovic 2 mesi fa su fb
Bryan Paonessa Guerreiro che coraggio , al media sudate tantissimo 😂😂😂😂🤦‍♂️💪
Andrija Andri Ivanovic 2 mesi fa su fb
Si vede che al MediaMarkt va mia il clima😂
Bryan Paonessa Guerreiro 2 mesi fa su fb
Andrija Andri Ivanovic 😂😂😂 vita dolce alla posta... 😘
Andrija Andri Ivanovic 2 mesi fa su fb
Bryan al media sudata😂😂😂
Ljubo Kokanovic 2 mesi fa su fb
Bryan Paonessa Guerreiro 😂😂😂😂 mamma mia che non fai niente del tutto sei ancora più spiritoso 😂😂😂
siamosolonoi 2 mesi fa su tio
Siamo un popolo di viziati, non abbiamo più il senso del sacrificio. Tutti hanno bisogno di qualcosa. Bisogna sapersi adattare alla situazione. I nostri avi avevano a disposizione forse un terzo di quello che abbiamo noi e hanno vissuto, quindi ce la possiamo fare pure noi. Basta lagnarsi!
miba 2 mesi fa su tio
@siamosolonoi Condivido al 100%
Zico 2 mesi fa su tio
@siamosolonoi hai ragione. l'importante è criticare tutto e tutti.
Mag 2 mesi fa su tio
@siamosolonoi Se i nostri avi avessero avuto a disposizione quello che "abbiamo noi", avrebbero fatto come noi e noi, ai loro tempi, come loro. Basta frasi da buonismo inutile.
Zico 2 mesi fa su tio
@Mag magari basta anche con interventi fuori luogo: la vuoi capire o no che siamo in una situazione senza precedenti! nella foto compare un pacco con una scritta: l'unica che si riesce a leggere. vai a vedere cosa contiene e dimmi se non si poteva andare a comprarseli in negozio!
siamosolonoi 2 mesi fa su tio
@Mag @Mag Non c entra il buonismo ma il sapersi adattare alla situazione, mi sembra così elementare, la base proprio!
Galium 2 mesi fa su tio
@Mag Concordo pienamente. Il continuo riferimento alla presunta saggezza dei nostri avi è del tutto fuori luogo. Non ha senso confrontare comportamenti di epoche diverse.
Zico 2 mesi fa su tio
@Zico anzi no, ce n'è un altro che contiene costumi da bagno... genere assolutamente di primissima necessità!
Giulia Marianne Cavadini 2 mesi fa su fb
Nel caso La Posta (come ha già fatto anche Aldi e altri per via dell'emergenza) potrebbe chiedere un aiuto alla popolazione aprendo delle posizioni lavorative se è manodopera che manca. Ci sono molti disoccupati che stanno bene fisicamente a cui non dispiacerebbe lavorare! Inoltre se tutti stanno a casa è giusto che le vendite online e quindi le spedizioni abbiano avuto un incremento, vuol dire che la gente, a dispetto di chi si lamenta sempre, sta prendendo sul serio la quarantena e sta a casa. Ma stare a casa non vuol dire rinunciare a tutto, non siamo in prigione a pane e acqua.
Houriet Jvan 2 mesi fa su fb
Ben detto!
Giuliano Del Dono 2 mesi fa su fb
Ma che c'entra la prigione a pane e acqua... alla Coop puoi anche comprare il caviale se ti garba. Da quando mettere un contingente sui pacchetti significa rinunciare a tutto? Limitano solo i pacchetti giornalieri. Se non ti arrivano gli aggeggi il giorno x, al massimo li ricevi il giorno x+2! Siamo seri
bdany79 2 mesi fa su tio
Più pacchi più incassi!! non avete personale perché in malattia? Assumete personale rimpiazzante e voilá il gioco è fatto! E vissero tutti pacchi e contenti!
Arrosto72 2 mesi fa su tio
@bdany79 Purtroppo la Posta fa bene i conti: ogni nuovo assunto, ancorché temporaneo, ha un costo e di conseguenza un numero minimo di pacchi e pacchettini da spedire per recuperarlo... se non ci guadagnano, a loro non frega niente della situazione o della gente... interessa il guadagno.
Juri Vlad 2 mesi fa su fb
E poi chi decide quali sono i pacchi che bisogna consegnare velocemente e quali no ? Aprirebbero tutti i pacchi o chi spedisce deve scrivere cosa c’è nei pacchi così da far sapere a tutti cosa si compera e cosa no ??
Arrosto72 2 mesi fa su tio
Tutte scuse perché non vogliono intaccare il margine di guadagno... Si attrezzino con mezzi aggiuntivi e assumano personale ev temporaneo,che ovviamente costa. Ecco perché la spesa online richiede tempo e non ci sono date disponibili...
Massimo Enzo Grandi 2 mesi fa su fb
Se lo fanno tutti gli altri, perché la posta non dovrebbe farlo? I postini e chi lavora per la posta sono meno importanti perché ne abbiamo bisogno in questo momento che siamo spaparazzati a casa con le gambe sul tavolo?
Laura Bernasconi 2 mesi fa su fb
Sbagliato, se non pisso uscire per comperare i famosi beni non di necessitá, da qualche parte devo aproviggionarmi. Non posdo andare in negozio, me li faccio soedire !!!
Nadia Tucci 2 mesi fa su fb
Visto che i supermercati hanno chiuso il non food, bisogna ordinate online anche solo le batterie, le lampadine o il materiale per lavorare/studiare da casa.
Tela Sandra 2 mesi fa su fb
Nadia Tucci le batterie si trovano
Nadia Tucci 2 mesi fa su fb
Tela Sandra quelle che cercavo io no. Ma trattasi di "esempi", le casistica può essere varia.
Tela Sandra 2 mesi fa su fb
Nadia Tucci difficile adattarsi 😔
Nadia Tucci 2 mesi fa su fb
Tela Sandra non ha nemmeno tanto senso girare dieci supermercati per cercare quello che occorre. 🤷‍♀️
Tela Sandra 2 mesi fa su fb
Nadia Tucci credo che x certe cose si possa farne a meno x un po’
Nadia Tucci 2 mesi fa su fb
Tela Sandra quello che è possibile sì, è ovvio. Ma se non si può, c'è poco da fare, tocca ordinare online.
Tela Sandra 2 mesi fa su fb
Nadia Tucci io sono contraria ma rispetto chi lo fa!😋🤗
Nadia Tucci 2 mesi fa su fb
Tela Sandra si vede che non ti sei trovata nella necessità. Tanto meglio così
Энтони Демарки 2 mesi fa su fb
Per le lampadine puoi sempre chiedere alle cassiere.
Tela Sandra 2 mesi fa su fb
Nadia Tucci mah...
Fufabi 2 mesi fa su tio
Da una parte le aziende dovrebbero iniziare ad adeguare le dimensioni dei pacchi al contenuto (quante volte spediscono più aria che contenuto?), dall'altra la posta dovrebbe capire il ruolo fondamentale che ha in questa crisi e di conseguenza restare al passo
Maurizio Roggero 2 mesi fa su fb
Ma chi sono quei rimbambiti di dirigenti?!?! 🤦🏼‍♂️🤦🏼‍♂️🤦🏼‍♂️
miba 2 mesi fa su tio
Da una parte la decisione è condivisibile, dall'altra tuttavia se La Posta svolgesse essenzialmente il compito per il quale esiste, alias la distribuzione, probabilmente in questo momento avrebbe meno problemi....
Mag 2 mesi fa su tio
@miba Da quando sono una SA stanno peggiorando a vista d'occhio; il motivo? Semplice: il loro "cliente" è l'azionista e non più il Popolo (maledetto capitalismo!)
Zico 2 mesi fa su tio
@Mag ora capisco...
Giuliano Del Dono 2 mesi fa su fb
Ma chi si lamenta delle limitazioni che problemi ha? I pacchi non si muovono da soli. I postini sono persone e in quanto tali devono seguire tutte le misure di sicurezza per il virus. Non potete lamentarvi che la gente esce troppo mentre i poveri postini devono fare i somari per portarvi il pacco a casa. I pacchetti arriveranno, ma con un po' di ritardo, tutto qui. Mi sembra una cosa sacrosanta.
Gladys Je 2 mesi fa su fb
Giuliano Del Dono infatti non credo ci si lamenti tanto di quello...ma del fatto che non puoi stabilire cosa è urgente cosa no. In un momento dove si chiede a tutti di non muoversi mi pare anche strano che non ci si potesse aspettare una crescita in tal senso. Non credo che la priorità sia l'acquisto di un mobile per la casa ad esempio.
Giuliano Del Dono 2 mesi fa su fb
Ma infatti voglio ben sperare che se la stessero aspettando. Puoi anche aspettartela ma oltre un certo limite è ingestibile. Sta semplicemente ai cittadini scegliere di fare solo gli acquisti mirati. La posta non può stabilire cos'è urgente, ma sono sicuro che con i contingenti, visto che le spedizioni rallenteranno, la gente acquisterà solo ciò che davvero gli servirà. Per questo mi sembra una mossa più che ragionevole
Manuela Decarli 2 mesi fa su fb
io non mi meraviglio più di niente, la gente si lamenta di tutto, non so se non si rendono conto della situazione che stiamo vivendo
Laura Bernasconi 2 mesi fa su fb
Io non mi meraviglio, con tutti i tagli e le chiusure , adesso che i dirigenti tolgabo la paglia dal sedere e assumano più personale.
Laura Bernasconi 2 mesi fa su fb
Gouliano del dono , ci sono anche lavoretti di manutenzione che si fanno in casa , magari lasciati indietro per mancanza di tempo, e che necessitano di piccolo materiale.
Filippo Piantoni 2 mesi fa su fb
Giusto dare un limite, dare la priorità agli ordini contenenti beni di prima necessità, generi alimentari, prodotti per la cura della persona, ecc... ecc... Ovviamente non dare la priorità a chi acquista l'ultimo modello di scarpe oppure l'ultimo smartphone...
Bruna Bralla 2 mesi fa su fb
Filippo Piantoni non è che occorrano scarpe all’ultima moda ma se servono scarpe per bambini con i piedini che crescono come fai con i negozi chiusi ? E ci sarebbero altri esempi
Manuela Decarli 2 mesi fa su fb
Bruna Bralla - ma ai bambini in questo periodo servono le pantofole😁
Bruna Bralla 2 mesi fa su fb
Manuela Decarli anche quelle certo , ma con i negozi chiusi dove le prendi ? E per chi ha un giardino ? Li mandi fuori in pantofole ?
Laura Bernasconi 2 mesi fa su fb
Filippo Piantoni , quelli li posso prendere in negozio !!!! Gli altri no, non vi sieze accorti che anche articoli di fai da te e cartoleria sono impacchettati ??? Dovrò pur far passare il tempo.
Filippo Piantoni 2 mesi fa su fb
Bruna Bralla quello va bene, ma non comprendo bene la vera necessità d'ordinare smartphone o altri articoli non prioritari... Per le sneacker all'ultimo grido c'è tempo, intanto ora nn le puoi usare... 🤭
Manuela Decarli 2 mesi fa su fb
Filippo Piantoni - ma chi ti dice che lo facciano? possibile bisogna sempre fare il processo alle intenzioni?
Mauro Molena 2 mesi fa su fb
Mi fa ridere la posta , fanno capo ad un agenzia interinale potrebbero chiedere a loro oppure vedere tra i disoccupati , io avevo mandato domanda spontanea mi han detto che il loro personale era al completo. Avrei lavorato anche solo per il periodo che necessitava.
Hattori Hanzo 2 mesi fa su fb
Mauro Molena 🙈
Heidi Bisi 2 mesi fa su fb
Quanto e utile L inutile in questo momento ?
Luca Strepparava 2 mesi fa su fb
Sbagliatissimo!
Gladys Je 2 mesi fa su fb
In parte però credo che sia anche normale che ci sia una crescita in tal senso. Se guardiamo solo la spesa online che ha subito un notevole incremento. Capisco il volume di merce ingestibile, però non comprendo come si può stabilire tra ciò che urgente ciò che non lo è...
Bruna Bralla 2 mesi fa su fb
Gladys Je ma infatti , con tutti i negozi chiusi se ti servono ad esempio scarpe per i bambini come fai ? Non è che le potevi acquistare a dicembre .Le ordini online
Laura Bernasconi 2 mesi fa su fb
Io sono in casa da 5 settimane, qualcosa dovrò pur fare, e gli articoli di cartoleria sono out, quindi devo ordinarli, in qualche modo devo passare il tempo ma pennelli e tempere non sono beni di prima necessitá 🙄
Gladys Je 2 mesi fa su fb
Laura Bernasconi si lascia stare, mia sorella non trova le cartucce, allora è andata in posta per farsi stampare dei fogli per i compiti per suo figlio. Gli hanno risposto di no perchè non sono beni di prima necessità. Così ora deve guardare tramite internet se può ordinare le cartucce. Anche se le ho detto di provare a chiedere comunque al negozio.
Laura Bernasconi 2 mesi fa su fb
Io avevo fatto scorta un giorno che lidl le aveva a prezzo bassissimo ne avevo preso tre set 🤭. Per passare più lentamente il tempo, sto facendo orli alle tende a mano, perchè conla macchina da cucire finirei troppo in fretta 😏
Irene Palmieri 2 mesi fa su fb
Gladys Je e creare un servizio fatto apposta? Non so magari i grandi magazzini distribuire loro con propri mezzi??potrebbe essere un' idea
Gladys Je 2 mesi fa su fb
Irene Palmieri la vedo difficile, visto la gran mole di lavoro...poi in realtà non si potrebbero neanche vendere. Però voglio dire io non ero neanche molto convinta di queste chiusure di reparto. Ma visto che così è stato si accettano. Però ecco, direi che il personale ne ha già a sufficienza, tra regole e novità giornaliere non vedrei possibile distribuire con i propri mezzi. Poi dipende cosa intendi per distribuzione, se parli di cose non food è un conto. Se parli di merce alimentare altra questione legata anche alla catena del freddo ecc...ecc...
Irene Palmieri 2 mesi fa su fb
Gladys Je no dicevo non food...si alleggerirebbe la posta che ha gia' tanto da fare
Gladys Je 2 mesi fa su fb
Irene Palmieri beh non è che nei negozi si annoiano neh?...ripeto io non lo vedo fattibile dato che comunque in realtà non si potrebbero neanche vendere. Però a chiedere si può sempre.
Potrebbe interessarti anche

YouTube

Facebook

Instagram

Linkedin

Twitter


Copyright © 1997-2020 TicinOnline SA - Tutti i diritti riservati
IMPRESSUM - DISCLAIMER - SEGNALACI - COMPANY PAGES
Disposizioni sulla protezione dei dati  -   Cookie e pubblicità online  -   Diritto all'oblio


Ultimo aggiornamento: 2020-06-03 09:13:00 | 91.208.130.87